Menu Giovani

    Feriti

    Anziano Neil L. Andersen of the Quorum of the Twelve Apostles

    Le difficoltà sono parte della vita, ma devono proprio essere così dure?

    Parlando delle “ferite dell’anima”, l’anziano Neil L. Andersen ha dato questo consiglio: “Non arrendetevi mai: per quanto profonde possano essere le ferite della vostra anima, quale che sia la causa, ovunque o in qualunque momento possiate riceverle e per quanto brevemente o a lungo possano persistere, non siete fatti per perire spiritualmente. Siete fatti per sopravvivere spiritualmente e per germogliare nella fede e nella fiducia in Dio”. Studia il suo messaggio per imparare come puoi trionfare nelle battaglie della vita.

    Ciascuno di noi comprende che le difficoltà sono parte della vita, ma quando giungono a noi personalmente, possono toglierci il respiro. Non dobbiamo allarmarci, ma dobbiamo essere pronti. L’apostolo Pietro disse: “Non vi stupite della fornace accesa in mezzo a voi per provarvi, quasiché vi avvenisse qualcosa di strano” [1 Pietro 4:12]. Assieme ai colori sgargianti della felicità e della gioia ci sono i fili di colore più scuro delle prove e delle tragedie, fittamente intrecciati nel tessuto del piano di nostro Padre. Queste prove, seppur difficili, spesso diventano i nostri migliori insegnanti. […]

    Ciascuno di noi sarà ferito nella battaglia della vita, che sia fisicamente, spiritualmente, o entrambe le cose.

    Non arrendetevi mai: per quanto profonde possano essere le ferite della vostra anima, quale che sia la causa, ovunque o in qualunque momento possiate riceverle e per quanto brevemente o a lungo possano persistere, non siete fatti per perire spiritualmente. Siete fatti per sopravvivere spiritualmente e per germogliare nella fede e nella fiducia in Dio.

    Dio non ha creato i nostri spiriti per essere indipendenti da Lui. […]

    Il Salvatore è il nostro buon Samaritano. […]

    Il Salvatore ha promesso: “Non vi lascerò orfani; tornerò a voi” [Giovanni 14:18].

    La pace del tempio è un balsamo lenitivo per l’anima ferita. […]

    I vostri problemi e le vostre sofferenze sono molto reali, ma non dureranno per sempre. […]

    Miei fratelli e sorelle, vi prometto che se accrescerete la fede nel Signore Gesù Cristo riceverete ulteriore forza e maggiore speranza. A voi, che siete giusti, il Guaritore della nostra anima, a Suo tempo e a Suo modo, guarirà tutte le ferite. Nessuna ingiustizia, né persecuzione, né prova, né tristezza, né pena, né sofferenza, né ferita — per quanto profonde, grandi, dolorose — saranno escluse dal conforto, dalla pace e dalla speranza duratura di Colui le cui braccia aperte e le cui mani ferite ci accoglieranno nuovamente alla Sua presenza. L’apostolo Giovanni testimonia che in quel giorno, i giusti “che vengono dalla gran tribolazione” [Apocalisse 7:14] saranno “vestiti di vesti bianche […] davanti al trono di Dio”. L’agnello “spiegherà su [noi] la sua tenda […] e Iddio asciugherà ogni lagrima [dai nostri] occhi” [vedere Apocalisse 7:13, 15, 17].

    Vedere il testo integrale su conference.lds.org.

    Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

     
    1000 caratteri rimanenti

    Condividi la tua esperienza