Restaurazione e storia della Chiesa
Il nome della Chiesa
Note a piè di pagina

Hide Footnotes

Tema

“Il nome della Chiesa”, Argomenti di storia della Chiesa

“Il nome della Chiesa”

Il nome della Chiesa

Il Libro di Mormon riporta che quando Gesù Cristo fece visita ai Nefiti insegnò che la Chiesa avrebbe dovuto portare il Suo nome. Coloro che furono battezzati nel nome di Cristo divennero parte della “chiesa di Cristo” (3 Nefi 26:21; vedere anche 27:8). Nel Nuovo Testamento Paolo chiama i primi cristiani “santi” (Efesini 1:1; 2 Corinzi 1:1). Poiché credevano che il tempo della seconda venuta di Gesù Cristo fosse prossimo, i membri della chiesa restaurata di Cristo chiamavano sé stessi “Santi degli Ultimi giorni” per distinguersi dai Santi dei primi giorni.

The Church of Christ [la Chiesa di Cristo] (1829–1834)

Ancor prima che la Chiesa fosse organizzata, Oliver Cowdery seguì l’esempio del Libro di Mormon proponendo “Chiesa di Cristo” come nome per la Chiesa.1 Il giorno in cui la Chiesa fu organizzata, Joseph Smith fu chiamato per rivelazione come “Anziano di questa Chiesa di Cristo”2. In seguito, le prime rivelazioni ripetutamente si riferivano alla Chiesa come alla “Chiesa di Cristo” e ai suoi membri come “santi”.3

The Church of the Latter Day Saints [la Chiesa dei Santi degli Ultimi Giorni] (1834–1838)

La Chiesa di Cristo restaurata non era il solo gruppo di credenti cristiani chiamato con il nome di “Chiesa di Cristo”. Alcune chiese congregazionaliste della Nuova Inghilterra si chiamavano con questo nome e chi si professava cristiano a volte si riferiva collettivamente al suo gruppo come chiesa di Cristo. Per aiutare i Santi a distinguersi dagli altri cristiani, gli anziani in una conferenza a Kirtland, in Ohio, il 3 maggio 1834 votarono per cambiare il nome della Chiesa in “Chiesa dei Santi degli Ultimi Giorni” 4. Oltre a fare chiarezza, il nuovo nome dissociava la Chiesa dai termini “mormonico” e “mormone” usati dagli oppositori della Chiesa.5

The Church of Jesus Christ of Latter Day Saints [la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni] (1838–1851)

Anche dopo questo cambiamento, i membri della Chiesa occasionalmente usavano il nome precedente o combinavano il vecchio e il nuovo nome in un ibrido: “Chiesa di Cristo degli Ultimi Giorni”6. Poco dopo l’insediamento dei Santi degli ultimi Giorni a Far West, in Missouri, una rivelazione unì entrambi i nomi precedenti in un nuovo nome: “Poiché è così che dovrà essere chiamata la mia chiesa negli ultimi giorni, cioè Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni”7. Questo nome è rimasto il nome ufficiale della Chiesa fino a oggi.

The Church of Jesus Christ of Latter-day Saints [la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi giorni] (1851–oggi)

Dopo la morte di Joseph Smith, vari gruppi dissidenti hanno rivendicato il termine “Santi degli Ultimi Giorni”. Dal 1849, dopo l’esodo nello Utah, i dirigenti della Chiesa iniziarono a usare il nome “The Church of Jesus Christ of Latter-day Saints”, con la d minuscola e il trattino [in inglese], per distinguere la chiesa con sede nello Utah dagli altri gruppi.8 Nel 1876, furono cambiate le maiuscole e la compitazione di Dottrina e Alleanze 115:4 [in inglese] per riflettere il nome ufficializzato.

All’inizio del ventesimo secolo, molti santi degli ultimi giorni si identificavano usando il termine “mormone” e “SUG”. I termini “Chiesa mormone” e “Chiesa SUG” in seguito hanno preso piede e venivano frequentemente usati dai dirigenti, dai membri e dai non membri. Negli anni sessanta e settanta, i dirigenti della Chiesa hanno iniziato a dare enfasi all’uso del nome rivelato della Chiesa o al breve titolo “Chiesa di Gesù Cristo” piuttosto che a questi altri soprannomi.9 Nel 2001 la Prima Presidenza ha ribadito l’importanza di usare il nome rivelato della Chiesa come parte del “nostro dovere di proclamare il nome del Salvatore in tutto il mondo”10.

Argomenti correlati: La riunione costitutiva della Chiesa di Cristo