Capitolo 9: Il Libro di Mormon – la chiave di volta della nostra religione
    Note a piè di pagina

    Capitolo 9

    Il Libro di Mormon: la chiave di volta della nostra religione

    “In fondo al nostro cuore non c’è forse un impulso ad avvicinarci a Dio […]? In tal caso il Libro di Mormon ci aiuterà a realizzare questo obiettivo meglio di qualsiasi altro libro.

    Dalla vita di Ezra Taft Benson

    Il 5 gennaio 1986 il presidente Ezra Taft Benson presiedette a una conferenza di palo ad Annandale, in Virginia (USA) — la sua prima conferenza di palo in veste di presidente della Chiesa. I Santi degli Ultimi Giorni che erano presenti furono “visibilmente commossi” nel sentirlo parlare. Nel suo sermone “egli rese testimonianza del potere del Libro di Mormon per cambiare la vita delle persone e condurle a Cristo”. Egli lanciò una “vigorosa sfida a studiare questo libro di Scritture”.1

    Questo messaggio non era nuovo nel ministero del presidente Benson. Quale membro del Quorum dei Dodici Apostoli egli aveva spesso incoraggiato i Santi degli Ultimi Giorni a studiare il Libro di Mormon e a seguire i suoi insegnamenti.2 Ma come presidente della Chiesa egli fu ispirato a enfatizzare ancor di più questo messaggio. Egli disse: “Il Signore ispirò il Suo servo Lorenzo Snow a sottolineare il principio della decima per redimere la Chiesa dalla schiavitù economica […] Oggi il Signore ha rivelato che è necessario sottolineare nuovamente l’importanza del Libro di Mormon”.3 Il presidente Benson portava testimonianza del Libro di Mormon ovunque andasse: alle riunioni missionarie, alle conferenze di palo e regionali, alle conferenze generali e alle riunioni con le Autorità generali.4

    In occasione del suo primo discorso alla Conferenza generale quale presidente della Chiesa, il presidente Benson spiegò un motivo per giustificare l’urgenza di questo messaggio. Egli ammonì: “Se non leggiamo il Libro di Mormon e non prestiamo ascolto ai suoi insegnamenti, come dice il Signore nella sezione 84 di Dottrina e Alleanze, l’intera Chiesa ricade sotto condanna: ‘E questa condanna resta sui figlioli di Sion, sì, su tutti’ [DeA 84:56]. Il Signore continua: ‘Ed essi rimarranno sotto questa condanna finché non si pentiranno e non ricorderanno la nuova alleanza, sì, il Libro di Mormon e i comandamenti precedenti che ho dato loro, non solo per dire, ma per fare, secondo ciò che ho scritto’ [DeA 84:57]”.5

    Le seguenti citazioni, tutte tratte dai sermoni che il presidente Benson tenne quand’era presidente della Chiesa, forniscono un esempio dei suoi ammonimenti e delle sue promesse collegati al Libro di Mormon:

    “Quindi dobbiamo usare molto di più il Libro di Mormon, non solo per parlarne, ma anche per fare. Perché? È il Signore stesso a fornirci la risposta: ‘Affinché possano produrre frutti adatti al regno del loro Padre; altrimenti ci sarà un flagello e giudizio che sarà riversato sui figlioli di Sion’ [DeA 84:58]. Abbiamo sentito questo flagello e questo giudizio!

