Restaurazione e storia della Chiesa
Organizzazioni dei Giovani Uomini
Note a piè di pagina

Hide Footnotes

Tema

“Organizzazioni dei Giovani Uomini”, Argomenti di storia della Chiesa

“Organizzazioni dei Giovani Uomini”

Organizzazioni dei Giovani Uomini

Nel 1843, durante una riunione con i giovani a Nauvoo, nell’Illinois, l’anziano Heber C. Kimball propose di formare un gruppo per l’istruzione spirituale. Joseph Smith raccomandò inoltre che si organizzassero in una “società per soccorrere i poveri”. Il gruppo seguì il consiglio di Joseph e diede vita alla Young Gentlemen’s and Ladies’ Relief Society of Nauvoo per i giovani uomini e le giovani donne non sposati con meno di trent’anni.1 La società, tuttavia, ebbe vita breve, in quanto la morte di Joseph Smith nel 1844 e la partenza da Nauvoo nel 1846 assorbirono l’attenzione dei santi.

Circa dieci anni dopo, a Salt Lake City, Heber C. Kimball chiese che tutti i giovani uomini degli insediamenti limitrofi si radunassero per delle speciali riunioni di testimonianza. Nacquero anche altri gruppi indipendenti con intenti simili: far socializzare, far dialogare, intrattenere e preparare i giovani uomini per il servizio sacerdotale e per la missione. Entro il decennio del 1870, molti rioni avevano sostenuto la creazione di gruppi analoghi che, come le associazioni dedite a promuovere la morigeratezza delle giovani donne, cercavano di favorire il “miglioramento” dei giovani della Chiesa.2 Nel 1875 Brigham Young affidò a Junius F. Wells l’organizzazione e la sovrintendenza di quella che divenne nota come la Young Men’s Mutual Improvement Association (YMMIA) [associazione di mutuo miglioramento dei giovani uomini]. Brigham Young spiegò a Junius F. Wells: “Vogliamo che tutti i nostri giovani uomini della Chiesa ne facciano parte e si organizzino, così che possiamo imporre le mani sul loro capo in qualunque momento per qualsiasi tipo di servizio possa rendersi necessario”3. Un’organizzazione di questo genere era particolarmente necessaria in quel periodo in cui la maggior parte dei giovani uomini non era ordinata ad alcun ufficio del Sacerdozio di Aaronne. Wells e altri dirigenti sottolineavano l’importanza di migliorare in ambito morale e di aiutarsi a vicenda a combattere i vizi della società e l’indolenza tramite l’apprendimento delle verità del Vangelo e la partecipazione ad attività sociali.

A partire dal 1877, i dirigenti della Chiesa incoraggiarono i vescovi a ordinare la maggior parte dei giovani uomini agli uffici del Sacerdozio di Aaronne. Ad ogni modo, poiché i quorum del Sacerdozio di Aaronne erano tradizionalmente costituiti da uomini adulti che adempivano ai doveri del sacerdozio, quasi tutti i giovani uomini continuarono a essere poco coinvolti in questi quorum. I dirigenti della Chiesa iniziarono a temere che le Scuole Domenicali e la YMMIA stessero “compiendo l’opera che avrebbero dovuto svolgere i quorum”. Nel 1908 la Prima Presidenza organizzò un comitato preposto a ravvivare l’operato dei quorum del sacerdozio. Il comitato raccomandò l’introduzione di diversi cambiamenti, tra cui l’avanzamento da ufficio a ufficio al compimento di una certa età e la messa a punto di un corso di studi specifico per ogni gruppo di età. La YMMIA, nel frattempo, continuò ad agire in modo indipendente.4

Nel 1913, la YMMIA iniziò a collaborare con i Boy Scouts of America. La cooperazione con gli scout indusse i dirigenti della YMMIA a strutturare i programmi dell’organizzazione per gruppi d’età: i ragazzi dai 12 ai 16 anni erano indicati come junior (o MIA Scout), quelli dai 17 ai 21 anni erano i senior (talvolta chiamati M Men) e quelli dai 22 anni in su erano definiti advanced senior. Con il tempo, queste divisioni per età si modificarono e furono successivamente allineate con quelle dell’avanzamento nel Sacerdozio di Aaronne; gli uffici del sacerdozio presero il posto dei diversi nomi. Tramite il programma dello scoutismo, i membri della YMMIA prendevano parte a molte attività diverse. Partecipavano anche a delle conferenze annuali e ad altre attività insieme alla Young Women’s Mutual Improvement Association [associazione di mutuo miglioramento delle giovani gonne].

Nel 1931, con la speranza di aumentare la partecipazione generale dei giovani uomini in Chiesa, le Autorità generali annunciarono un piano di correlazione del Sacerdozio di Aaronne mirato a rafforzare il coordinamento tra quorum, YMMIA, Boy Scout e Seminario. Questo fu l’inizio di uno sforzo a lungo termine finalizzato a integrare e collegare i programmi della Chiesa per i giovani uomini al sacerdozio.5

Nel decennio del 1970, i presidenti Harold B. Lee e Spencer W. Kimball introdussero una serie di modifiche per snellire i programmi della Chiesa per i giovani uomini e per farli rientrare nell’ambito del sacerdozio.6 Le chiamate relative al consiglio generale e ai consigli di palo della YMMIA e quella di sovrintendente della YMMIA di rione vennero cancellate e il programma per i giovani uomini al di sopra dei diciotto anni venne separato da quello per i più giovani. Per un certo periodo di tempo, il Vescovato Presiedente supervisionò la nuova MIA del Sacerdozio di Aaronne, che comprendeva dei programmi sia per i giovani uomini che per le giovani donne. Nel 1974 si smise di utilizzare la denominazione di Mutual Improvement Association [AMM] e nel 1977 i programmi vennero consolidati ulteriormente e rinominati Giovani Uomini e Giovani Donne, e le presidenze generali e i consigli generali vennero ricostituiti.

La Chiesa ha mantenuto per molti anni il proprio accordo con i Boy Scouts of America negli Stati Uniti e ha offerto delle alternative negli altri paesi. Nel 2018, la Chiesa ha annunciato dei piani per terminare la propria collaborazione con gli scout e implementare un nuovo programma per i giovani a partire dal 2020.7

Argomenti correlati: Retrenchment [morigeratezza]; Organizzazioni delle Giovani Donne; Modifiche all’organizzazione del sacerdozio