Individui e famiglie
31 maggio–6 giugno. Dottrina e Alleanze 60–62: “Ogni carne è nelle mie mani”

“31 maggio–6 giugno. Dottrina e Alleanze 60–62: ‘Ogni carne è nelle mie mani’”, Vieni e seguitami – Per gli individui e le famiglie: Dottrina e Alleanze 2021 (2020)

“31 maggio–6 giugno. Dottrina e Alleanze 60–62”, Vieni e seguitami – Per gli individui e le famiglie: 2021

Campfire on the Missouri [accampamento lungo il Missouri], di Bryan Mark Taylor

31 maggio–6 giugno

Dottrina e Alleanze 60–62

“Ogni carne è nelle mie mani”

Il presidente Ezra Taft Benson ha insegnato che quando studiamo le Scritture “le testimonianze cresceranno, gli impegni saranno rafforzati. Le famiglie saranno fortificate e la rivelazione personale scorrerà in abbondanza” (“Il potere della parola”, La Stella, luglio 1986, 81).

Annota le tue impressioni

Nel giugno del 1831 Joseph Smith aveva tenuto una conferenza con gli anziani della Chiesa a Kirtland. In quell’occasione il Signore aveva diviso alcuni di loro in coppie e li aveva mandati nella Contea di Jackson, nel Missouri, con l’incarico di “[predicare] lungo il cammino” (Dottrina e Alleanze 52:10). Molti anziani lo avevano fatto diligentemente, ma altri no. Così, quando giunse il momento di tornare a Kirtland, il Signore disse: “di alcuni [anziani] non mi compiaccio, poiché non vogliono aprire la bocca ma, per timore degli uomini, nascondono il talento che ho dato loro” (Dottrina e Alleanze 60:2). Molti di noi possono provare simpatia per questi anziani, perché anche noi a volte esitiamo ad aprire la bocca per condividere il Vangelo. Anche noi forse ci sentiamo bloccati dal “timore degli uomini” o forse dubitiamo della nostra dignità o delle nostre capacità. Quali che siano le ragioni che ci frenano, il Signore “conosce la debolezza dell’uomo e sa come [soccorrerci]” (Dottrina e Alleanze 62:1). In mezzo a queste rivelazioni rivolte ai primi missionari vi sono rassicurazioni che possono aiutare noi a superare la nostra paura di condividere il Vangelo, o altre paure che potremmo avere: “Io, il Signore, governo in alto nei cieli”. “Io sono capace di rendervi santi”. “Ogni carne è nelle mie mani”. “Siate di buon animo, piccoli fanciulli, poiché io sono in mezzo a voi e non vi ho abbandonati” (Dottrina e Alleanze 60:4, 7; 61:6, 36).

Idee per lo studio personale delle Scritture

Dottrina e Alleanze 6062

Il Signore si rallegra quando apro la bocca per condividere il Vangelo.

Tutti noi abbiamo fatto esperienze in cui avremmo potuto parlare del Vangelo a qualcuno, ma per qualche motivo non lo abbiamo fatto. Mentre leggi le parole che il Signore rivolse ai primi missionari che mancarono di “aprire la bocca”, pensa alle opportunità che hai tu di condividere il Vangelo. Per quali aspetti la tua testimonianza del Vangelo è come un “talento” o un tesoro che Dio ti ha dato? In quali modi a volte nascondiamo il nostro talento? (Dottrina e Alleanze 60:2; vedere anche Matteo 25:14–30).

Il Signore corresse quei primi missionari, ma cercò anche di ispirarli. Quali messaggi di incoraggiamento da parte del Signore trovi nelle sezioni 60 e 62? In che modo questi messaggi ti infondono maggior sicurezza per condividere il Vangelo? Nei prossimi giorni, cerca delle occasioni per aprire la bocca e condividere ciò che Dio ti ha affidato.

Vedere anche Dottrina e Alleanze 33:8–10; 103:9–10; Dieter F. Uchtdorf, “Opera missionaria: condividere ciò che avete nel cuore”, Liahona, maggio 2019, 15–18.

Dio vuole che io condivida il Vangelo con gli altri.

Dottrina e Alleanze 61:5–6, 14–18

Tutte le acque sono maledette dal Signore?

