Sussidi didattici
Isaia
precedente avanti

Isaia

Profeta dell’Antico Testamento che svolse il suo ministero dal 740 al 701 a.C. Come principale consigliere di re Ezechia, Isaia esercitava una grande influenza religiosa e politica.

Gesù citò Isaia più spesso di ogni altro profeta. Isaia è anche citato spesso da Pietro, Giovanni e Paolo nel Nuovo Testamento. Il Libro di Mormon e Dottrina e Alleanze contengono più citazioni di Isaia che di ogni altro profeta e forniscono un grande aiuto per interpretare le sue parole. Nefi insegnava al popolo citando gli scritti di Isaia (2 Ne. 12–24; Is. 2–14). Il Signore disse ai Nefiti che grandi erano le parole di Isaia e che tutte le cose da lui profetizzate si sarebbero adempiute (3 Ne. 23:1–3).

Libro di Isaia

Libro dell’Antico Testamento. Molte delle profezie di Isaia riguardano la venuta del Redentore, sia durante il Suo ministero sulla terra (Is. 9:5) sia come Grande Re all’ultimo giorno (Is. 63). Egli profetizzò a lungo anche riguardo al futuro d’Israele.

Il capitolo 1 è il prologo del libro. Isaia 7:14; 9:6–7; 11:1–5; 53 e 61:1–3 prefigurano la missione del Salvatore. I capitoli 2, 11, 12 e 35 parlano degli avvenimenti degli ultimi giorni quando il Vangelo sarà restaurato, Israele sarà radunata e la terra assetata fiorirà come la rosa. Il capitolo 29 contiene una profezia della venuta alla luce del Libro di Mormon (2 Ne. 27). I capitoli 40–46 proclamano la superiorità di Geova come vero Dio sugli idoli dei pagani. I rimanenti capitoli, dal 47 al 66, parlano degli avvenimenti relativi alla restaurazione finale d’Israele e all’istituzione di Sion, con il Signore che dimorerà tra il Suo popolo.