Sussidi didattici
Colossesi, Epistola ai
precedente avanti

Colossesi, Epistola ai

Libro del Nuovo Testamento. Era in origine una lettera che l’apostolo Paolo scrisse ai Colossesi dopo aver ricevuto la visita di Epafra, evangelista della Chiesa di Colosse (Col. 1:7–8). Epafra riferì a Paolo che i Colossesi stavano cadendo in gravi errori: ritenevano di essere migliori degli altri perché osservavano fedelmente certi riti esteriori (Col. 2:16), si privavano di certe necessità materiali e adoravano gli angeli (Col. 2:18). Queste pratiche inducevano i Colossesi a sentirsi santificati. Pensavano anche di conoscere i misteri dell’universo meglio degli altri membri della Chiesa. Nella sua lettera Paolo li corregge, spiegando che la redenzione si ottiene soltanto per mezzo di Cristo e che dobbiamo essere saggi e servirLo.

Il primo capitolo contiene il saluto di Paolo ai Colossesi. I capitoli 2 e 3 sono di natura dottrinale e contengono dichiarazioni su Cristo come Redentore, sul pericolo del falso culto e sull’importanza della risurrezione. Il capitolo 4 spiega che i santi devono essere saggi in ogni cosa.