    […] Il Libro di Mormon non è stato, e non è ancora, al centro del nostro studio individuale, degli insegnamenti impartiti in famiglia, della predicazione e del lavoro missionario. Dobbiamo pentirci di questa mancanza”.6

    “Noi non stiamo facendo il miglior uso possibile del Libro di Mormon. Le nostre case non sono forti se non usiamo questo libro per portare i nostri figli a Cristo. Corriamo il rischio che le nostre famiglie si facciano corrompere dalle usanze e dagli insegnamenti del mondo se non sappiamo usare il Libro di Mormon per denunciare e combattere le falsità […] I nostri missionari non sono realmente efficaci se non proclamano al mondo le sue verità. I convertiti alle nostre dottrine sociali, etiche, culturali o educative non sopravviveranno nel giorno di fuoco se le loro radici non affondano nella pienezza del Vangelo contenuta nel Libro di Mormon. Le lezioni che si tengono nella Chiesa non saranno impregnate di spirito se non alziamo il Libro di Mormon come nostro stendardo”.7

    “Vi benedico perché possiate comprendere meglio il Libro di Mormon. Vi prometto che d’ora innanzi, se ci nutriremo ogni giorno delle sue pagine e se osserveremo i suoi precetti, Dio riverserà su di noi, su ogni figlio di Sion e della Chiesa, le Sue benedizioni in misura sinora sconosciuta, e noi imploreremo Dio perché voglia allontanare la condanna, la maledizione e il giudizio. Di questo io porto umile testimonianza”.8

    “Non so con certezza perché Dio mi abbia conservato in vita sino a questa tarda età, ma so questo: che per il tempo presente Egli mi ha rivelato l’assoluta necessità di distribuire al mondo il Libro di Mormon in maniera meravigliosa. Voi dovete collaborare a questa impresa, e godere quindi delle benedizioni che egli ha riversato sull’intera Chiesa, sì, sui figli di Sion.

    Mosè non entrò mai nella Terra Promessa. Joseph Smith non vide mai la redenzione di Sion. Alcuni di noi forse non vivranno abbastanza a lungo da vedere il giorno in cui il Libro di Mormon inonderà la terra, e in cui il Signore distoglierà da noi la Sua condanna (vedere DeA 84:54-58). Ma, Dio volendo, intendo dedicare tutti i giorni che mi rimangono a questa gloriosa impresa”.9

    Il profeta Joseph Smith ha detto che il Libro di Mormon è “la chiave di volta della nostra religione”.

    Insegnamenti di Ezra Taft Benson

    1

    Il Libro di Mormon è la chiave di volta della nostra religione

    Quanto è importante il Libro di Mormon? Joseph Smith lo chiamò “la chiave di volta della nostra religione” (History of the Church, 4:461). “Togliete il Libro di Mormon [e le] rivelazioni”, egli disse “e dov’è la nostra religione? Non esiste più” (History of the Church, 2:52).10

    La chiave di volta è la pietra che viene posta al centro di un arco per tenerlo insieme. Se viene rimossa, l’arco crolla.

    Proprio come l’arco crolla se viene rimossa la pietra che lo tiene unito, così l’esistenza stessa della Chiesa dipende dalla verità del Libro di Mormon. I nemici della Chiesa lo comprendono chiaramente. Questo è il motivo per cui si sforzano tanto di dimostrare che il Libro di Mormon è falso; poiché, se riuscissero a screditarlo, screditerebbero anche il profeta Joseph Smith e con lui il diritto alle chiavi del sacerdozio, le rivelazioni e la chiesa restaurata. Ma per lo stesso motivo, se il Libro di Mormon è veritiero—e milioni di persone hanno già dichiarato di aver ricevuto tramite lo Spirito una testimonianza della sua verità—allora dobbiamo accettare la realtà della restaurazione della Chiesa e di tutto ciò che ad essa si accompagna.11

    Forse non c’è niente che attesti più chiaramente l’importanza di questo moderno libro di Scritture di ciò che il Signore stesso ha detto in merito ad esso.

