Musica
Caro al cuor del Pastore

135

Caro al cuor del Pastore

Dolcemente

1. Caro al cuor del Pastore

è del Suo gregge l’agnel;

Egli lo ama e lo pasce

sotto l’azzurro del ciel.

Caro al cuor del Pastore

è l’agnel che si smarrì,

Egli lo cerca e lo chiama

per monti e valli ogni dì.

[Chorus]

Solo, affamato ed affranto,

vaga in deserti l’agnel,

ma il Buon Pastore lo segue

per ricondurlo all’ovil.

2. Caro al cuor del Pastore

è l’agnel che si smarrì;

Egli lo cerca e lo chiama,

senza mai posa ogni dì.

Novantanove altri agnelli

deve all’ovile lasciar,

e nel deserto fra i rovi

cerca l’errante salvar.

[Chorus]

Solo, affamato ed affranto,

vaga in deserti l’agnel,

ma il Buon Pastore lo segue

per ricondurlo all’ovil.

3. Caro al cuor del Pastore

è chi rimane all’ovil;

Egli lo ama e lo pasce

fuor dal deserto ogni dì.

Con cuor zelante il Pastore

gli indica il giusto cammin,

al Padre vuol ricondurre

ogni fedele Suo agnel.

[Chorus]

Solo, affamato ed affranto,

vaga in deserti l’agnel,

ma il Buon Pastore lo segue

per ricondurlo all’ovil.

4. Alle pasture Sue verdi

ci guida il santo Pastor;

di dolci acque assetati,

vogliam seguire il Signor.

Or con amore profondo

ogni agnel cercherem,

non temeremo i deserti,

a Lui lo riporterem.

[Chorus]

Solo, affamato ed affranto,

vaga in deserti l’agnel,

ma noi lo ritroveremo

per ricondurlo all’ovil.

Testo: Mary B. Wingate, n. 1899

Musica: William J. Kirkpatrick, 1838–1921

Luca 15:4–7

1 Pietro 5:2–4