Restaurazione e storia della Chiesa
Dottrina e Alleanze
Note a piè di pagina

Hide Footnotes

Tema

“Dottrina e Alleanze”, Argomenti di storia della Chiesa

“Dottrina e Alleanze”

Dottrina e Alleanze

Dottrina e Alleanze è un volume di Scritture contenente le rivelazioni date a Joseph Smith e ad alcuni dei presidenti della Chiesa suoi successori. La Chiesa fece un primo tentativo di redigere e pubblicare una raccolta delle rivelazioni di Joseph Smith nel 1833, ma un attacco della plebaglia impedì la pubblicazione di quella prima raccolta, chiamata il Libro dei Comandamenti. Circa un anno dopo, Joseph Smith e altri dirigenti iniziarono nuovamente a preparare le rivelazioni per la pubblicazione.1 Il sommo consiglio di Kirtland incaricò un comitato formato dalla Prima Presidenza e dall’Assistente Presidente della Chiesa di redigere, in base alle rivelazioni date a Joseph Smith, i “punti della dottrina di Gesù Cristo” in un “libro di alleanze”.2 Il comitato pubblicò questo libro nel 1835 con il titolo di Dottrina e Alleanze della Chiesa dei Santi degli Ultimi Giorni. Un’assemblea generale della Chiesa votò all’unanimità di accettarlo come “una legge per la Chiesa” e una “regola di fede e pratica”.3

Scriptures. Doctrine and Covenants

Frontespizio dell’edizione del 1835 di Dottrina e Alleanze.

Dottrina e Alleanze si sviluppa dal Libro dei Comandamenti in diversi modi: il comitato aggiunse alcune rivelazioni non incluse nel Libro dei Comandamenti, preparò e aggiunse delle lezioni di teologia e introdusse numerose correzioni marginali al testo. Il titolo, Dottrina e Alleanze, era una descrizione delle due divisioni del libro. La prima parte, “sulla dottrina della Chiesa”, conteneva le lezioni teologiche in seguito conosciute come “Lezioni di teologia (Lectures on Faith)”.4 La seconda, “Alleanze e Comandamenti del Signore”, conteneva le rivelazioni. La raccolta passò dai sessantacinque “capitoli” del Libro dei Comandamenti alle centotrè “sezioni” di Dottrina e Alleanze.5

Seguirono altre edizioni, ciascuna delle quali apportava alcuni cambiamenti alla struttura del volume e includeva ulteriori rivelazioni. A Nauvoo, Joseph Smith supervisionò un’edizione che conteneva alcune nuove sezioni e che fu pubblicata poco dopo la sua morte, avvenuta nel 1844.6 In Gran Bretagna il Quorum dei Dodici Apostoli capì che i Santi inglesi avevano bisogno di avere a disposizione le rivelazioni e preparò un’edizione europea, da usare oltreoceano, basata sull’edizione di Nauvoo del 1844. La ristampa dell’edizione di Nauvoo e di quella europea fornirono copie ai membri man mano che la Chiesa cresceva, ma, nel decennio del 1870, il presidente Brigham Young comandò a Orson Pratt del Quorum dei Dodici Apostoli di aggiornare Dottrina e Alleanze. L’edizione del 1876 divideva ogni sezione in versetti e aggiungeva ventisei nuove sezioni, che includevano una rivelazione sul matrimonio celeste, un resoconto della visione di Joseph Smith e Oliver Cowdery di Elia nel tempio di Kirtland, la profezia di Joseph sulla guerra ed estratti delle sue lettere dalla prigione di Liberty.7

Le tre edizioni del XX secolo snellirono e migliorarono Dottrina e Alleanze. La versione del 1921 non includeva le Lezioni di teologia.8 L’edizione del 1981 uniformava le introduzioni delle sezioni, forniva riferimenti incrociati dettagliati ad altri libri di Scritture e aggiungeva nuove sezioni come la visione di Joseph F. Smith del 1918 del mondo degli spiriti e l’allora recente rivelazione del presidente Spencer W. Kimball con cui il sacerdozio veniva esteso a tutti i Santi degli Ultimi Giorni maschi degni, indipendentemente dalla razza.9 Col tempo, altri documenti sono diventati disponibili e, nel 2013, la Chiesa ha pubblicato una nuova edizione di Dottrina e Alleanze con introduzioni storiche più accurate per molte sezioni.10

Argomenti correlati: Il Libro dei Comandamenti, Lezioni di teologia (“Lectures on Faith”), Rivelazioni di Joseph Smith