Primaria
1–7 novembre. Dottrina e Alleanze 125–128: “Una voce di letizia per i vivi e per i morti”

“1–7 novembre. Dottrina e Alleanze 125–128: ‘Una voce di letizia per i vivi e per i morti’”, Vieni e seguitami – Per la Primaria: Dottrina e Alleanze 2021 (2020)

“1–7 novembre. Dottrina e Alleanze 125–128”, Vieni e seguitami – Per la Primaria: 2021

Us with Them and Them with Us [noi con loro e loro con noi], di Caitlin Connolly

1–7 novembre

Dottrina e Alleanze 125–128

“Una voce di letizia per i vivi e per i morti”

Se insegni ai bambini più piccoli e hai bisogno di ulteriore assistenza, consulta la sezione “Soddisfare le necessità dei bambini più piccoli” all’inizio di questa risorsa.

Annota le tue impressioni

Invita a condividere

Aiuta i bambini a pensare a qualcosa che hanno imparato questa settimana a casa o in Primaria. Dai loro alcuni minuti per fare un disegno di ciò a cui hanno pensato, per poi mostrarlo a tutta la classe.

Insegna la dottrina – Bambini più piccoli

Dottrina e Alleanze 126:3

Amo la mia famiglia.

Quando Brigham Young tornò a casa dopo aver predicato il Vangelo, il Signore gli disse di concentrarsi sul prendersi cura della sua famiglia.

Possibili attività

  • Dai ai bambini alcune informazioni su Brigham Young leggendo il Capitolo 49: I santi a Nauvoo” (Storie di Dottrina e Alleanze, 184) o riassumendo con parole tue Dottrina e Alleanze 126. Poi, leggi ai bambini Dottrina e Alleanze 126:3 ponendo enfasi sulla frase “prenderti cura speciale della tua famiglia”. Che cosa significa prendersi cura della propria famiglia? Aiuta i bambini a pensare a come possono mostrare amore ai loro familiari.

  • Prima della lezione, invita i bambini a portare una fotografia della loro famiglia (o chiedi loro di disegnarla). Poi, chiedi ai bambini di parlare di qualcosa che amano della loro famiglia. Mostra una foto della tua famiglia e fai la stessa cosa. Spiega perché il Padre Celeste vuole che ci prendiamo cura dei nostri familiari. Cantate un inno che insegna questa verità, come “Aiutando siamo felici” (Innario dei bambini, 108).

Dottrina e Alleanze 128:5, 12

Tutti i figli di Dio devono avere l’opportunità di essere battezzati.

Oltre ad aiutarli a prepararsi a stringere le loro alleanze battesimali, insegna ai bambini che possiamo aiutare coloro che sono morti senza essere stati battezzati a ricevere le stesse benedizioni.

Possibili attività

  • Mostra un’immagine del battesimo di Gesù Cristo (vedere Illustrazioni del Vangelo, 35) o mostra il video “Il battesimo di Gesù” (ChurchofJesusChrist.org). Chiedi ai bambini se hanno mai visto il battesimo di qualcuno. Che cosa ricordano? Usa l’immagine o il video per mostrare ai bambini che, quando siamo battezzati, andiamo completamente sott’acqua e poi ne usciamo, proprio come fece Gesù. Leggi Dottrina e Alleanze 128:12 e spiega che Joseph Smith insegnò che il battesimo ci ricorda la risurrezione.

  • Parla di qualcuno che conosci (ad esempio un tuo antenato) che è morto senza essere stato battezzato. Leggi Dottrina e Alleanze 128:5 e invitali a tenere a turno un’immagine del fonte battesimale di un tempio (vedere lo schema di questa settimana in Vieni e Seguitami – Per gli individui e le famiglie). Rendi testimonianza che il Padre Celeste ci permette di essere battezzati sulla terra per le persone che sono morte. In questo modo tutti i figli di Dio possono essere battezzati e stringere alleanze con Lui.

Dottrina e Alleanze 128:18

Il Padre Celeste vuole che io conosca la mia storia familiare.

Ci sono dei modi semplici in cui i bambini più piccoli possono prendere parte al lavoro di storia familiare. Aiutali a provare amore per le persone che fanno parte del loro albero genealogico.

Possibili attività

  • Realizza una catena di carta con i nomi delle persone che fanno parte della tua famiglia (vedere la pagina delle attività di questa settimana) e mostrala alla classe. Racconta qualcosa sulle persone della tua catena. Leggi ai bambini delle frasi tratte da Dottrina e Alleanze 128:18 e spiega che Joseph Smith insegnò che c’è “un legame […] tra i padri e i figli”. Aiuta i bambini a realizzare la loro catena di famiglia e invitali a portarla a casa e a chiedere ai genitori di aiutarli ad aggiungere i nomi dei loro antenati.