    Egli stesso ha reso testimonianza (1) che è vero (DeA 17:6), (2) che contiene la verità e la Sua parola (DeA 19:26), (3) che fu tradotto tramite un potere conferito dall’alto (DeA 20:8), (4) che contiene la pienezza del vangelo di Gesù Cristo (DeA 20:9; 42:12), (5) che fu dato per ispirazione e che ne venne data conferma al mondo per mezzo del ministero degli angeli (DeA 20:10), (6) che porta testimonianza della verità delle Sacre Scritture (DeA 20:11), e (7) che coloro che lo accettano con fede riceveranno la vita eterna (DeA 20:14).12

    2

    Il Libro di Mormon rende testimonianza di Gesù Cristo e ci avvicina a Dio

    “La missione principale del Libro di Mormon è indicata nel suo frontespizio: ‘convincere i Giudei e i Gentili che Gesù è il Cristo, l’Eterno Iddio, che si manifesta a tutte le nazioni’.

    Chi cerca onestamente la verità, se medita devotamente sulle ispirate parole del Libro di Mormon potrà ottenere una forte testimonianza che Gesù è il Cristo”.13

    Ci ricordiamo della nuova alleanza, ossia il Libro di Mormon? Nella Bibbia abbiamo l’Antico Testamento e il Nuovo Testamento. La parola testamento deriva dal greco e può essere tradotta con alleanza o patto. È questo ciò che il Signore intendeva quando chiamò il Libro di Mormon la “nuova alleanza”? Esso è invero un altro testamento o testimone di Gesù. Questo è uno dei motivi per cui recentemente abbiamo aggiunto al titolo del Libro di Mormon la definizione: “Un altro testamento di Gesù Cristo”.

    Il Libro di Mormon è la chiave di volta della nostra testimonianza di Gesù Cristo, il quale è Egli stesso la pietra angolare di tutto ciò che facciamo. Esso porta testimonianza con potere e chiarezza della Sua esistenza. A differenza della Bibbia, che è passata attraverso generazioni di copisti, traduttori e religiosi corrotti che ne alterarono il testo, il Libro di Mormon è passato dall’autore al lettore attraverso una sola ispirata traduzione. Pertanto la sua testimonianza del Maestro è chiara, non diluita, e piena di forza. Ma il Libro di Mormon fa molto di più. Una gran parte del mondo cristiano oggi mette in dubbio la divinità del Salvatore. Mette in dubbio la Sua miracolosa nascita, la Sua vita perfetta e la realtà della Sua gloriosa risurrezione. Il Libro di Mormon proclama con parole chiare ed efficaci la verità di tutti questi avvenimenti. Il Libro di Mormon fornisce la spiegazione più completa della dottrina dell’Espiazione. In verità questo libro divinamente ispirato è una chiave di volta nel portare testimonianza al mondo che Gesù è il Cristo.14

    Nel Libro di Mormon la testimonianza di Gesù Cristo è “chiara, non diluita, e piena di forza”.

    [Il] profeta Joseph Smith […] disse: “Ho detto ai fratelli che il Libro di Mormon è il più giusto di tutti i libri sulla terra e la chiave di volta della nostra religione, e che un uomo si avvicina di più a Dio obbedendo ai suoi precetti che a quelli di qualsiasi altro libro” [History of the Church, 4:461 …] In fondo al nostro cuore non c’è forse un impulso ad avvicinarci a Dio, ad essere più simili a Lui nel nostro comportamento quotidiano, a cercare costantemente la Sua presenza nella vita? In tal caso il Libro di Mormon ci aiuterà a realizzare questo obiettivo meglio di qualsiasi altro libro. […]

    Il presidente Marion G. Romney […] portò testimonianza delle benedizioni di cui possono godere coloro che leggono e studiano il Libro di Mormon. Egli disse:

    “Sono certo che se nelle nostre case i genitori leggeranno devotamente e regolarmente il Libro di Mormon, sia da soli che insieme ai loro figli, lo spirito di questo grande libro verrà a permeare le nostre case e tutti coloro che in esse dimorano. Lo spirito di riverenza crescerà, come cresceranno il rispetto e la considerazione reciproci. Lo spirito di contesa scomparirà. I genitori consiglieranno i loro figli con maggiore affetto e maggior saggezza. I figli saranno più pronti a rispondere, più sottomessi ai consigli dei loro genitori. La rettitudine crescerà. La fede, la speranza e la carità — il puro amore di Cristo — abbonderanno nelle nostre case, nella nostra vita quotidiana portando dietro di loro pace, gioia e felicità” (vedere La Stella, ottobre 1980, 123).

