Dottrina e Alleanze 129
    Note a piè di pagina

    Sezione 129

    Istruzioni date da Joseph Smith, il Profeta, a Nauvoo, Illinois, il 9 febbraio 1843, che rendono note tre grandi chiavi mediante le quali si può distinguere la corretta natura degli angeli ministranti e degli spiriti.

    1–3: in cielo vi sono sia corpi risorti che di spirito; 4–9: vengono date le chiavi mediante le quali si possono identificare i messaggeri da oltre il velo.

    1 Vi sono due tipi di esseri in acielo, cioè: gli bangeli, che sono personaggi crisorti, che hanno un corpo di carne ed ossa;

    2 Per esempio, Gesù disse: Palpatemi e guardate; perché uno spirito non ha acarne e ossa come vedete che ho io.

    3 In secondo luogo: gli aspiriti degli uomini bgiusti resi perfetti, coloro che non sono risorti, ma che ereditano la stessa gloria.

    4 Quando un messaggero viene dicendo che ha un messaggio da Dio, offrigli la mano e chiedigli di scambiarvi una stretta di mano.

    5 Se è un angelo, egli lo farà, e tu sentirai la sua mano.

    6 Se è lo spirito di un uomo giusto reso perfetto, egli verrà nella sua gloria, poiché quello è il solo modo in cui possa apparire.

    7 Domandagli di scambiarvi una stretta di mano, ma egli non si muoverà, poiché è contrario all’ordine del cielo che un giusto inganni; ma tuttavia comunicherà il suo messaggio.

    8 Se è il adiavolo come un angelo di luce, quando gli chiederai di scambiarvi una stretta di mano, egli ti offrirà la sua mano, e tu non sentirai nulla; potrai dunque smascherarlo.

    9 Queste sono tre grandi chiavi mediante le quali potrai sapere se una manifestazione è da Dio.