  • Chiedi ai bambini di raccontare qualcosa di uno dei loro nonni. Racconta una delle tue storie preferite sui tuoi genitori o sui tuoi nonni. Se possibile, mostra una fotografia. Esorta i bambini a imparare di più sui loro nonni e sui loro antenati.

Insegna la dottrina – Bambini più grandi

Dottrina e Alleanze 126

Posso aiutare prendendomi cura della mia famiglia.

In che modo puoi aiutare i bambini a servire i loro familiari in maniere significative?

Possibili attività

  • Leggete insieme Dottrina e Alleanze 126:3. Perché, secondo voi, il Padre Celeste chiese a Brigham Young di “[prendersi] cura speciale della [sua] famiglia”? Come possiamo fare lo stesso per la nostra famiglia? Fate una lista delle cose che possiamo fare per servire la nostra famiglia. In che modo fare queste cose ci aiuta a diventare più simili al Padre Celeste?

  • Racconta ai bambini la storia di Porter, il nipote della sorella Carole M. Stephens (vedere “Abbiamo un grande motivo per gioire”, Liahona, novembre 2013, 115). Che cosa fece Porter per prendersi cura della sua famiglia? Come possiamo seguire il suo esempio?

Dottrina e Alleanze 128:1, 15–18

Il battesimo per i morti crea un “legame” tra me e i miei antenati.

Joseph Smith insegnò che il battesimo per i morti crea un legame tra noi e i nostri antenati come gli anelli di una catena. Come puoi aiutare i bambini a sentire la gioia che deriva dal conoscere meglio i nostri antenati e dall’assicurarsi che venga fatto il lavoro di tempio per loro?

Possibili attività

  • Dividi la classe in due gruppi e chiedi al primo gruppo di leggere Dottrina e Alleanze 128:1 prestando attenzione a quale argomento occupava la mente del profeta Joseph Smith. Invita l’altro gruppo a leggere il versetto 17 e a scoprire quale argomento egli considerasse “il più glorioso”. Invita i bambini a condividere ciò che trovano e a parlare del perché questo argomento è così glorioso. Se possibile, invita un giovane che ha celebrato i battesimi per i morti a raccontare la sua esperienza e a spiegare perché svolgiamo quest’opera.

  • Potresti servirti di una dimostrazione pratica per spiegare che dobbiamo aiutare i nostri antenati che non sono stati battezzati. Ad esempio, mostra un dono o un dolcetto, ma collocalo fuori dalla portata di uno dei bambini. Spiega a quel bambino che può avere quell’oggetto, ma che non si può alzare dalla sedia. Chiedi agli altri bambini che cosa possono fare per aiutarlo a riceverlo. Leggete insieme Dottrina e Alleanze 128:15 e parlate di come questo versetto si collega alla dimostrazione pratica.

  • Invita i bambini a realizzare una catena di carta con i nomi dei genitori, dei nonni, dei bisnonni e così via (vedere la pagina delle attività per questa lezione). Se i bambini non conoscono i nomi dei loro antenati, esortali a scoprirli e a scriverli sulla catena quando saranno a casa. Leggete insieme Dottrina e Alleanze 128:18 per scoprire qual è il “legame” che rende la nostra storia familiare “intera” e “completa”. Racconta la storia di un tuo antenato che ti aiuta a sentire un legame con lui o lei. O potresti mostrare il video “Courage: I Think I Get It from Him” (ChurchofJesusChrist.org).

  • Mostra ai bambini una raccomandazione per il tempio e spiega loro come fare per ottenerne una. Aiutali a desiderare di ottenere la loro raccomandazione per il tempio, in modo da poter andare al tempio ed essere battezzati per i loro antenati.

    Possiamo trovare i nomi dei nostri antenati e celebrare le ordinanze del tempio in loro favore.

Incoraggia l’apprendimento a casa

Invita i bambini a chiedere a qualcuno a casa di aiutarli a imparare di più sulla loro storia familiare. Potrebbero farsi raccontare delle storie sui loro antenati o utilizzare FamilySearch.org per trovare i nomi di antenati che non sono stati battezzati.

Come migliorare l’insegnamento

Aiuta i bambini a esprimere la loro creatività. Spesso per i bambini è più facile ricordare una storia o un principio quando costruiscono, disegnano o colorano qualcosa che vi sia collegato. Possono anche usare ciò che hanno realizzato per insegnare ad altre persone (vedere Insegnare alla maniera del Salvatore, 25).