Menu Giovani

    E se la mia testimonianza non giunge quando me l’aspetto?

    Hadley Griggs

    È normale che una testimonianza giunga lentamente: è un processo personale e individuale per ognuno di noi.

    Avete mai notato che certe persone pregano e ricevono subito una testimonianza, mentre altre sembra che attendano una conferma personale per giorni, mesi o persino anni? In questo momento state aspettando la vostra testimonianza?

    Che ci crediate o no, in effetti la rivelazione immediata è “abbastanza rara”. Molto spesso la rivelazione non giunge come se si accendesse la luce ma piuttosto come “la notte che [sta] diventando mattina”: un processo graduale e lento fino al sorgere del sole (vedere David A. Bednar, “Lo spirito di rivelazione”, conferenza generale di aprile 2011). Quindi, se stai aspettando di ricevere la tua testimonianza, non ti preoccupare: sei in buona compagnia!

    Giovane uomo che legge le Scritture

    Perfino alcuni dei nostri profeti hanno ricevuto la propria testimonianza lentamente, piuttosto che tutta in una volta. Da giovane, il presidente Joseph F. Smith (1838–1918) pregava sempre chiedendo di vedere un miracolo per poter avere una testimonianza. Disse: “Ma il Signore mi negava i prodigi e mi indicava la verità, linea su linea […], finché non mi fece conoscere interamente la verità, fugando definitivamente ogni mio dubbio e ogni mio timore. […] Per mezzo dei consigli della voce calma e sommessa dello Spirito dell’Iddio vivente, Egli mi dette la testimonianza che ora posseggo” (Conference Report, aprile 1900, 40–41; corsivo aggiunto).

    È perfettamente normale che una testimonianza giunga lentamente, anche quando sembra che le persone attorno a noi ricevono delle risposte immediate. Se state ancora aspettando di ricevere una testimonianza, questo non vuol dire che siate meno degni o meno importanti. L’anziano LeGrand R. Curtis jr dei Settanta, parlando di come ottenere una testimonianza del Libro di Mormon, ha spiegato: “Alcune persone hanno esperienze forti come questa la prima volta che leggono il Libro di Mormon, ma per altre la testimonianza della sua veridicità giunge più gradualmente, a mano a mano che lo leggono e pregano al riguardo” (“C’è potere nel Libro”, conferenza generale di ottobre 2016).

    Ottenere una testimonianza è un processo personale e individuale, quindi va bene che cresca lentamente. È assolutamente normale!

    Noi possiamo ricevere quella conoscenza

    “Una delle cose più grandiose riguardanti il piano del Padre Celeste per i Suoi figli è che ciascuno di noi può conoscere personalmente la veridicità di quel piano. Quella conoscenza rivelata non deriva da libri, prove scientifiche o meditazione intellettuale. […] Possiamo ricevere tale conoscenza direttamente dal nostro Padre Celeste mediante la testimonianza dello Spirito Santo” — Anziano Dallin H. Oaks

    A volte una testimonianza personale può giungere così gradualmente che non ce ne accorgiamo nemmeno. È un po’ come quando “diventiamo più alti di statura, probabilmente non sappiamo come avviene, perché la acquisiamo con il progresso personale” (Boyd K. Packer, “La ricerca della conoscenza spirituale”, Liahona, gennaio 2007, 16). Cresciamo giorno per giorno, centimetro per centimetro, fino a quando, un giorno, guardiamo il segno sul muro e ci accorgiamo di essere più alti di quanto eravamo prima. Una testimonianza, spesso, funziona nello stesso modo! Guardiamo a come eravamo e, spesso, notiamo quanto siamo cresciuti.

    Se la vostra testimonianza non cresce al ritmo che vorreste, la cosa più importante da fare è di non arrendersi. L’anziano M. Russell Ballard del Quorum dei Dodici Apostoli ci ha detto: “Non pretendo di sapere perché la fede per credere per alcuni è più facile che per altri. Sono solo grato di sapere che le risposte sono sempre lì, e se scegliamo di cercarle — cercarle davvero con intento reale e col pieno intento di un cuore devoto — alla fine troveremo le risposte alle nostre domande proseguendo sul sentiero del Vangelo” (“A chi ce ne andremmo noi?”, conferenza generale di ottobre 2016).

    Non scoraggiatevi. Il Padre Celeste vi ama e Gesù ha espiato per voi, e sa esattamente cosa state passando. C’è un piano. A qualsiasi punto sia la vostra testimonianza, ricordate che il Signore richiede solo che noi facciamo del nostro meglio. Se fate del vostro meglio, la testimonianza arriverà. 

    L’anziano David A. Bednar del Quorum dei Dodici Apostoli ci ha detto queste parole di incoraggiamento: “Non dovete fare altro che continuare a seguire con obbedienza e fede il Salvatore. E se lo farete ‘non potrete sbagliare’ (DeA 80:3)” (“Lo spirito di rivelazione”, conferenza generale di aprile 2011).

    Giovane donna che prega

    Ma che cos’è esattamente una testimonianza?

    Una testimonianza è una conoscenza personale data dallo Spirito Santo. Inizia col credere nel Padre Celeste e in Gesù Cristo e cresce “linea su linea” (2 Nefi 28:30) fino a comprendere tutti gli aspetti del Vangelo, come il fatto di sapere che le famiglie sono eterne, che il Libro di Mormon è vero, o che il profeta riceve le rivelazioni dal Signore. 

    A volte pensiamo di non ricevere una testimonianza perché non siamo sicuri di che cosa sia quella “conoscenza personale”. Abbiamo sempre sentito che lo Spirito ci parla con una “voce calma e sommessa”, ma che cosa vuol dire esattamente? Lo Spirito Santo ci può parlare in tanti modi diversi. A volte è un suggerimento tanto potente che “sembra occupare la [vostra] mente e s’impone più fortemente sui [vostri] sentimenti” (DeA 128:1). Altre volte è un sentimento di calore nel cuore. E altre volte ancora è un semplice sentimento di pace e calma, e “[sentirete] che è giusto” (DeA 9:8). Ricordate che “man mano che continuerete a [cercare e a] seguire la volontà del Signore, vi renderete conto di quanto lo Spirito Santo vi influenzi personalmente”. 

    Ci sono molti modi per permettere allo Spirito di parlarvi e di aiutarvi ad avere una testimonianza. Tra i più comuni ci sono: la preghiera, la lettura delle Scritture e il prendere il sacramento ogni settimana. Ma non fermatevi lì: potete ottenere una testimonianza anche grazie ai discorsi delle Conferenze, andando al tempio, ascoltando la musica, servendo e altro ancora. Potete ottenere una testimonianza rendendola

    Condividi la tua esperienza

    Avete mai dovuto aspettare per avere una testimonianza della verità? Condividi la tua esperienza qui sotto.

    Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

     
    1000 caratteri rimanenti

    Condividi la tua esperienza