    Queste promesse—di maggiore amore e armonia nella casa, di maggior rispetto fra genitori e figli, e di maggior spiritualità e rettitudine—non sono promesse vane, ma rappresentano esattamente ciò che il profeta Joseph Smith intendeva dire affermando che il Libro di Mormon ci aiuta ad avvicinarci di più a Dio.15

    3

    Il Libro di Mormon ci insegna la vera dottrina, confonde le false dottrine e rivela i nemici di Cristo

    “Il Signore stesso ha dichiarato che il Libro di Mormon contiene ‘la pienezza del Vangelo di Gesù Cristo’ (DeA 20:9). Ciò non significa che esso contenga tutti gli insegnamenti e tutte le dottrine rivelate finora; significa piuttosto che nel Libro di Mormon noi troviamo la pienezza di quelle dottrine che sono necessarie per la nostra salvezza. E tali dottrine sono spiegate con semplicità e chiarezza, sicché anche i bambini possono essere in grado di apprendere la via che porta alla salvezza e all’esaltazione. Il Libro di Mormon ci offre tante cose che allargano e approfondiscono la nostra conoscenza delle dottrine di salvezza. Senza di esso molti degli insegnamenti contenuti nelle altre Scritture non apparirebbero altrettanto ‘chiari e preziosi’”.16

    Per quanto riguarda la predicazione del Vangelo, il Libro di Mormon contiene la spiegazione più chiara, concisa e completa. Non c’è altro volume che gli si possa paragonare. In quale testo ottenete una comprensione altrettanto completa della natura della Caduta, della natura della morte fisica e spirituale, della dottrina dell’Espiazione, della dottrina della giustizia e della misericordia inerenti all’Espiazione, e dei principi e delle ordinanze del Vangelo? Il Libro di Mormon contiene il resoconto più esauriente di queste dottrine fondamentali.17

    Il Libro di Mormon […] conferma e chiarisce la Bibbia. Rimuove da essa le pietre d’inciampo, le restituisce molte cose chiare e preziose. Portiamo testimonianza che, quando vengono usati insieme, la Bibbia e il Libro di Mormon confondono le false dottrine, eliminano le contese e stabiliscono la pace (vedi 2 Nefi 2:12).18

    “Dobbiamo… conoscere il Libro di Mormon meglio di qualsiasi altro libro. Non soltanto dobbiamo conoscere le storie e i racconti in esso contenuti che rafforzano la nostra fede, ma dobbiamo anche comprenderne gli insegnamenti. Se studiamo attentamente le dottrine contenute nel Libro di Mormon possiamo mettere in luce gli errori e trovare le verità necessarie per combattere molte delle false teorie e ideologie degli uomini.19

    Ho notato all’interno della Chiesa una differenza in termini di discernimento, capacità di comprensione, convinzione e spirito tra coloro che conoscono e amano il Libro di Mormon e coloro che non lo fanno. Questo libro è un gran setaccio.

    “Il Libro di Mormon denuncia i nemici di Cristo. Confuta le false dottrine ed elimina ogni controversia (vedi 2 Nefi 2:12). Fortifica gli umili seguaci di Cristo contro i disegni malvagi, le strategie e le dottrine del diavolo ai nostri giorni. Il genere di apostati che è presente nel Libro di Mormon è molto simile al genere di apostati che abbiamo oggi. Dio, nella Sua infinita prescienza, plasmò il Libro di Mormon in modo che noi potessimo vedere l’errore e riuscissimo a combattere i falsi concetti educativi, politici, religiosi e filosofici del nostro tempo.20

