Restaurazione e storia della Chiesa
Valle del Lago Salato
Note a piè di pagina

Hide Footnotes

Tema

“Valle del Lago Salato”, Argomenti di storia della Chiesa

“Valle del Lago Salato”

Valle del Lago Salato

Durante la primavera del 1844, all’intensificarsi delle tensioni tra i santi degli ultimi giorni e altri abitanti dell’Illinois, Joseph Smith e il Consiglio dei Cinquanta iniziarono a cercare un luogo in cui trasferirsi, un luogo dove i santi avrebbero potuto edificare il regno di Dio in pace.1 La Repubblica del Texas, il conteso Territorio dell’Oregon, i Territori messicani nelle Montagne Rocciose e la California figuravano tra le località prese in considerazione. La ricerca di un nuovo luogo di raduno si intensificò dopo l’assassinio di Joseph e di Hyrum Smith. Il Consiglio dei Cinquanta scartò il Texas quando esso fu annesso agli Stati Uniti, mentre invece la California era ritenuta una destinazione desiderabile per i suoi porti sull’oceano, dato che i dirigenti della Chiesa si aspettavano un massiccio raduno di santi provenienti dalle missioni all’estero.2

Entro l’autunno del 1845, tuttavia, i dirigenti della Chiesa, tra cui Brigham Young, Parley Pratt e George A. Smith, iniziarono a interessarsi alla regione del Grande Lago Salato, una terra teoricamente sotto il governo del Messico, ma considerata ampiamente disabitata e protetta dalla barriera naturale fornita dalle imponenti Montagne Rocciose. Avendo pianificato di inviare un gruppo in avanscoperta per aprire la strada verso ovest, Brigham Young disse al Consiglio: “È stato dimostrato che non ci sono grandi difficoltà nel mandare le persone al di là delle Montagne [Rocciose]. Abbiamo stabilito di inviarle in qualche luogo nei pressi del Grande Lago Salato e, dopo esservi giunti, in breve tempo potremo farci strada fino alla Baia della California, o alla Baia di San Francisco”. La regione del Grande Lago Salato era inoltre considerata una buona località in cui intrattenere rapporti con le nazioni degli Indiani americani dell’Ovest.3

Una compagnia d’avanguardia guidata da Brigham Young arrivò nella Valle del Lago Salato il 24 luglio 1847.4 A differenza delle altre valli dell’area, che erano abitate dagli Indiani americani per gran parte dell’anno, la Valle del Lago Salato era sfruttata in maniera ridotta, solo per la caccia e il raduno, dai popoli degli Ute e degli Shoshoni della regione. Invece di disperdersi in maniera indipendente sul territorio, la compagnia di Brigham Young si accampò in un forte mentre veniva pianificata la città e poi venivano scelti i lotti in cui insediarsi. Ispirato dalla planimetria della Città di Sion fatta da Joseph Smith, Brigham Young istruì gli agrimensori Orson Pratt e Henry Sherwood perché delimitassero grandi isolati della città in una griglia di strade ampie, lasciando spazio al centro per il futuro tempio.5 I lotti residenziali furono irrigati con l’acqua del City Creek, un ruscello di montagna che attraversava la valle, in modo che i pionieri potessero coltivare giardini e piantagioni private. Il terreno fertile a sud della città fu riservato alle coltivazioni su larga scala di cibo, come il grano, il mais, l’avena e i semi di lino. A differenza degli altri coloni nell’arido Ovest americano, che tendevano a vivere lontani gli uni dagli altri, questi primi santi stabilirono un modello secondo cui costruivano le case vicine tra loro e posizionavano le coltivazioni al di fuori dell’area della città. Questo modello venne poi seguito dai santi negli insediamenti di tutta la regione del Grande Bacino.6

Great Salt Lake City in 1853

Litografia che raffigura Salt Lake City nel 1853, di Frederick Piercy.

Nel corso degli anni seguenti, con l’arrivo di un numero sempre maggiore di santi, i dirigenti della Chiesa svilupparono più aree residenziali a est, a sud e a ovest del sito del futuro tempio. Oltre ai rioni centrali di Salt Lake City, i santi si stabilirono in comunità agricole lungo altri ruscelli della valle. Con il continuo raduno di santi nello Utah e il completamento della ferrovia transcontinentale nel 1869, Salt Lake City crebbe fino a divenire una grande città, divenne un rifugio permanente per i santi e ospita tuttora la sede centrale della Chiesa a livello mondiale.7

Argomenti correlati: Insediamenti dei pionieri; Pista dei pionieri; Emigrazione; Consiglio dei Cinquanta, Il; Grilli e gabbiani; Tempio di Salt Lake