Crescere insieme
    Note a piè di pagina
    Theme

    Crescere insieme

    I fratelli Clarkson sono stati benedetti dal servire nei rispettivi quorum del sacerdozio e dalla lettura del Libro di Mormon.

    three brothers

    Fotografie di Richard M. Romney

    Nella Chiesa stanno avvenendo molti cambiamenti entusiasmanti grazie all’ispirazione ricevuta dal presidente Russell M. Nelson. Due di essi hanno interessato direttamente i fratelli Clarkson della California, USA:

    1. I giovani uomini possono ora essere ordinati al rispettivo ufficio del sacerdozio a gennaio dell’anno in cui compiono dodici, quattordici e sedici anni.

    2. I giovani degni possono beneficiare di una raccomandazione del tempio per usi specifici a partire dal mese di gennaio dell’anno in cui compiono dodici anni.

    Per i fratelli Matthew (15), Andrew (13) e Isaac (11), questi cambiamenti hanno offerto nuove opportunità di servire e crescere nel vangelo di Gesù Cristo non solo individualmente ma anche insieme.

    Un giorno di novità

    A gennaio 2019 Matthew, Andrew e Isaac hanno tutti vissuto un giorno di novità. Andrew racconta: “Matthew è diventato un sacerdote, io un insegnante e Isaac un diacono, tutti contemporaneamente. Nessuno di noi avrebbe avuto l’età giusta secondo le vecchie direttive”.

    “Il mio primo giorno come sacerdote”, dice Matthew, “ho spezzato il pane per il sacramento e l’ho benedetto. Ero un po’ nervoso. Mi tremavano un po’ le mani mentre recitavo la preghiera, ma è stato davvero bellissimo”.

    Nuovo nel Sacerdozio di Aaronne, Isaac ora ha la possibilità di imparare dai suoi fratelli maggiori. “È stato bello perché ero con i miei fratelli e alcuni dei loro amici”, dice Isaac. “Ho sentito lo Spirito mentre distribuivo il sacramento per la prima volta”.

    “Ho battezzato mio fratello!”

    Oltre a ricevere il Sacerdozio di Aaronne e a distribuire il sacramento, Isaac si è anche recato al tempio per celebrare i battesimi. Prima è stato battezzato da suo padre, ma poi c’è stata una sorpresa: “Ho potuto battezzare mio fratello!”, dice Matthew.

    Isaac dice: “Non mi aspettavo che Matthew mi battezzasse, ma ora è un sacerdote e quindi ha potuto farlo. È stata davvero una bella esperienza. Ho sentito lo Spirito Santo”.

    Ogni mattina prima del Seminario

    Matthew, Andrew e Isaac non sono gli unici fratelli nella famiglia Clarkson. Ce ne sono altri quattro: Levi (9), Eli (7), Sam (4) e Titus (2), e un altro in arrivo.

    Quando il presidente Nelson alla conferenza generale di ottobre 2018 ha invitato le donne della Chiesa a leggere il Libro di Mormon entro la fine dell’anno, Matthew, Andrew e Isaac, insieme al loro papà e ai fratelli minori, hanno deciso di aiutare la mamma. “Lo leggeremo con te!”, hanno detto. Ogni mattina, prima del Seminario, si svegliavano e leggevano insieme.

    Una sfida che cambia la vita

    “Quando abbiamo accettato questa sfida, pensavo che ci sarebbe voluto molto tempo”, dice Andrew. “Ero preoccupato che non avrei avuto abbastanza tempo per fare tutto ciò che volevo fare, come suonare la chitarra o uscire con gli amici. Ma mi sono reso conto che non funziona così. Più leggevo il Libro di Mormon più sembrava che avessi tempo. Mi sono reso conto che se continuo a leggere il più possibile le Scritture, la mia vita trova un equilibrio. Ho più tempo durante la giornata”.

    Matthew stava attraversando un periodo difficile quando la famiglia ha iniziato a leggere ogni mattina. Racconta: “Non andavo molto bene a scuola. Avevo problemi con il mio studio personale delle Scritture e con il mio rapporto con il Padre Celeste e non lo avevo detto a nessuno. Non ne avevo parlato con i miei genitori”.

    Tuttavia, trascorrendo più tempo a leggere il Libro di Mormon, il Vangelo ha iniziato ad avere la priorità nella vita di Matthew . Si è anche impegnato di più a scuola. Ha lavorato sodo e i suoi voti sono migliorati.

    “Mi sono anche reso conto di quanto il Padre Celeste e i miei genitori mi amano e di quanto mi aiutano, e ho una più profonda testimonianza di Gesù Cristo. Egli mi ha aiutato a superare le mie cattive abitudini e a rimettere la mia vita sulla strada giusta. Sono felice che la nostra famiglia abbia accettato la sfida del presidente Nelson. Mi ha cambiato la vita”.

    “Caspita, sono tantissime!”

    Accettare la sfida del presidente Nelson ha anche rafforzato la testimonianza di Isaac. “Abbiamo cerchiato le parole Dio, Signore, Redentore, Salvatore e Cristo ogni volta che le trovavamo”, dice. “Il giorno in cui abbiamo terminato di leggere, ho sfogliato il Libro di Mormon e ho visto tutte le parole che avevo cerchiato. Ho pensato: ‘Caspita, sono tantissime!’. Non avevo mai notato quante fossero. Leggendo il Libro di Mormon mi sono sentito molto più spirituale. Sono felice che l’abbiamo letto”.

    La vita è davvero migliore

    Matthew, Andrew e Isaac sono stupiti che la loro famiglia abbia finito il Libro di Mormon in soli due mesi. “Di solito ci mettiamo un anno”, dice Isaac. Insieme hanno scoperto le benedizioni che derivano dal seguire l’invito del profeta.

    “Se fai ciò che dovresti”, dice Andrew, “come instaurare un rapporto con il Padre Celeste tramite la preghiera, lo studio delle Scritture e la fedele attività nella Chiesa, la vita è davvero migliore”.

    Questi tre fratelli si sono aiutati a vicenda a crescere nel Vangelo. Seguono il profeta, che ha invitato i membri ad “accrescere la loro fede nel nostro Signore Gesù Cristo e nella Sua Espiazione, […] a stringere le loro alleanze con Dio e a tenervi fede, e a rafforzare e suggellare le famiglie”1.