    4

    Dottrina e Alleanze è il legame che unisce il Libro di Mormon alla continua opera della Restaurazione

    Vorrei parlare in particolare del Libro di Mormon e di Dottrina e Alleanze. Questi due grandi libri di Scritture degli ultimi giorni sono accomunati dal loro carattere di rivelazioni del Dio d’Israele fatte allo scopo di radunare e preparare il suo popolo per la seconda venuta del Signore. […]

    Al Profeta Joseph Smith il Signore disse: “Questa generazione avrà la mia parola tramite te” (DeA 5:10). Il Libro di Mormon e Dottrina e Alleanze fanno parte dell’adempimento di questa promessa. Insieme, questi due grandi volumi di Scritture portano grandi benedizioni a questa generazione […].

    Ognuna di queste due grandi Scritture degli ultimi giorni porta possente ed eloquente testimonianza del Signore Gesù Cristo. [Praticamente] ogni pagina, sia di Dottrina e Alleanze che del Libro di Mormon, parla del Maestro, del Suo grande amore per i Suoi figli e del Suo sacrificio espiatorio, e ci mostra come dobbiamo vivere in modo da poter ritornare da Lui e dal nostro Padre Celeste.

    Ognuno di questi due grandi libri di Scritture degli ultimi giorni contiene la conoscenza e il potere necessari per aiutarci a condurre una vita migliore in un tempo di grande malvagità. Coloro che scrutano attentamente e devotamente le pagine di questi libri vi troveranno conforto, consigli, guida e il calmo potere necessario a rendere migliore la loro vita.21

    Dottrina e Alleanze è il legame che unisce il Libro di Mormon alla continua opera di restaurazione compiuta per mezzo del profeta Joseph Smith e dei suoi successori.

    In Dottrina e Alleanze impariamo ciò che riguarda il lavoro di tempio, le famiglie eterne e i gradi di gloria, l’organizzazione della Chiesa e molte altre grandi verità della Restaurazione. […]

    Il Libro di Mormon è la chiave di volta della nostra religione e Dottrina e Alleanze ne è la pietra di copertura, con la sua rivelazione continua degli ultimi giorni. Il Signore ha posto il Suo suggello di approvazione sia sulla chiave di volta che sulla pietra di copertura.22

    Dottrina e Alleanze è un glorioso libro di Scritture rivelate direttamente alla nostra generazione. Esso contiene la volontà del Signore a nostro riguardo, in questi ultimi giorni che precedono la Seconda Venuta di Cristo. Contiene molte verità e dottrine che non sono completamente rivelate in altre Scritture. Come il Libro di Mormon, rafforzerà coloro che studiano attentamente e devotamente le sue pagine.

    Noi, santi dell’Altissimo Iddio, facciamo tesoro delle parole che Egli ha preservato per noi a un così gran prezzo? Usiamo il Libro di Mormon e Dottrina e Alleanze per progredire e resistere ai poteri del Maligno? Questo è lo scopo per cui essi ci vennero dati. Come potremo presentarci senza essere condannati al cospetto del Signore se li trattiamo con leggerezza, lasciando che la polvere si accumuli su di essi nei nostri scaffali?

    Miei amati fratelli e sorelle, vi porto la mia solenne testimonianza che questi libri contengono la mente e la volontà del Signore per noi in questi giorni di prove e di tribolazioni. Essi si affiancano alla Bibbia nel rendere testimonianza del Signore e della Sua opera. Questi libri contengono la voce del Signore per noi in questi ultimi giorni. Rivolgiamoci dunque ad essi con pieno intento di cuore per usarli nella maniera in cui il Signore desidera che siano usati.23

    Suggerimenti per lo studio e l’insegnamento

    Domande

    • Quando leggete gli insegnamenti del presidente Benson riguardanti il fatto che il Libro di Mormon è la chiave di volta della nostra religione (vedere la sezione 1), riflettete sul posto che esso ha nella vostra vita. Che cosa possiamo fare per dare al Libro di Mormon un ruolo più fondamentale nei nostri sforzi di vivere il Vangelo?

