Galilea
    Note a piè di pagina

    Galilea

    Nei tempi antichi come in quelli moderni, il distretto più settentrionale di Israele, a ovest del fiume Giordano e del Mar di Galilea. La Galilea è lunga circa 100 chilometri e larga 50. Anticamente comprendeva alcune delle più fertili terre e delle più popolose città di Israele. Le strade più importanti che portavano a Damasco, in Egitto e nella parte orientale d’Israele passavano attraverso la Galilea. Il suo ottimo clima e il terreno fertile consentivano un’abbondante produzione di olive, grano, orzo e uva. La pesca praticata nel Mar di Galilea forniva un prodotto largamente esportato ed era fonte di grande ricchezza. Il Salvatore trascorse la maggior parte del Suo tempo in Galilea.

    Mar di Galilea

    Il Mar di Galilea si trova nella parte settentrionale d’Israele. Ai tempi dell’Antico Testamento era anche chiamato Mare di Kinnereth, e in quelli del Nuovo Testamento Lago di Gennesaret o di Tiberiade. Sulle sue rive Gesù tenne numerosi sermoni (Mat. 13:2). Il lago è a forma di pera, lungo 20 chilometri e largo 7 nel punto più largo. Si trova a 207 metri sotto il livello del mare, il che spesso provoca un notevole riscalmento dell’aria che lo sovrasta. L’aria fredda che scende precipitosamente dalle colline si scontra con l’aria calda sopra l’acqua, causando spesso burrasche improvvise (Luca 8:22–24).