Luca 24
    Note a piè di pagina
    Theme

    Capitolo 24

    1 Durante il sabato si riposarono, secondo il comandamento; ma il primo giorno della settimana, la mattina, molto per tempo, esse si recarono al sepolcro, portando gli aromi che aveano preparato.

    2 E trovarono la pietra rotolata dal sepolcro.

    3 Ma essendo entrate, non trovarono il corpo del Signor Gesù.

    4 Ed avvenne che mentre se ne stavano perplesse di ciò, ecco che apparvero dinanzi a loro due uomini in vesti sfolgoranti;

    5 ed essendo esse impaurite, e chinando il viso a terra, essi dissero loro: Perché cercate il vivente fra i morti?

    6 Egli non è qui, ma è risuscitato; ricordatevi com’egli vi parlò quand’era ancora in Galilea,

    7 dicendo che il Figliuol dell’uomo doveva esser dato nelle mani d’uomini peccatori ed esser crocifisso, e il terzo giorno risuscitare.

    8 Ed esse si ricordarono delle sue parole;

    9 e tornate dal sepolcro, annunziarono tutte queste cose agli undici e a tutti gli altri.

    10 Or quelle che dissero queste cose agli apostoli, erano: Maria Maddalena, Giovanna, Maria madre di Giacomo, e le altre donne che eran con loro.

    11 E quelle parole parvero loro un vaneggiare, e non prestaron fede alle donne.

    12 Ma Pietro, levatosi, corse al sepolcro; ed essendosi chinato a guardare, vide le sole lenzuola; e se ne andò maravigliandosi fra se stesso di quel che era avvenuto.

    13 Ed ecco, due di loro se ne andavano in quello stesso giorno a un villaggio nominato Emmaus, distante da Gerusalemme sessanta stadi;

    14 e discorrevano tra loro di tutte le cose che erano accadute.

    15 Ed avvenne che mentre discorrevano e discutevano insieme, Gesù stesso si accostò e cominciò a camminare con loro.

    16 Ma gli occhi loro erano impediti così da non riconoscerlo.

    17 Ed egli domandò loro: Che discorsi son questi che tenete fra voi cammin facendo? Ed essi si fermarono tutti mesti.

    18 E l’un de’ due, per nome Cleopa, rispondendo, gli disse: Tu solo, tra i forestieri, stando in Gerusalemme, non hai saputo le cose che sono in essa avvenute in questi giorni?

    19 Ed egli disse loro: Quali? Ed essi gli risposero: Il fatto di Gesù Nazareno, che era un profeta potente in opere e in parole dinanzi a Dio e a tutto il popolo;

    20 e come i capi sacerdoti e i nostri magistrati l’hanno fatto condannare a morte, e l’hanno crocifisso.

    21 Or noi speravamo che fosse lui che avrebbe riscattato Israele; invece, con tutto ciò, ecco il terzo giorno da che queste cose sono avvenute.

    22 Vero è che certe donne d’infra noi ci hanno fatto stupire; essendo andate la mattina di buon’ora al sepolcro,

    23 e non avendo trovato il corpo di lui, son venute dicendo d’aver avuto anche una visione d’angeli, i quali dicono ch’egli vive.

    24 E alcuni de’ nostri sono andati al sepolcro, e hanno trovato la cosa così come aveano detto le donne; ma lui non l’hanno veduto.

    25 Allora Gesù disse loro: O insensati e tardi di cuore a credere a tutte le cose che i profeti hanno dette!

    26 Non bisognava egli che il Cristo soffrisse queste cose ed entrasse quindi nella sua gloria?

    27 E cominciando da Mosè e da tutti i profeti, spiegò loro in tutte le Scritture le cose che lo concernevano.

    28 E quando si furono avvicinati al villaggio dove andavano, egli fece come se volesse andar più oltre.

    29 Ed essi gli fecero forza, dicendo: Rimani con noi, perché si fa sera e il giorno è già declinato. Ed egli entrò per rimaner con loro.

    30 E quando si fu messo a tavola con loro, prese il pane, lo benedisse, e spezzatolo lo dette loro.

    31 E gli occhi loro furono aperti, e lo riconobbero; ma egli sparì d’innanzi a loro.

    32 Ed essi dissero l’uno all’altro: Non ardeva il cuor nostro in noi mentr’egli ci parlava per la via, mentre ci spiegava le Scritture?

    33 E levatisi in quella stessa ora, tornarono a Gerusalemme e trovarono adunati gli undici e quelli ch’eran con loro,

    34 i quali dicevano: Il Signore è veramente risuscitato ed è apparso a Simone.

    35 Ed essi pure raccontarono le cose avvenute loro per la via, e come era stato da loro riconosciuto nello spezzare il pane.

    36 Or mentr’essi parlavano di queste cose, Gesù stesso comparve in mezzo a loro, e disse: Pace a voi!

    37 Ma essi, smarriti e impauriti, pensavano di vedere uno spirito.

    38 Ed egli disse loro: Perché siete turbati? E perché vi sorgono in cuore tali pensieri?

    39 Guardate le mie mani ed i miei piedi, perché son ben io; palpatemi e guardate; perché uno spirito non ha carne e ossa come vedete che ho io.

    40 E detto questo, mostrò loro le mani e i piedi.

    41 Ma siccome per l’allegrezza non credevano ancora, e si stupivano, disse loro: Avete qui nulla da mangiare?

    42 Essi gli porsero un pezzo di pesce arrostito;

    43 ed egli lo prese, e mangiò in loro presenza.

    44 Poi disse loro: Queste son le cose che io vi dicevo quand’ero ancora con voi: che bisognava che tutte le cose scritte di me nella legge di Mosè, ne’ profeti e nei Salmi, fossero adempiute.

    45 Allora aprì loro la mente per intendere le Scritture, e disse loro:

    46 Così è scritto, che il Cristo soffrirebbe, e risusciterebbe dai morti il terzo giorno,

    47 e che nel suo nome si predicherebbe ravvedimento e remission dei peccati a tutte le genti, cominciando da Gerusalemme.

    48 Or voi siete testimoni di queste cose.

    49 Ed ecco, io mando su voi quello che il Padre mio ha promesso; quant’è a voi, rimanete in questa città, finché dall’alto siate rivestiti di potenza.

    50 Poi li condusse fuori fino presso Betania; e levate in alto le mani, li benedisse.

    51 E avvenne che mentre li benediva, si dipartì da loro e fu portato su nel cielo.

    52 Ed essi, adoratolo, tornarono a Gerusalemme con grande allegrezza;

    53 ed erano del continuo nel tempio, benedicendo Iddio.