Sussidi didattici
Nefi, figlio di Lehi
precedente avanti

Nefi, figlio di Lehi

Nel Libro di Mormon retto figlio di Lehi e Saria (1 Ne. 1:1–4; 2:5). Nefi aveva una grande fede nella parola di Dio (1 Ne. 3:7) e diventò un grande profeta, custode degli annali e capo del suo popolo.

Primo libro di Nefi

I capitoli da 1 a 18:8 parlano principalmente della partenza da Gerusalemme di Lehi e della sua famiglia. Il gruppo viaggiò attraverso sterili deserti sino a raggiungere il mare. I versetti dal 9 al 23 del capitolo 18 parlano del loro viaggio verso una terra promessa, secondo il comandamento del Signore, nonostante la ribellione di Laman e di Lemuele. I capitoli 19–22 parlano dello scopo che Nefi si prefiggeva nel tenere gli annali (1 Ne. 6; 19:18): persuadere tutti a ricordare il Signore, loro Redentore. Egli cita Isaia (1 Ne. 20–21) e interpreta i messaggi di questo profeta, con la speranza che tutti possano giungere a conoscere Gesù Cristo come loro Salvatore e Redentore (1 Ne. 22:12).

Secondo libro di Nefi

I capitoli 1–4 contengono gli ultimi insegnamenti e profezie fatte da Lehi prima della sua morte, comprese le benedizioni impartite ai suoi figli e ai loro discendenti. Il capitolo 5 spiega il motivo per cui i Nefiti si separarono dai Lamaniti. I Nefiti costruirono un tempio, insegnavano la legge di Mosè e tenevano gli annali. I capitoli 6–10 contengono le parole di Giacobbe, fratello minore di Nefi. Giacobbe fa un sunto della storia di Giuda e fa delle profezie sul Messia, alcune delle quali sono tratte dagli scritti del profeta Isaia. Nei capitoli 11–33 Nefi scrive la sua testimonianza di Cristo, la testimonianza di Giacobbe, le profezie riguardanti gli ultimi giorni e trascrive numerosi capitoli del libro di Isaia nell’Antico Testamento.

Tavole di Nefi