Preghiera
    Note a piè di pagina

    Preghiera

    Riverente comunicazione con Dio durante la quale una persona rende grazie e chiede benedizioni. Le preghiere vengono rivolte al nostro Padre Celeste nel nome di Gesù Cristo. Le preghiere possono essere dette ad alta voce o in silenzio. Anche i pensieri di una persona possono essere una preghiera se sono rivolti a Dio. Il canto dei giusti può essere una preghiera a Dio (DeA 25:12).

    L’obiettivo della preghiera non è quello di cambiare la volontà di Dio, ma di ottenere per chi la offre e per gli altri le benedizioni che Dio è già disposto a concedere, ma che dobbiamo chiedere se vogliamo riceverle.

    Preghiamo il Padre nel nome di Cristo (Giov. 14:13–14; 16:23–24). Quando i nostri desideri sono i desideri di Cristo, siamo veramente in grado di pregare nel nome di Cristo (Giov. 15:7; DeA 46:30). Poi chiediamo cose giuste, che è lecito che Dio ci conceda (3 Ne. 18:20). Alcune preghiere non vengono esaudite perché in nessuna maniera rispecchiano il desiderio di Cristo, ma scaturiscono invece dall’egoismo dell’uomo (Giacomo 4:3; DeA 46:9). Infatti, se chiediamo a Dio cose ingiuste, richiamiamo sul nostro capo una condanna (DeA 88:65).