Menu Giovani

    Sto per compiere diciotto anni e ho deciso di aspettare un po’ a svolgere una missione. Va bene lo stesso?

    Sono un giovane uomo, sto per compiere diciotto anni, e sento molto la pressione di dover partire in missione adesso. Eppure, ho deciso di aspettare un po’. Va bene lo stesso?

    Ogni giovane uomo degno e capace dovrebbe programmare di svolgere una missione. Tuttavia, la decisione di quando partire in missione andrebbe presa dopo esserti consigliato con i tuoi genitori, con il tuo vescovo e, soprattutto, con il Padre Celeste. Come ha detto il presidente Thomas S. Monson (1927–2018): “Non sto dicendo che adesso tutti i giovani maschi serviranno — o debbano servire — a [diciotto anni]. Piuttosto […], questo è ora possibile” (“Benvenuti alla Conferenza”, conferenza generale di ottobre 2012). Se sei pronto e in grado di servire non appena compi diciotto anni, sei certamente benvenuto a farlo. Tuttavia, se hai delle buone ragioni per aspettare un po’, la decisione di attendere è altrettanto valida. La pressione sociale — che ti spinga a partire appena possibile oppure a non partire affatto — non dovrebbe ricoprire alcun ruolo nella tua decisione.

    A prescindere da quando decidi di svolgere una missione, assicurati di avere un programma ben preciso. Pianifica ciò che farai per quanto riguarda lo studio, il lavoro e la preparazione per la missione. Dopodiché, coinvolgi le persone che ti amano e che tengono a te perché possano aiutarti ad attuare questo piano. Lo Spirito Santo ti guiderà mentre persegui i tuoi obiettivi e i tuoi desideri retti di servire Dio.

    Per ulteriori informazioni su quando svolgere una missione e su come puoi prepararti, leggi “Quando dovrei partire in missione?”.

    Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

     
    1000 caratteri rimanenti

    Condividi la tua esperienza