Scritture
Isaia 11


Capitolo 11

Il tronco di Isai (Cristo) giudicherà in rettitudine — La conoscenza di Dio ricoprirà la terra durante il Millennio — Il Signore innanlzerà un vessillo e radunerà Israele — Confrontare con 2 Nefi 21.

1 Poi un ramo uscirà dal tronco di Isai, e un rampollo spunterà dalle sue radici.

2 Lo spirito dell’Eterno riposerà su di lui: spirito di saggezza e di intendimento, spirito di consiglio e di forza, spirito di conoscenza e di timore dell’Eterno.

3 Respirerà come profumo il timore dell’Eterno, non giudicherà dall’apparenza, non darà sentenze stando al sentito dire,

4 ma giudicherà i poveri con rettitudine, farà giustizia con equità agli umili del paese. Colpirà il paese con la verga della sua bocca, e con il soffio delle sue labbra farà morire l’empio.

5 La rettitudine sarà la cintura delle sue reni, e la fedeltà la cintura dei suoi fianchi.

6 Il lupo abiterà con l’agnello, e il leopardo giacerà con il capretto; il vitello, il giovane leone e il bestiame ingrassato staranno assieme, e un bambino li condurrà.

7 La mucca pascolerà con l’orsa, i loro piccoli giaceranno assieme, e il leone mangerà lo strame come il bue.

8 Il lattante giocherà sul buco dell’aspide, e lo svezzato stenderà la mano sul covo del basilisco.

9 Non si farà né male né danno su tutto il mio monte santo, poiché la terra sarà ripiena della conoscenza dell’Eterno, come le acque coprono il fondo del mare.

10 In quel giorno, verso la radice di Isai, issata come vessillo dei popoli, si volgeranno premurose le nazioni, e il luogo del suo riposo sarà glorioso.

11 In quel giorno, il Signore stenderà una seconda volta la mano per riscattare il residuo del suo popolo rimasto in Assiria e in Egitto, a Patros e in Etiopia, ad Elam, a Scinear ed a Amat, e nelle isole del mare.

12 Egli alzerà un vessillo verso le nazioni, raccoglierà gli esuli d’Israele, e radunerà i dispersi di Giuda dai quattro canti della terra.

13 La gelosia di Efraim scomparirà, e gli avversari di Giuda saranno annientati; Efraim non invidierà più Giuda, e Giuda non sarà più ostile ad Efraim.

14 Essi piomberanno a volo sulle spalle dei Filistei ad occidente, insieme prederanno i figli dell’oriente; metterano le mani addosso a Edom e a Moab, e i figli di Ammon saranno loro sudditi.

15 L’Eterno metterà interamente a secco la lingua del mare d’Egitto; scuoterà minacciosamente la mano sul fiume, e, con il suo soffio impetuoso, lo dividerà in sette canali, e farà sì che lo si passi con i sandali.

16 E vi sarà una strada per il residuo del suo popolo rimasto in Assiria, come ve ne fu una per Israele il giorno in cui uscì dal paese d’Egitto.