Puro e impuro
    Note a piè di pagina

    Puro e impuro

    Nell’Antico Testamento il Signore rivelò a Mosè e agli antichi Israeliti che soltanto certi cibi erano considerati puri, o in altre parole adatti per essere mangiati. La distinzione che gli Israeliti facevano tra cibi puri e impuri aveva una grande influenza sulla loro vita religiosa e sociale. Alcuni animali, uccelli e pesci erano considerati puri e adatti come cibo, mentre altri erano impuri e proibiti (Lev. 11; Deut. 14:3–20). Anche le persone affette da certe malattie erano considerate impure.

    In senso spirituale essere puri significa essere liberi dal peccato e da desideri peccaminosi. In questo senso tale parola viene usata per descrivere una persona virtuosa con il cuore puro (Sal. 24:4). Al popolo dell’alleanza di Dio è sempre stato comandato in modo particolare di essere puro (3 Ne. 20:41; DeA 38:42; 133:5).