Restaurazione e storia della Chiesa
Vescovo
Note a piè di pagina

Hide Footnotes

Tema

“Vescovo”, Argomenti di storia della Chiesa

“Vescovo”

Vescovo

Il 4 febbraio 1831, Joseph Smith ricevette una rivelazione che nominava Edward Partridge primo vescovo della Chiesa.1 Solo pochi giorni dopo la nomina di quest’ultimo, un’altra rivelazione data a Joseph Smith spiegava che il ruolo del vescovo era di supervisionare l’attuazione della legge della consacrazione da poco rivelata. Secondo la rivelazione, il vescovo avrebbe ricevuto le proprietà consacrate dai membri della Chiesa e avrebbe amministrato tali proprietà per il beneficio dei poveri e per l’acquisto della terra a Sion.2 Nel luglio del 1831, un’altra rivelazione indicò al vescovo Partridge di trasferirsi nella Contea di Jackson, nel Missouri, dove avrebbe acquistato del terreno e lo avrebbe diviso in lotti, o eredità, per i santi che osservavano la legge della consacrazione.3

Partridge, Edward

Edward Partridge, primo vescovo della Chiesa.

Una rivelazione data a Joseph Smith nel novembre del 1831 ampliò i doveri del vescovo: egli sarebbe stato responsabile di “tutti gli aspetti temporali” nella Chiesa e sarebbe anche stato “un giudice in Israele”4. Alcuni mesi dopo, Joseph Smith ricevette un’altra rivelazione che sottolineava ulteriormente il fatto che il vescovo avrebbe dovuto occupare “il seggio del giudizio”, amministrare la legge della consacrazione ed essere responsabile dinanzi a Dio per come avesse svolto i suoi doveri.5

Nel 1835, Joseph Smith revisionò per ispirazione due rivelazioni precedenti per chiarire la posizione e i doveri di un vescovo. Spiegò quindi che i “discendenti letterali di Aaronne” avevano un diritto legale al vescovato, se erano tra i primogeniti dei figli di Aaronne”. In caso contrario, un sommo sacerdote sarebbe stato chiamato a ricoprire l’ufficio.6 Inoltre, Joseph Smith chiarì che il vescovo è il presidente del Sacerdozio di Aaronne, come pure il presidente del quorum dei sacerdoti.7

Dato che dopo il luglio del 1831 Partridge non era più in Ohio, Newel K. Whitney fu designato per rivelazione, nel dicembre del 1831, a essere vescovo in quello stato. Partridge e Whitney continuarono a operare come vescovi rispettivamente nel Missouri e nell’Ohio e furono gli unici due vescovi della Chiesa finché non fu organizzato un palo a Adam-ondi-Ahman, nel Missouri, nel 1838 e Vinson Knight non fu chiamato a servire come vescovo.8

Quando i santi si stabilirono a Nauvoo, nell’Illinois, Partridge, Whitney e Knight furono tutti nominati vescovi: uno per ciascuna delle tre suddivisioni geografiche in rioni nell’area. Altri vescovi furono chiamati nei nuovi pali creati nell’Illinois e nel Territorio dell’Iowa, e dei vescovi furono chiamati nelle congregazioni della Chiesa in località come Philadelphia. Nell’agosto del 1842, il Sommo Consiglio di Nauvoo divise la città in tredici rioni ecclesiastici e nominò un vescovo per ciascun rione.9 Nell’aprile del 1847, Whitney fu stato sostenuto come Vescovo presiedente della Chiesa, un ufficio che sarebbe rimasto da allora in poi.10

Dopo che i santi arrivarono nella Valle del Lago Salato, i dirigenti della Chiesa divisero la comunità in diciannove rioni con un vescovo per ciascun rione. A mano a mano che Salt Lake City cresceva, furono stabilite nuove comunità e furono creati altri rioni con i rispettivi vescovi. Questi vescovi servivano come dirigenti ecclesiastici presiedenti per ogni rione, gestivano la ricezione della decima e delle altre donazioni, dirigevano le riunioni domenicali e chiamavano i membri del rione a vari incarichi. Come i vescovi precedenti, essi erano generalmente assistiti da due consiglieri.

Le responsabilità del vescovo si ampliarono ulteriormente agli inizi del 1900, quando il presidente Joseph F. Smith e altri dirigenti riorganizzarono i quorum del Sacerdozio di Aaronne in modo che fossero costituiti principalmente da giovani. I vescovi furono incaricati di incoraggiare i giovani uomini nelle loro responsabilità sacerdotali e di supervisionare tutti i quorum del Sacerdozio di Aaronne nei rispettivi rioni (in precedenza questo rientrava nella giurisdizione dei pali).11

Oggi, i vescovi sono chiamati a presiedere in tutti i rioni della Chiesa. Essi provvedono alle necessità materiali e spirituali dei membri del proprio gregge e presiedono alla maggior parte degli aspetti della Chiesa nei rispettivi rioni.

Argomenti correlati: Consacrazione e intendenza