Sangue
    Note a piè di pagina

    Sangue

    Considerato dagli antichi Israeliti e da molte culture attuali come la fonte della vita, ossia energia vitale di ogni essere vivente. Ai tempi dell’Antico Testamento il Signore proibì a Israele di mangiare il sangue (Lev. 3:17; 7:26–27; 17:10–14).

    Il potere espiatorio di un sacrificio stava nel sangue, poiché il sangue era considerato indispensabile alla vita. Il sacrificio di animali ai tempi dell’Antico Testamento era un simbolo del grande sacrificio che sarebbe stato in seguito compiuto da Gesù Cristo (Lev. 17:11; Mosè 5:5–7). Il sangue espiatorio di Gesù Cristo libera il penitente dai suoi peccati (1 Giov. 1:7).