2010–2019
Il ruolo del Libro di Mormon nella conversione
File scaricati
Questa pagina (MP3)
Note a piè di pagina

Hide Footnotes

Tema

Il ruolo del Libro di Mormon nella conversione

Stiamo radunando Israele per l’ultima volta e lo stiamo facendo con il Libro di Mormon, uno degli strumenti di conversione più potenti.

Molte persone oggi si chiedono se Dio esista e quale sia il nostro rapporto con Lui. Molti conoscono poco o nulla del Suo grande piano di felicità. Più di trent’anni fa, il presidente Ezra Taft Benson ha osservato che “gran parte del mondo […] oggi [nega] la divinità del Salvatore. Mette in dubbio la Sua miracolosa nascita, la Sua vita perfetta e la realtà della Sua gloriosa risurrezione”1.

Ai nostri giorni, i dubbi si concentrano non soltanto sul nostro Salvatore, ma anche sulla Sua Chiesa — la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni — che Egli ha restaurato tramite il profeta Joseph Smith. Questi dubbi spesso si concentrano sulla storia, sugli insegnamenti o sulle pratiche della Chiesa del Salvatore.

Il Libro di Mormon ci aiuta a maturare nella testimonianza

In Predicare il mio Vangelo leggiamo: “Ricordati che la nostra comprensione [del Padre Celeste e del Suo piano di felicità] deriva dai profeti moderni, ossia da Joseph Smith e dai suoi successori, che ricevono rivelazione direttamente da Dio. La prima domanda cui deve rispondere un simpatizzante è, pertanto, se Joseph Smith era un profeta. La persona è in grado di rispondere a questa domanda leggendo il Libro di Mormon e pregando [al] riguardo”2.

La mia testimonianza della chiamata divina del profeta Joseph Smith è stata rafforzata dallo studio, accompagnato dalla preghiera, del Libro di Mormon – Un altro testamento di Gesù Cristo. Ho seguito l’invito di Moroni di “domandare a Dio, Padre Eterno, nel nome di Cristo”, per conoscere la veridicità del Libro di Mormon.3 Rendo testimonianza che so che è vero. Questa conoscenza è giunta a me, come può giungere a voi, “mediante il potere dello Spirito Santo”4.

L’introduzione del Libro di Mormon dichiara: “Coloro che ricevono questa divina testimonianza dal Santo Spirito verranno anche a conoscere tramite lo stesso potere che Gesù Cristo è il Salvatore del mondo, che Joseph Smith è il Suo rivelatore e profeta in questi ultimi giorni e che la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni è il regno del Signore nuovamente stabilito sulla terra in preparazione della seconda venuta del Messia”5.

Quando ero un giovane missionario in partenza per il Cile, ho imparato una lezione, che mi ha cambiato la vita, sul potere di conversione che ha il Libro di Mormon. Il signor Gonzalez serviva da molti anni in una posizione rispettabile nella sua chiesa. Possedeva una vasta formazione religiosa, compresa una laurea in teologia. Era piuttosto fiero della sua conoscenza della Bibbia. Per noi era ovvio che fosse uno studioso esperto di religione.

Conosceva bene i missionari della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni che servivano nella sua città, Lima, in Perù. Aveva sempre desiderato incontrarsi con loro per istruirli sulla Bibbia.

Un giorno, quasi come se fosse stato un dono dal cielo (almeno così pensava), due missionari lo fermarono per strada e gli chiesero se potevano andare a casa sua per condividere alcuni versetti delle Scritture. I suo sogno era diventato realtà! Le sue preghiere erano state esaudite. Finalmente poteva rimettere sulla giusta strada quei giovani traviati. Disse loro che sarebbe stato felice di accoglierli a casa sua per parlare delle Scritture.

Non vedeva l’ora che arrivasse il momento dell’appuntamento. Era pronto a usare la Bibbia per confutare ciò in cui credevano. Era certo che la Bibbia avrebbe indicato in modo chiaro ed eloquente gli errori delle loro convinzioni. Arrivò la sera dell’appuntamento e i missionari bussarono alla porta. Era emozionatissimo. Il suo momento era finalmente arrivato.

