Messaggio introduttivo
    Note a piè di pagina
    Theme

    Messaggio introduttivo

    Annunciamo una riorganizzazione significativa dei nostri quorum del Sacerdozio di Melchisedec al fine di compiere l’opera del Signore più efficacemente.

    Grazie, fratello Holmes, per il suo messaggio importante.

    Cari fratelli, il presidente Thomas S. Monson e l’anziano Robert D. Hales ci mancano molto. Tuttavia, dobbiamo avanzare nell’opera del Signore.1

    Sono molto grato per ciascun uomo che detiene il santo sacerdozio. Voi siete la speranza del nostro Redentore, il quale desidera “che ognuno parli nel nome di Dio, il Signore, sì, il Salvatore del mondo”2. Egli vuole che tutti i Suoi figli che sono stati ordinati Lo rappresentino, parlino per Lui, agiscano per Lui e benedicano la vita dei figli di Dio nel mondo “affinché anche la fede aumenti [su tutta la] terra”3.

    Alcuni di voi servono in luoghi in cui la Chiesa è presente da generazioni. Altri servono in luoghi in cui la Chiesa è relativamente nuova. I rioni di alcuni sono grandi. I rami di altri sono piccoli e le distanze enormi. A prescindere dalle vostre circostanze, ciascuno di voi è membro di un quorum del sacerdozio e ha il mandato divino di imparare e di insegnare, di amare e di servire gli altri.

    Stasera annunciamo una riorganizzazione significativa dei nostri quorum del Sacerdozio di Melchisedec al fine di compiere l’opera del Signore più efficacemente. In ogni rione, i sommi sacerdoti e gli anziani ora saranno uniti in un unico quorum degli anziani. Questo cambiamento accrescerà enormemente le possibilità e le capacità degli uomini che detengono il sacerdozio di servire gli altri. Gli anziani potenziali saranno accolti e seguiti da questo quorum. In ciascun palo, la presidenza di palo continuerà a presiedere al quorum dei sommi sacerdoti di palo. Tuttavia, la composizione di questo quorum si baserà sulle attuali chiamate nel sacerdozio, come verrà spiegato in seguito.

    Ora l’anziano D. Todd Christofferson e l’anziano Ronald A. Rasband del Quorum dei Dodici Apostoli ci istruiranno ulteriormente in merito a questi importanti cambiamenti.

    Queste modifiche sono state sotto esame per molti mesi. Abbiamo sentito il bisogno pressante di migliorare il modo in cui ci prendiamo cura dei nostri membri e in cui facciamo rapporto sui contatti che abbiamo con loro. Per farlo meglio, dobbiamo rafforzare i nostri quorum del sacerdozio per dare maggiore guida al ministero di amore e sostegno che il Signore ha in mente per i Suoi santi.

    Questi adattamenti sono ispirati dal Signore. Attuandoli, saremo ancora più efficaci di quanto lo siamo mai stati in precedenza.

    Siamo impegnati nell’opera di Dio Onnipotente. Gesù è il Cristo! Noi siamo i Suoi umili servitori! Fratelli, prego che Dio vi benedica mentre impariamo ciò che dobbiamo fare e lo facciamo. Nel nome di Gesù Cristo. Amen.