Restaurazione e storia della Chiesa
Società Unita
Note a piè di pagina

Hide Footnotes

Tema

“Società Unita (‘Ordine Unito’)”, Argomenti di storia della Chiesa

“Società Unita (‘Ordine Unito’)”

Società Unita (“Ordine Unito”)

La Società Unita era un’organizzazione amministrativa che supervisionò le spese dei fondi della Chiesa dal 1832 al 1834. Nel marzo 1832 il Signore comandò a Joseph Smith di fondare questa organizzazione per stabilire “le istituzioni mercantili e tipografiche” della Chiesa nell’Ohio e nel Missouri.1 A questo scopo, nell’aprile del Joseph convocò un consiglio di sommi sacerdoti nel Missouri. Durante il consiglio, Joseph ricevette un’altra rivelazione in cui si indicava che lui, Sidney Rigdon, Newel K. Whitney, Edward Partridge, Sidney Gilbert, John Whitmer, Oliver Cowdery, William W. Phelps e Martin Harris avrebbero fatto parte dell’organizzazione. La rivelazione spiegava inoltre che questi uomini potevano usare per le loro necessità una parte dei fondi raccolti, e che gli eventuali fondi restanti sarebbero stati usati per gli scopi della Chiesa. Essi erano responsabili dei debiti della società.

Ciascuno dei nove uomini chiamati a far parte della Società Unita aveva un’intendenza specifica. Sei erano “intendenti sulle rivelazioni” (un gruppo che divenne conosciuto come la “Società letteraria”) e supervisionavano tutte le attività editoriali della Chiesa. Partridge e Whitney erano i due vescovi nella Chiesa e Gilbert era un agente del vescovo Partridge. Insieme, questi tre uomini gestivano i magazzini della Chiesa nell’Ohio e nel Missouri. Nel 1833 furono aggiunti alla società altri due membri — Frederick G. Williams e John Johnson — entrambi per rivelazione. Williams, membro della presidenza che governava la Chiesa, aveva vasti possedimenti terrieri nell’Ohio, come pure Johnson. Le loro proprietà divennero risorse della Società Unita.

Per due anni, la maggior parte degli affari della Chiesa fu condotta dalla Società Unita, incluso l’acquisto della proprietà su cui sarebbe stata edificata la Casa del Signore a Kirtland. Quando, nell’autunno del 1833, i santi furono cacciati dalla Contea di Jackson, nel Missouri, la Chiesa perse due elementi essenziali della Società: la tipografia di Phelps e il magazzino di Gilbert. Inoltre, la Società Unita aveva contratto dei debiti per l’acquisto di beni per i magazzini, per una nuova tipografia a Kirtland e per dei terreni per l’espansione di Kirtland. Il 10 aprile 1834 i membri della Società Unita di Kirtland decisero di sciogliere questa organizzazione e alcune settimane dopo essa cessò di funzionare. Il sommo consiglio di Kirtland, organizzato nel febbraio del 1834, assunse il governo degli affari commerciali e tipografici della Chiesa.

In alcune edizioni di Dottrina e Alleanze, la “Società Unita” venne chiamata “Ordine Unito” e invece dei veri nomi dei partecipanti furono usati nomi in codice. Inoltre, le espressioni che riguardavano lo scopo della Società furono cambiate in modo da riferirsi più genericamente al prendersi cura dei poveri. Questo fu fatto per proteggere l’identità dei membri della Società e per mantenere riservati i suoi scopi. I nomi degli individui furono reinseriti in Dottrina e Alleanze negli anni ’80 del Novecento, ma il temine ordine viene ancora utilizzato al posto di società nelle sezioni 78, 82, 92, 96 e 104. Questo ha portato alcuni a confondere la società con l’ordine unito, un modo di vivere la legge della consacrazione stabilito in seguito da Brigham Young nello Utah.

Argomenti correlati: Dottrina e Alleanze