Aprì la porta e invitò i missionari a entrare. Uno dei missionari gli diede un libro blu e rese una sincera testimonianza, attestando di sapere che quel libro conteneva la parola di Dio. Il secondo missionario aggiunse la sua possente testimonianza del libro, attestando che era stato tradotto da un profeta moderno di Dio chiamato Joseph Smith, e che insegnava di Cristo. I missionari salutarono e se ne andarono.

Il signor Gonzalez era molto deluso. Tuttavia, aprì il libro e cominciò a sfogliarne le pagine. Lesse la prima pagina. Lesse una pagina dopo l’altra e non si fermò fino al pomeriggio del giorno dopo. Lesse tutto il libro e seppe che era vero. Sapeva che cosa doveva fare. Chiamò i missionari, ascoltò le lezioni e rinunciò alla vita che conosceva per diventare un membro della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.

Questo brav’uomo fu il mio insegnante al Centro di addestramento per i missionari di Provo, nello Utah. La storia della conversione del fratello Gonzalez e il potere del Libro di Mormon hanno lasciato un segno molto profondo in me.

Quando arrivai in Cile, il mio presidente di missione, il presidente Royden J. Glade, ci invitò a leggere ogni settimana la testimonianza del profeta Joseph Smith riportata in Joseph Smith – Storia. Ci insegnò che una testimonianza della Prima Visione avrebbe avuto un legame diretto con la nostra testimonianza del Vangelo e del Libro di Mormon.

Presi seriamente il suo invito. Ho letto i resoconti della Prima Visione; ho letto il Libro di Mormon. Ho pregato come indicato da Moroni e ho chiesto “a Dio, Padre Eterno, nel nome di Cristo”6 se il Libro di Mormon è vero. Oggi porto testimonianza che so che il Libro di Mormon è, come ha detto il profeta Joseph Smith, “il più giusto di tutti i libri sulla terra e la chiave di volta della nostra religione, e che un uomo si avvicina di più a Dio obbedendo ai suoi precetti che a quelli di qualsiasi altro libro”7. Il profeta Joseph ha anche dichiarato: “Togliete il Libro di Mormon e le rivelazioni, e dov’è la nostra religione? Non esiste più”8.

Conversione personale

Comprendendo meglio chi siamo e quali sono gli scopi del Libro di Mormon, la nostra conversione diventa più profonda e più salda. Veniamo rafforzati nel nostro impegno a tenere fede alle alleanze che abbiamo fatto con Dio.

Uno degli scopi principali del Libro di Mormon è quello di radunare la dispersa Israele. Questo raduno offre a tutti i figli di Dio la possibilità di entrare nel sentiero dell’alleanza e, onorando le alleanze che ne fanno parte, di tornare alla presenza del Padre. Quando insegniamo il pentimento e battezziamo i convertiti stiamo radunando la dispersa Israele.

Il Libro di Mormon contiene oltre cento riferimenti al casato d’Israele. All’inizio del Libro di Mormon, Nefi insegna: “Poiché il mio pieno intento è che io possa persuadere gli uomini a venire al Dio di Abrahamo, al Dio d’Isacco e al Dio di Giacobbe, per essere salvati”9. Il Dio di Abrahamo, d’Isacco e di Giacobbe è Gesù Cristo, il Dio dell’Antico Testamento. Noi siamo salvati quando veniamo a Cristo vivendo il Suo vangelo.

Più avanti, Nefi scrive:

“Sì, e mio padre parlò molto riguardo ai Gentili e anche riguardo al casato d’Israele, che esso sarebbe stato paragonato ad un olivo, i cui rami sarebbero stati spezzati e dispersi su tutta la faccia della terra. […]

E dopo che il casato d’Israele fosse stato disperso, essi sarebbero stati di nuovo radunati; ovvero alla fine, dopo che i Gentili avessero ricevuto la pienezza del Vangelo, i rami naturali dell’olivo, o i superstiti del casato d’Israele, sarebbero stati innestati, cioè sarebbero venuti a conoscenza del vero Messia, loro Signore e loro Redentore”10.

