Risurrezione
    Note a piè di pagina

    Risurrezione

    Riunione del corpo di spirito con il corpo fisico di carne ed ossa dopo la morte. Dopo la risurrezione lo spirito e il corpo non saranno mai più separati e la persona diventerà immortale. Ogni persona nata sulla terra risorgerà, poiché Gesù Cristo vinse la morte (1 Cor. 15:20–22).

    Gesù Cristo fu la prima persona a risorgere su questa terra (Atti 26:23; Col. 1:18; Ap. 1:5). Il Nuovo Testamento offre ampie prove che Gesù risorse con il Suo corpo fisico: la Sua tomba era vuota, mangiò pesce e miele, aveva un corpo di carne ed ossa, le persone Lo toccarono e gli angeli dissero che Egli era risorto (Mar. 16:1–6; Luca 24:1–12, 36–43; Giov. 20:1–18). Le rivelazioni degli ultimi giorni confermano la realtà della risurrezione di Cristo e di tutta l’umanità (Alma 11:40–45; 40; 3 Ne. 11:1–17; DeA 76; Mosè 7:62).

    Non tutti risorgeranno alla stessa gloria, (1 Cor. 15:39–42; DeA 76:89–98), né tutti risorgeranno nello stesso momento (1 Cor. 15:22–23; Alma 40:8; DeA 76:64–65, 85; 88:96–102). Molti santi risorsero dopo la risurrezione di Cristo (Mat. 27:52). I giusti risorgeranno prima dei malvagi e si leveranno nella prima risurrezione (1 Tess. 4:16); i peccatori impenitenti si leveranno nell’ultima risurrezione (Ap. 20:5–13; DeA 76:85).