Sussidi didattici
Esodo
precedente avanti

Esodo

Libro dell’Antico Testamento scritto da Mosè, in cui si descrive la partenza degli Israeliti dall’Egitto. L’antica storia d’Israele contenuta nell’Esodo può essere divisa in tre parti: (1) la schiavitù del popolo in Egitto, (2) la loro partenza dall’Egitto sotto la guida di Mosè e (3) la loro dedicazione al servizio di Dio nella vita religiosa e politica.

La prima parte, Esodo 1:1–15:21, descrive l’oppressione d’Israele in Egitto, i primi anni di vita e la chiamata di Mosè, l’esodo e l’istituzione della Pasqua e la marcia sino al Mar Rosso, la distruzione dell’esercito di Faraone e il cantico di vittoria di Mosè.

La seconda parte, Esodo 15:22–18:27, racconta la redenzione d’Israele e gli avvenimenti occorsi durante il viaggio dal Mar Rosso al Sinai: le acque amare di Marah, il dono delle quaglie e della manna, l’osservanza del sabato, il dono miracoloso dell’acqua a Refidim e la battaglia avvenuta in quel luogo con gli Amalechiti, l’arrivo di Jethro e i suoi consigli riguardo al governo civile del popolo.

La terza parte, capitoli 19–40, descrive la consacrazione d’Israele al servizio di Dio durante i solenni avvenimenti occorsi al Sinai. Il Signore mette a parte il popolo come regno di sacerdoti e nazione santa; Egli emana i Dieci Comandamenti e impartisce le istruzioni riguardo al tabernacolo, i suoi arredi e il culto in esso prestato. Segue poi il resoconto del peccato del popolo nell’adorare un vitello d’oro e infine la descrizione della costruzione del tabernacolo e le disposizioni per i suoi riti.