Ipossia spirituale e l’importanza di avere buoni amici
    Note a piè di pagina
    Theme

    Solo digitale: Giovani Adulti

    Ipossia spirituale e l’importanza di avere buoni amici

    L’autrice vive nell’Australia Occidentale.

    Da giovane ho partecipato a molte riunioni al caminetto. Lo ammetto, non mi ricordo tutto, ma c’è un discorso che ho sempre ricordato. Uno dei miei dirigenti, che in precedenza era stato un pilota dell’aeronautica, ha condiviso la sua esperienza con l’ipossia — la carenza di ossigeno nel corpo, che influisce sul funzionamento del cervello.

    Il dirigente ha spiegato che i piloti dell’aeronautica rischiano l’ipossia, quindi fanno degli addestramenti in cui vengono esposti al fenomeno. In una sessione di addestramento era stato istruito di togliersi la maschera per l’ossigeno e di rimettersela quando sentiva di andare in ipossia. Ma non se l’è mai rimessa — i suoi amici hanno dovuto farlo per lui.

    Dopo l’addestramento, i suoi amici hanno spiegato di averlo visto presentare tutti i segni dell’ipossia — incapacità di prendere decisioni, linguaggio incoerente e confusione. Lui ha detto di non aver accusato alcuno di quei sintomi e pensava di essersi comportato normalmente, nonostante i suoi amici si rendessero conto che fosse in pericolo.

    A volte nella vita possiamo ritrovarci a percorrere il sentiero sbagliato senza necessariamente renderci conto che quello che stiamo facendo non è giusto. Potremmo prendere decisioni sbagliate, agire in maniera diversa ed essere completamente confusi riguardo alla vita — proprio come avviene con l’ipossia. Quello che conduce alla vita eterna è un sentiero da cui ci si può facilmente allontanare se tutti quelli che ti circondano non si sono presi lo stesso impegno di percorrerlo (vedere 1 Nefi 8:23, 28; 3 Nefi 14:13–14). È questo il momento in cui le cattive amicizie possono essere dannose se ti trovi già in uno stato di ipossia. Ovviamente, i cattivi amici non sono necessariamente cattive persone — parlo degli amici che non ti rimetteranno la maschera dell’ossigeno e che è possibile che ti portino a una condizione di pericolo spirituale.

    Essendo cresciuta in Australia, sono stata esposta a una varietà di amici sia dentro che fuori dalla Chiesa — alcuni non sono stati delle influenze positive. Mi sono trovata in situazioni in cui ero certa di riuscire a rimanere sul sentiero stretto e angusto, ma a causa dell’influenza di alcuni cattivi amici, le loro azioni sono diventate la norma per me e ho iniziato a seguire il loro esempio.

    Quello che mi ha aiutato a tornare in me è stato dare ascolto ai miei genitori e ai dirigenti della Chiesa. Sapevo che volevano il meglio per la mia vita e che erano in grado di vedere meglio di me che stavo precipitando in uno stato di ipossia spirituale. Così ho cercato di stare sempre in luoghi santi. Partecipavo alle attività per i giovani adulti e andavo in chiesa. Anche quando trascorrevo molto del mio tempo all’università e al lavoro, ho trovato sempre buoni amici. Ho fatto amicizia con molte persone che non sono membri della Chiesa, ma che fanno scelte giuste e sono grandi esempi. Per esempio, ho conosciuto una delle mie più grandi amiche alle superiori. Si è sempre impegnata ad essere una persona migliore e, nonostante non sia un membro della Chiesa, mi ha aiutato a riconoscere quando non stavo scegliendo la strada giusta. Ed è proprio questo che fa una grande amica.

    In Proverbi 13:20 leggiamo: “Chi va coi savi diventa savio, ma il compagno degl’insensati diventa cattivo”. Sono assolutamente d’accordo, gli amici di cui ci circondiamo più spesso sono quelli che alla fine seguiremo. Proprio come non me ne ero accorta io, anche tu potresti non renderti conto di andare in ipossia spirituale e di aver scelto il sentiero sbagliato o gli amici sbagliati. È importante ascoltare coloro che ti vogliono bene e stare in luoghi che invitano le brave persone e lo Spirito. Quando ho fatto queste cose, mi sono ritrovata circondata da amici migliori ogni giorno; amici che mi sostengono nelle mie scelte giuste.

    Indipendentemente da dove ti trovi nel mondo, puoi trovare amici che ti rimetteranno sempre la maschera dell’ossigeno quando avrai difficoltà a farlo da solo. Puoi trovare amici in grado di aiutarti a uscire dallo stato di ipossia spirituale in cui potresti trovarti. I tuoi amici hanno un impatto molto più grande nella tua vita di quello che puoi pensare, cerca dunque quelli che fanno le scelte giuste. Io l’ho fatto, e ciò ha cambiato per sempre me e il mio futuro.