Chiunque, ma non lui!
    Note a piè di pagina
    Theme

    Chiunque, ma non lui!

    women standing in snow

    Illustrazione di Phil, i2i Illustration

    Quando sentii parlare dell’iniziativa natalizia della Chiesa “Sii una luce” e della giornata mondiale di servizio, pensai: “Che bella idea. Parteciperò”.

    Un paio di giorni prima della giornata mondiale di servizio fissata per il primo dicembre, mi balenò in mente chi dovevo aiutare. Immediatamente pensai: “Chiunque, ma non lui!”. Questa persona per molti anni mi aveva fatto del male, ma più pensavo al suo nome, più sapevo che quel pensiero mi era venuto dallo Spirito.

    Dissi a mio marito ciò che stavo pensando e lui mi disse che servire quest’uomo darebbe stato un bene per me. Mi sentivo però ancora nervosa al pensiero di aiutarlo. Sapevo di non poterlo fare da sola così pregai per ricevere forza e perché qualcuno mi accompagnasse. Alla fine, chiamai le sorelle missionarie che accettarono di venire con me.

    Il primo dicembre arrivò e io ero nervosa a tal punto da tremare mentre guidavo. Quando arrivammo all’appartamento pregammo insieme. Feci alcuni respiri profondi e bussai alla porta. L’uomo aprì la porta, ma sembrava che non mi riconoscesse. Gli chiesi se sapeva chi fossi. Credeva che fossi una delle sorelle missionarie. Quando gli dissi chi ero, fu sorpreso ma compiaciuto che fossi andata a trovarlo. Ci fu un momento di imbarazzo quando gli dissi che era la giornata mondiale del servizio e che volevamo aiutarlo in qualsiasi modo fosse possibile.

    Divisi alcuni compiti con le missionarie e cominciammo a pulire il suo appartamento. Un paio d’ore dopo avevamo terminato e ce ne andammo. Solo mentre guidavo verso casa mi resi conto che stavo ridendo ed ero felice. Allora un pensiero mi colpì come un fulmine: il Padre Celeste aveva allontanato tutto il mio dolore, la mia sofferenza, la mia amarezza e la mia pena. Non c’erano più! Ero libera da tutta l’angoscia che mi aveva oppresso per così tanti anni. Il Padre Celeste mi ha benedetta con la forza di perdonare finalmente questa persona. Era meraviglioso quanto il mio cuore si sentisse leggero.

    Sono grata di aver seguito il suggerimento di aiutare quell’uomo. Il mio amorevole Padre Celeste sapeva che avevo bisogno di fare questa esperienza per poter crescere e diventare la persona che Egli vuole che io sia.