Restaurazione e storia della Chiesa
Canada
Note a piè di pagina

Hide Footnotes

Tema

“Canada”, Argomenti di storia della Chiesa

“Canada”

Canada

Ancora prima che la pubblicazione delle prime copie del Libro di Mormon fosse completata, Solomon Chamberlin, un predicatore itinerante, fece visita alla famiglia Smith, vicino a Palmyra, nello Stato di New York, dopo aver sentito parlare del Libro di Mormon. Hyrum Smith portò Chamberlin nell’ufficio in cui veniva stampato il Libro di Mormon e ben presto Chamberlin ripartì per il Canada settentrionale (l’attuale Ontario) con sessantaquattro pagine stampate del Libro di Mormon, predicando “tutto ciò che sapeva sul Mormonismo”1. La predicazione di Chamberlin in Canada è il primo esempio noto di predicazione dal Libro di Mormon. Nel decennio successivo, molti santi degli ultimi giorni — tra cui Joseph Smith; sua madre, Lucy; Oliver Cowdery; e sei dei Dodici Apostoli originali — andarono in Canada per predicare e occuparsi degli affari della Chiesa.2

Nel 1836, predicando nei pressi di Toronto, Parley P. Pratt trovò un piccolo gruppo di cristiani che cercavano una chiesa che avesse la “primitiva semplicità” che si riscontra nelle Scritture.3 Molti membri di quel gruppo, che comprendeva John e Leonora Taylor e Joseph, Mary e Mercy Fielding, furono battezzati subito, e in quella zona Pratt organizzò diversi piccoli rami.4 Un anno dopo, quando gli apostoli Heber C. Kimball e Orson Hyde iniziarono a predicare in Inghilterra, furono raggiunti da Joseph Fielding, John Goodson, Isaac Russell e John Snyder — tutti convertiti durante la missione di Pratt in Canada.5

A cominciare dal 1847, molti degli oltre duemila canadesi che si erano uniti alla Chiesa migrarono negli Stati Uniti occidentali insieme al corpo principale dei santi.6 Nel 1887, Charles Ora Card, presidente di un palo a Cache Valley, nello Utah, guidò un piccolo gruppo di santi a Lee Creek (in seguito chiamata Cardston), nell’Alberta, dove si insediarono.7 Molti dei primi coloni dell’Alberta meridionale, compresi Card e sua moglie Zina Young Card, erano membri di famiglie poligame. Dopo che il Congresso degli Stati Uniti ebbe votato la legge Edmunds Act, nel 1882, questi santi degli ultimi giorni rischiavano multe e carcere poiché mantenevano rapporti poligami. Di conseguenza, alcuni di loro scelsero di emigrare in Messico e in Canada. L’Alberta offriva sia delle opportunità economiche, sia un luogo sicuro dalle leggi anti-poligame degli Stati Uniti, benché gli uomini poligami potessero portare con loro in Canada solo una moglie.8

Cardston Alberta Temple

Fotografia scattata il 26 agosto 1923, alla dedicazione del Tempio di Cardston, nell’Alberta.

Nei successivi tre decenni, numerosi santi degli ultimi giorni emigrarono nella parte meridionale dell’Alberta. Nel 1895, il primo palo organizzato fuori degli Stati Uniti fu il Palo di Cardston, Alberta, e nel 1923 il primo tempio fuori degli Stati Uniti fu costruito a Cardston. In quel periodo, nell’Alberta vivevano oltre 9.500 santi degli ultimi giorni in circa venti comunità mormoni.9 Entro la fine del decennio del 1970, in tutti i territori e le province del Canada erano stati organizzati dei pali e delle missioni.10 Diversi cittadini canadesi hanno servito come Autorità generali e dirigenti generali della Chiesa, tra cui i membri della Prima Presidenza Hugh B. Brown e N. Eldon Tanner e la presidentessa generale della Società di Soccorso Elaine L. Jack. Nel 2018, nel paese vivevano oltre 195.000 membri della Chiesa, con altri templi costruiti o in via di costruzione a Toronto, Halifax, Regina, Edmonton, Montreal, Vancouver, Calgary e Winnipeg.11