Inoltre, alla fine del Libro di Mormon, il profeta Moroni ci ricorda le nostre alleanze, dicendo: “Affinché tu non sia più confusa; affinché le alleanze del Padre Eterno che egli ha fatto con te, o casato d’Israele, possano adempiersi”11.

Le alleanze del Padre Eterno

Quali sono “le alleanze del Padre Eterno” a cui fa riferimento Moroni? Nel Libro di Abrahamo leggiamo:

“Il mio nome è Geova, e conosco la fine fin dal principio; perciò la mia mano sarà su di te.

E farò di te una grande nazione, e ti benedirò oltre misura, e renderò il tuo nome grande fra tutte le nazioni, e tu sarai una benedizione per la tua posterità dopo di te, affinché essi portino nelle loro mani questo ministero e questo sacerdozio a tutte le nazioni”12.

In una recente trasmissione a livello mondiale, il presidente Russell M. Nelson ha insegnato che “questi sono certamente gli ultimi giorni, e il Signore sta affrettando la Sua opera per radunare Israele. Questo raduno è la cosa più importante che sta avvenendo sulla terra oggi. Non c’è nient’altro di altrettanto grande, nient’altro di altrettanto importante, nient’altro di altrettanto maestoso e se lo scegliete, se lo volete, voi potete esserne una grande parte. Potete essere una grande parte di qualcosa di grande, qualcosa di grandioso, qualcosa di maestoso!

Quando parliamo del raduno, stiamo semplicemente affermando questa verità fondamentale: ciascuno dei figli del nostro Padre Celeste, da entrambi i lati del velo, merita di ascoltare il messaggio del vangelo restaurato di Gesù Cristo. Decidono loro se vogliono saperne di più”13.

Questo è ciò che stiamo facendo in quanto membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni: stiamo cercando di far sì che il mondo comprenda il vangelo di Gesù Cristo e si converta a esso. Noi siamo i servi chiamati a radunare Israele negli ultimi giorni.14. La nostra missione è chiara. Fratelli e sorelle, facciamo in modo di essere conosciuti come coloro che hanno preso a cuore la promessa di Moroni, che hanno pregato e hanno ricevuto una risposta che il Libro di Mormon è vero, e che poi hanno condiviso questa conoscenza con gli altri con le parole e, soprattutto, con i fatti.

Il ruolo del Libro di Mormon nella conversione

Il Libro di Mormon contiene la pienezza del vangelo di Gesù Cristo.15 Ci conduce alle alleanze del Padre le quali, se rispettate, ci garantiranno il Suo dono più grande: la vita eterna.16 Il Libro di Mormon è la chiave di volta della conversione di tutti i figli e di tutte le figlie del Padre Celeste.

Cito nuovamente il presidente Nelson: “Continuando a leggere ogni giorno il Libro di Mormon, imparerete la dottrina del raduno, [imparerete] delle verità su Gesù Cristo, sulla Sua Espiazione e sulla pienezza del Suo vangelo che non si trovano nella Bibbia. Il Libro di Mormon è di importanza fondamentale per il raduno di Israele. Di fatto, se non ci fosse il Libro di Mormon, il raduno promesso d’Israele non avverrebbe”17.

Concludo con le parole che il Salvatore disse ai Nefiti mentre insegnava loro le benedizioni promesse: “Voi siete i figlioli dei profeti, e siete del casato d’Israele; e appartenete all’alleanza che il Padre fece coi vostri padri, dicendo ad Abrahamo: Nella tua posterità, tutte le famiglie della terra saranno benedette”18.

Attesto che noi siamo figli e figlie di Dio, la progenie di Abrahamo, il casato d’Israele. Stiamo radunando Israele per l’ultima volta, e lo stiamo facendo con il Libro di Mormon, un libro che, unito allo Spirito del Signore, è lo strumento più potente per la conversione. Siamo guidati dal profeta di Dio, il presidente Russell M. Nelson, che dirige il raduno d’Israele ai nostri giorni. Il Libro di Mormon è vero. Ha cambiato la mia vita. Vi prometto, come hanno fatto Moroni e molti profeti di tutte le epoche, che può cambiare anche la vostra.19 Nel nome di Gesù Cristo. Amen.