Sussidi didattici
Tessalonicesi, Epistole ai
precedente avanti

Tessalonicesi, Epistole ai

Due libri del Nuovo Testamento. In origine erano lettere che Paolo scrisse ai Tessalonicesi mentre si trovava a Corinto, durante il suo primo viaggio in Europa, verso il 50 d.C. Il suo lavoro a Tessalonica è descritto in Atti 17. Paolo desiderava tornare a Tessalonica, ma ne era impedito (1 Tess. 2:18). Pertanto mandò Timoteo a confortare i convertiti e a portargli notizie su di loro. Paolo scrisse la prima epistola spinto dalla sua gratitudine per il ritorno di Timoteo.

Prima epistola ai Tessalonicesi

I capitoli 1 e 2 contengono il saluto di Paolo e la sua preghiera in favore dei santi. I capitoli 3–5 impartiscono istruzioni sul progresso spirituale, l’amore, la castità, la diligenza e la seconda venuta di Gesù Cristo.

Seconda epistola ai Tessalonicesi

Il capitolo 1 contiene una preghiera in favore dei santi. Il capitolo 2 parla dell’imminente apostasia. Il capitolo 3 contiene la preghiera di Paolo per il trionfo della causa del Vangelo.