Sinagoga
    Note a piè di pagina

    Sinagoga

    Luogo di riunione usato per scopi religiosi. Ai tempi del Nuovo Testamento, l’arredamento della sinagoga generalmente era molto semplice e consisteva di un’arca che conteneva i rotoli della legge e altri scritti sacri, un leggio e panche per i fedeli.

    Un consiglio di anziani eletto localmente dirigeva ogni sinagoga. Il consiglio decideva chi poteva essere ammesso e chi doveva invece essere escluso (Giov. 9:22; 12:42). Il funzionario più importante era il capo della sinagoga (Mar. 5:22; Luca 13:14). Generalmente era uno scriba, che provvedeva alla cura dell’edificio e dirigeva le riunioni. Un inserviente si occupava delle faccende (Luca 4:20).

    In ogni città in cui vivevano i Giudei, sia in Palestina che altrove, c’era una sinagoga. Questo istituto fu di molto aiuto alla propagazione del vangelo di Gesù Cristo, poiché i primi missionari della Chiesa di solito potevano parlare nelle sinagoghe (Atti 13:5, 14; 14:1; 17:1, 10; 18:4). Questa stessa usanza esisteva tra i missionari nel Libro di Mormon (Alma 16:13; 21:4–5; 32:1), oltre che tra i primi missionari di questa dispensazione (DeA 66:7; 68:1).