Restaurazione e storia della Chiesa
Scuola Domenicale
Note a piè di pagina

Hide Footnotes

Tema

“Scuola Domenicale”, Argomenti di storia della Chiesa

“Scuola Domenicale”

Scuola Domenicale

La preoccupazione per i disagiati bambini lavoratori nell’Inghilterra degli anni ’80 e nel Nord America degli anni ’90 del diciottesimo secolo portò alla creazione delle scuole domenicali, una pratica diffusa dei protestanti, tramite la quale insegnavano ai giovani la Bibbia e a leggere e scrivere.1 Spesso, i primi santi degli ultimi giorni, prima di unirsi alla Chiesa, avevano frequentato le scuole domenicali. Da bambina, Eliza R. Snow aveva memorizzato passi del Nuovo Testamento durante le scuole domenicali a cui partecipava nell’Ohio, mentre Jonathan Crosby attribuì a questo tipo di studi fatti nell’adolescenza l’avergli suscitato importanti domande in merito alle Scritture.2 A Kirtland, nell’Ohio, i santi degli ultimi giorni organizzarono scuole domenicali informali in cui i bambini e gli insegnanti recitavano nel tempio versetti delle Scritture.3 Emmeline B. Wells di tanto in tanto insegnò in una scuola domenicale a Nauvoo, nell’Illinois, e a Winter Quarters, nel Nebraska.4

A partire dal 1849, nel Territorio dello Utah si sviluppò un programma formale per la Scuola Domenicale dei Santi degli Ultimi Giorni. Richard Ballantyne, che aveva organizzato una scuola domenicale presbiteriana in Scozia prima di unirsi alla Chiesa, riteneva che fosse un dovere insegnare il Vangelo ai bambini in un contesto formale.5 Egli costruì a casa sua una stanza con panche di legno e lì, il 9 dicembre 1849, radunò cinquanta bambini per esporre loro insegnamenti contenuti nella Bibbia, nel Libro di Mormon e in Dottrina e Alleanze.6 Entro il 1850 le classi si spostarono nella casa di riunione del Quattordicesimo Rione di Salt Lake City, da poco completata. Ballantyne fu chiamato come sovrintendente della scuola e i bambini furono divisi in classi più piccole.

Ballantyne, Richard

Fotografia ritratto di Richard Ballantyne.

Il programma ben presto si diffuse in tutti gli insediamenti dello Utah, determinando sempre più la necessità di materiale e istruzioni didattiche. Nel 1866, il direttore e apostolo George Q. Cannon lanciò il Juvenile Instructor, una rivista bimestrale che riportava lezioni sulle Scritture, musica e istruzioni sui metodi di insegnamento. L’anno successivo, Cannon fu nominato sovrintendente della Churchwide Deseret Sunday School Union [unione della Scuola Domenicale di Deseret per tutta la Chiesa].7

La Scuola Domenicale, in quanto classe organizzata basata sulle Scritture tenuta per i bambini e per i giovani la domenica mattina, precedette sia la Mutual Improvement Association sia la Primaria. Fino al 1872, le riunioni della Scuola Domenicale e le sessioni di addestramento per gli insegnanti, secondo un testimone, “continuarono a crescere in dimensione e interesse finché divennero tra le più popolari e più frequentate tra tutte le assemblee del popolo di Sion”. A partire dal 1887, i vescovi diressero l’amministrazione del sacramento nelle Scuole Domenicali affinché i bambini ricevessero una “migliore comprensione della divina missione del nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo e della Sua Espiazione”. Alcuni anni dopo, i santi di Ogden, nello Utah, tennero le classi della Scuola Domenicale presso la scuola territoriale per sordi e ciechi.8 Nel 1928, il sovrintendente generale della Scuola Domenicale, David O. McKay, diede inizio formalmente ai corsi di Dottrina Evangelica per adulti in tutta la Chiesa.9

McKay, David O.

Il presidente David O. McKay, con una capsula del tempo, commemora il centenario della Scuola Domenicale nel 1949.

Con la continua espansione della Chiesa a livello mondiale, i dirigenti del ventesimo secolo si impegnarono per snellire la Scuola Domenicale. Negli anni ’70 si ebbe un programma di studi uniformato che si concentrava maggiormente sulle Scritture e limitava altri argomenti. Nel 1980, la classe fu inserita nel programma di tre ore stabilito per le riunioni domenicali. A partire dal 2019, gli incontri della Scuola Domenicale di rione sono stati ridotti a due al mese come parte di un cambiamento che ha portato a due ore la durata delle riunioni domenicali. Un nuovo corso integrato, Vieni e seguitami, ha spinto verso una maggior integrazione tra l’insegnamento tenuto durante la Scuola Domenicale e lo studio personale e familiare a casa.10

Argomenti correlati: George Q. Cannon, Accademie della Chiesa