Menu Giovani

    Alcuni metodi per rendere la scuola difficile e altri per renderla facile

    Brad Wilcox

    Ecco cinque semplici modi per rendere la scuola difficile nell’immediato e cinque modi impegnativi per renderla facile a lungo termine.

    La scuola rappresenta una delle poche occasioni in cui paghiamo e poi non vogliamo godere dei frutti del nostro investimento. Desideriamo semplicemente che ottenere un’istruzione sia facile. Forse è comprensibile, ma dobbiamo decidere se vogliamo che sia facile adesso o in seguito. Non possiamo avere entrambe le cose. Quindi, ecco cinque semplici modi per rendere la scuola difficile nell’immediato e cinque modi faticosi per renderla facile a lungo termine.

    5 semplici modi per rendere la scuola difficile

    1. Concèntrati sui voti.

    Vivi per questo. Edifica la tua autostima sulla base dei voti. Se davvero i risultati delle prove sono la cosa più importante, allora non avrai problemi a giustificare qualche piccolo imbroglio. Dopo tutto, fa parte del gioco. Non pensare al modo in cui la tua istruzione può riflettere i tuoi interessi personali e i tuoi talenti. Pensa soltanto ai voti.

    Immagina il Salvatore, il Grande Maestro, pronunciare il Sermone sul Monte. Non riesci a sentire uno dei discepoli chiedere: “Questo sarà nella verifica?”.

    2. Fai tutto da solo.

    Non chiedere mai aiuto. Convinciti del fatto che gli insegnanti sono troppo occupati e che non si interessano. Va bene lamentarsi con loro una volta che i voti sono stati assegnati, ma non chiedere aiuto prima della fine del semestre. Vedi i compagni come degli avversari. Non aiutarli e non chiedere il loro aiuto in cambio. Soprattutto, non chiedere aiuto ai membri della famiglia (a meno che non sia la mattina in cui devi consegnare un compito).

    3. Usa il cellulare.

    Non perderlo di vista. Mentre sei a scuola, non spegnerlo e non metterlo nemmeno in modalità silenziosa. Puoi scrivere messaggi quando, invece, dovresti leggere. Scambiarsi massaggi rende più semplice persino imbrogliare durante le verifiche. Convinciti che il cellulare sia essenziale: un bisogno, non un desiderio. Assicurati di avere la versione più recente e migliore, con un accesso illimitato a qualunque cosa. Preoccupati di più di quanti messaggi riesci a inviare e a ricevere, piuttosto che di quello che state effettivamente studiando a scuola.

    4. Gioca ai videogiochi.

    Quando torni a casa, non pensare nemmeno ad aprire un libro, a fare i compiti o a svolgere degli esercizi. Rilassati. Siediti e “vegeta”. Che i giochi abbiano inizio. Dopo tutto, dobbiamo migliorare la coordinazione occhio-mano! Connettiti on-line con dei completi sconosciuti e gioca tutta la notte. Non dormire. Potresti perdere il tuo posto in classifica. Il computer può essere un meraviglioso strumento didattico, ma non usarlo come tale.

    5. Dai la colpa all’insegnante.

    Se la scuola non ti sta piacendo, biasima l’insegnante. Se non ti senti motivato, dì a tutti che è colpa sua. Non pensare di assumerti la responsabilità della tua stessa istruzione. Quello è il lavoro dell’insegnante. Questo è il motivo per cui gli insegnanti vengono pagati un sacco di soldi. Qualsiasi cosa tu faccia, non ringraziare un insegnante. Non prendere mai in considerazione i suoi sentimenti o il suo punto di vista. Non scrivere mai bigliettini gentili e non fare pensierini di ringraziamento.

    I suggerimenti elencati qui sopra sono certamente semplici, all’inizio. In realtà, a lungo termine, rendono l’andare a scuola difficile, persino infelice, per te e per chi ti sta intorno. Prova a fare in un altro modo. Mettiti alla prova impegnandoti a fare alcune cose difficili adesso, che alla fine renderanno la scuola una passeggiata.

