Trasfigurazione
    Note a piè di pagina

    Trasfigurazione

    La condizione delle persone che sono temporaneamente trasformate nell’aspetto e nella natura — ossia sono innalzate a un più alto livello spirituale — in modo che possano sopportare la presenza e la gloria di esseri celesti.

    Trasfigurazione di Cristo

    Pietro, Giacomo e Giovanni videro il Signore glorificato e trasfigurato davanti ai loro occhi. Il Salvatore aveva promesso in precedenza che Pietro avrebbe ricevuto le chiavi del regno dei cieli (Mat. 16:13–19; 17:1–9; Mar. 9:2–10; Luca 9:28–36; 2 Piet. 1:16–18). Durante questo importante avvenimento il Salvatore, Mosè ed Elia dettero le promesse chiavi del sacerdozio a Pietro, Giacomo e Giovanni. Con queste chiavi del sacerdozio gli apostoli avevano il potere di continuare il lavoro del Regno dopo l’ascensione di Gesù.

    Joseph Smith spiegò che sul Monte della Trasfigurazione furono trasfigurati anche Pietro, Giacomo e Giovanni. Essi ebbero una visione della terra come apparirà nella sua futura condizione di gloria (DeA 63:20–21). Essi videro Mosè ed Elia come esseri traslati e udirono la voce del Padre. Il Padre disse: “Questo è il mio diletto Figliuolo, nel quale mi sono compiaciuto” (Mat. 17:5).

    Esseri trasfigurati