L’ammonimento del Signore contenuto in Dottrina e Alleanze 61 riguardava, in parte, i rischi che si potevano correre recandosi a Sion sul fiume Missouri, che a quel tempo era conosciuto per la sua pericolosità. Tale ammonimento non va interpretato come se dovessimo evitare di viaggiare via acqua. Il Signore ha “ogni potere”, compreso il potere sulle acque (versetto 1).

Dottrina e Alleanze 61–62

Il Signore è onnipotente e mi può preservare.

Durante il loro viaggio di ritorno a Kirtland, Joseph Smith e altri dirigenti della Chiesa rischiarono la vita sul fiume Missouri (vedere Santi, 1:134–135). Il Signore si servì di quell’occasione per ammonire e istruire i Suoi servitori. Che cosa trovi in Dottrina e Alleanze 61 che ti incoraggia a riporre la tua fiducia nel Signore quando affronti le tue personali difficoltà? Ad esempio, perché è importante sapere che Dio “è di eternità in eternità”? (Versetto 1).

Spunti di riflessione simili si trovano nella sezione 62. Che cosa ti insegna il Signore su di sé e sul Suo potere in questa rivelazione?

Medita sulle volte in cui il Signore ti ha aiutato a superare un’avversità fisica o spirituale e su come queste esperienze abbiano rafforzato la tua fede.

Dottrina e Alleanze 62

Il Signore vuole che io prenda alcune decisioni come mi “parrà opportuno”.

A volte il Signore ci dà direttive specifiche, mentre su altre questioni lascia decidere a noi. In che modo vedi illustrato questo principio in Dottrina e Alleanze 62? (Vedere anche Dottrina e Alleanze 60:5; 61:22). In che occasioni hai visto attuato questo principio nella tua vita? Perché è bene che prendiamo alcune decisioni senza ricevere specifiche indicazioni da Dio?

Vedere anche Ether 2:18–25; Dottrina e Alleanze 58:27–28.

Idee per lo studio familiare delle Scritture e per la serata familiare

Dottrina e Alleanze 60:2–3.

Perché alcuni dei primi missionari esitavano a condividere il Vangelo? Perché, a volte, noi esitiamo? I membri della famiglia possono esercitarsi a parlare del Vangelo con qualcuno simulando diverse situazioni.

Dottrina e Alleanze 61:36–39.

Quali motivi troviamo in questi versetti per essere “di buon animo”? (Vedere anche Giovanni 16:33). Forse i tuoi familiari potrebbero scrivere o disegnare delle cose che danno loro gioia e poi raccoglierle tutte in un barattolo del “buon animo” (fai in modo che vi siano immagini del Salvatore e richiami al Suo amore per noi). Durante la settimana, quando un membro della famiglia avrà bisogno di qualcosa che gli ricordi i motivi per cui essere felice, potrà sceglierlo dal barattolo.

Dottrina e Alleanze 61:36.

In che modo puoi ricordare alla tua famiglia che il Salvatore è “in mezzo a [noi]”? Potreste decidere insieme dove collocare in casa una Sua immagine in modo che si veda bene. Come possiamo invitare il Salvatore nella nostra vita di tutti i giorni?

Dottrina e Alleanze 62:3.

Dopo aver letto questo versetto, potreste tenere una riunione familiare di testimonianze. Per spiegare che cos’è una testimonianza, potresti leggere dei brani del messaggio del presidente M. Russell Ballard intitolato “Una testimonianza pura” (Liahona, novembre 2004, 40–43). Perché è bene che teniamo nota delle nostre testimonianze?

Dottrina e Alleanze 62:5, 8.

Perché il Signore non ci dà dei comandamenti per ogni aspetto della nostra vita? Secondo il versetto 8, in che modo dobbiamo prendere le nostre decisioni?

Per ulteriori idee su come insegnare ai bambini, vedere lo schema di questa settimana di Vieni e seguitami – Per la Primaria.

Inno consigliato: “Testimonianza”, Inni, 83.

Come migliorare lo studio personale

Lascia che lo Spirito guidi il tuo studio. Lasciati guidare dallo Spirito Santo. Sii sensibile ai sussurri con i quali lo Spirito ti guida verso le cose che hai bisogno di imparare ogni giorno. Seguili anche quando ti invitano a leggere o a studiare un argomento diverso da quello che avresti studiato normalmente o quando ti invitano a farlo in maniera diversa da come sei solito fare.

Good Shepherd [Buon Pastore], di Del Parson