    5 modi faticosi per rendere la scuola facile

    1. Soddisfa la necessità di leggere.

    Inizia facendo della lettura delle Scritture un’abitudine. Poi aggiungici la Liahona e il sito Internet per i giovani della Chiesa. Scopri i consigli e gli incoraggiamenti che ti aspettano. Scegli anche altri buoni libri. Diversamente dal guardare la televisione, che è un’attività passiva a livello mentale, la lettura è un’occupazione che impegna e allarga la mente. Ecco perché, quando si vede un film tratto da un libro che si è letto in precedenza, il libro risulta quasi sempre migliore.

    2. Scrivi.

    Non esiste nulla che possa farti fare un passo avanti nel tuo apprendimento meglio di un diario, a prescindere dal fatto che sia o meno un compito assegnato. Un diario offre un luogo sicuro dove puoi scoprire, pensare, riflettere, pianificare e sognare. Tenere un diario può spianare la strada a una maggiore comprensione e ispirazione. È il segno di riconoscimento di una persona veramente istruita, che continuerà ad apprendere per tutta la vita. Se pensi di stare semplicemente scrivendo un resoconto per i tuoi nipoti, riflettici di nuovo. Il valore più grande di un diario consiste in quello che può fare per te qui e ora. Dai un’occhiata a questi modi creativi per tenere un diario.

    3. Studia una lingua straniera.

    Non limitarti a partecipare alle lezioni necessarie, ma ascolta della musica in quella lingua. Leggi il Libro di Mormon in quella lingua. Cerca coloro che la parlano correntemente e conversa spesso con loro, chiedendo loro di correggere i tuoi errori. Viviamo in un periodo della storia del mondo e del progresso della Chiesa in cui conoscere una seconda lingua è essenziale. Anche diverse Autorità generali, nonostante siano molto impegnate, imparano e si esercitano in diverse lingue (leggi “Quando il presidente Nelson ha imparato il cinese”).

    4. Fai delle domande.

    Noi godiamo delle benedizioni della Restaurazione perché un adolescente ha fatto delle domande. Non si limitava ad accettare lo stato delle cose. Come Joseph Smith, anche tu puoi lasciare che siano le tue domande a indirizzare i tuoi studi e a darti una motivazione per la tua istruzione. Come Joseph, puoi essere paziente quando le risposte non giungono facilmente o rapidamente. Nel corso della tua ricerca, incontrerai diverse opinioni. Pensa in modo critico. Il solo fatto che qualcosa sia su Internet, venga accettato dalla maggior parte delle persone o sia persino reso legale non significa che sia giusto o buono (guarda “Scoprire la verità”).

    5. Mantieni una prospettiva.

    Tutte le cose sono spirituali (vedi Dottrina e Alleanze 29:34). Non separare la Chiesa, il Seminario o l’Istituto dall’istruzione secolare. Riserva del tempo a tutte queste cose. Maggiore sarà il numero di collegamenti che riesci a fare, più soddisfacente sarà la tua istruzione in tutti i campi della vita. Il Signore conosce la geologia e la fisica? Certo che sì. Apprezza la buona arte, la buona musica e la buona letteratura? Naturalmente, così come fanno anche i Suoi profeti viventi. La dottrina dei Santi degli Ultimi Giorni abbraccia tutta la verità.

    Non esiste verità che tu possa acquisire che non ti possa aiutare, in definitiva, nei tuoi sforzi per diventare più simile a Gesù Cristo e al Padre Celeste. L’istruzione non serve solo a guadagnarsi da vivere. Serve a edificare la nostra vita, qui e nell’eternità.

    Fede e conoscenza

    “La fede e la conoscenza richiedono uno sforzo e un impegno uguali. Non possiamo aspettarci che la fede sia al centro della nostra vita se spendiamo tutti gli sforzi alla ricerca della conoscenza, nello sport, nei passatempi, nel guadagnare denaro o in altre cause”.

    — Anziano Quentin L. Cook, membro del Quorum dei Dodici Apostoli, “Rafforzate la fede mentre cercate la conoscenza”, Liahona, settembre 2008, 10.

     

    Questo articolo è stato pubblicato originariamente nel numero di aprile 2009 della rivista New Era.

    Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

     
    1000 caratteri rimanenti

    Condividi la tua esperienza