    • Il presidente Benson ha detto che il Libro di Mormon rende testimonianza di Gesù Cristo e ci avvicina a Dio (vedere la sezione 2). Quali sono alcune cose che avete imparato sul Salvatore durante il vostro studio del Libro di Mormon? In che modo il Libro di Mormon ha avvicinato maggiormente voi e la vostra famiglia a Dio?

    • Perché dovremmo “conoscere il Libro di Mormon meglio di qualsiasi altro libro”? In che modo le dottrine del Libro di Mormon vi hanno fortificato per contrastare le “dottrine del diavolo ai nostri giorni”? (Vedere la sezione 3).

    • In che modo il Libro di Mormon e Dottrina e Alleanze operano insieme per rafforzarci? (Vedere la sezione 4).

    Passi scritturali correlati

    Isaia 29:9–18; 1 Nefi 13:35–41; 2 Nefi 25:23, 26; 29:6–9; DeA 1:17–29

    Sussidi didattici

    “La maggior parte dei manuali di lezioni propongono delle domande per avviare e continuare una utile discussione. Puoi fare queste domande e prepararne altre di tua scelta. Fai domande che richiedono una riflessione e aiuta gli allievi a meditare veramente sul Vangelo” (Insegnare: non c’è chiamata più grande [2000], 63).

    Note

    1. Sheri L. Dew, Ezra Taft Benson: A Biography (1987), 489.

    2. Per alcuni esempi vedere: “Il Libro di Mormon è la parola di Dio”, La Stella, maggio 1988, 2–7; “Una nuova testimonianza di Cristo”, La Stella, gennaio 1985, 4–6; vedere anche Ezra Taft Benson: A Biography, 491–493.

    3. “Una sacra responsabilità”, La Stella, luglio 1986, 78; vedere anche Insegnamenti dei presidenti della Chiesa - Lorenzo Snow (2012), 161–165.

    4. Vedere Ezra Taft Benson: A Biography, 495.

    5. “Purifichiamoci all’interno”, La Stella, luglio 1986, 3.

    6. “Purifichiamoci all’interno”, 3–4.

    7. “Il Libro di Mormon è la parola di Dio”, La Stella, maggio 1988, 6.

    8. “Una sacra responsabilità”, La Stella, luglio 1986, 78; corsivo rimosso rispetto all’originale.

    9. “Inondiamo la terra col Libro di Mormon”, La Stella, gennaio 1989, 4.

    10. “Una nuova testimonianza di Cristo”, 4.

    11. “Il Libro di Mormon: la chiave di volta della nostra religione”, La Stella, gennaio 1987, 3, 4.

    12. “Il Libro di Mormon: la chiave di volta della nostra religione”, 3.

    13. “‘Venite a Cristo’”, La Stella, gennaio 1988, 77.

    14. “Il Libro di Mormon: la chiave di volta della nostra religione”, 3, 4.

    15. Vedere “Il Libro di Mormon: la chiave di volta della nostra religione”, 5. Il presidente Marion G. Romney servì quale consigliere nella Prima Presidenza da luglio 1972 a novembre 1985.

    16. “Il Libro di Mormon: la chiave di volta della nostra religione”, 4.

    17. The Teachings of Ezra Taft Benson (1988), 56.

    18. “Una nuova testimonianza di Cristo”, 6.

    19. “Gesù Cristo: doni e aspettative”, La Stella, dicembre 1987, 3.

    20. “‘Aggiungiamo la nostra testimonianza’”, La Stella, dicembre 1989, 8.

    21. “Il dono della rivelazione moderna”, La Stella, gennaio 1987, 75, 76.

    22. “Il Libro di Mormon e Dottrina e Alleanze”, La Stella, luglio 1987, 77.

    23. “Il dono delle rivelazioni moderne”, 77.