Menu Giovani

    6 connessioni che instauriamo al Seminario

    David A. Edwards Riviste della Chiesa

    Per molti aspetti, il Seminario è il posto in cui le cose si collegano.

    A volte ti senti isolato mentre cerchi di trovare un senso nella vita? Se è così, allora un modo per sfuggire a questa sensazione è creare connessioni.

    Uno dei posti migliori per farlo è il Seminario (leggi l’articolo: “8 modi per rendere grandioso il Seminario”). Ecco alcune delle connessioni che si possono instaurare al Seminario.

    Ragazzi in una classe del Seminario

    1. Connettersi ad altre persone

    Il Seminario è un ottimo modo per ricordare che non sei solo. È anche un ottimo posto per connettersi agli altri in un ambiente sano e solidale.

    Sia che tu vada ogni giorno in classe, sia che tu faccia il corso a casa oppure on-line, il Seminario ti connette agli altri giovani e anche a un insegnante premuroso. Queste sono persone con cui puoi essere il meglio di te stesso. Puoi esplorare le Scritture, porre domande, cercare le risposte e parlare di pensieri, sensazioni ed esperienze. Puoi ridere, piangere e cantare insieme agli altri — e magari anche mangiare insieme (chiedi all’insegnante; se la risposta è no, non fa niente). (Guarda come alcuni giovani uomini usano i messaggi per aiutarsi a vicenda nel video “Mandare SMS contenenti verità”).

    Prima del mio primo anno di Seminario non capivo perché dovevamo studiare le Scritture. Pensavo che contenessero solo storie noiose. Grazie al Seminario, però, ho scoperto che ogni storia contiene una lezione di valore che posso applicare alla mia vita proprio adesso. Desidero continuare a conoscere le Scritture. —Oscar B., 15 anni, Costa Rica

    2. Connettersi alle Scritture

    Anche se le Scritture possono essere state scritte molto tempo fa e in luoghi molto lontani, il Seminario ti aiuta ad andare oltre lo spazio e il tempo per connetterti realmente ad esse. Ti aiuta a comprendere le similitudini e le differenze esistenti tra il mondo del passato e quello odierno. Ti aiuta anche a vedere la coerenza del messaggio di Dio al Suo popolo e al mondo. In questo modo, il Seminario può aiutarti a vedere come Dio può parlarti attraverso le Scritture e lo Spirito per darti una guida personalizzata. Ti aiuta anche a far diventare le Scritture delle amiche per la vita — una fonte costante di conforto, consiglio e aiuto (per saperne di più su come connettersi con le Scritture, leggi l’articolo “5 suggerimenti per personalizzare il tuo studio del Vangelo”).

    3. Connettere le Scritture le une alle altre

    Ragazza che sottolinea le Scritture

    Che cosa ha a che fare Alma con Matteo? Isaia ha qualcosa in comune con Dottrina e Alleanze? Il Seminario ti aiuta a vedere il filo che lega tutti gli insegnamenti del Vangelo tramite le Scritture. Non appena cominci a fare tali connessioni, le Scritture diventano utili ed emozionanti, oltre che facili da capire e familiari. Questo susciterà il tuo interesse nel fare altre connessioni del genere tra le Scritture. Il Seminario è fatto proprio per aiutarti in questo.

    4. Connettere il tuo presente e il tuo futuro

    Il tuo io presente può aver sentito parlare del tuo io futuro, ma sarebbe bello se potessero conoscersi meglio. Grazie al Seminario, puoi farti un’idea migliore di chi sia questo tuo io futuro. Per esempio, puoi vedere come il tuo io futuro missionario utilizza le Scritture per insegnare il Vangelo alle persone, per risolvere i loro dubbi e per aiutarle a cambiare la propria vita (leggi la risposta di un missionario alla domanda: “Perché imparare a memoria i versetti delle Scritture?”). Puoi anche avere un assaggio di come il tuo io futuro genitore semina l’amore per le Scritture nel cuore dei propri figli. Oppure puoi iniziare a capire come aiutare il tuo io futuro servitore nella Chiesa a servire, istruire e ispirare gli altri concentrandoti sulle verità spirituali. Ovviamente, vedrai anche come il tuo io futuro provi gioia, pace e ispirazione personali grazie all’abitudine di studiare le Scritture ogni giorno.

    5. Connettersi al tuo vero io

    Il tuo vero io è la parte di te che sa chi sei, da dove vieni e chi sono i tuoi Genitori Celesti. Il tuo vero io conosce anche il tuo vero potenziale, sa quale genere di potere possiedi già e il grande potere a cui puoi attingere se fai le scelte giuste.

    Giovane Uomo

    Mentre diventi esperto delle dottrine contenute nelle Scritture grazie al Seminario e senti lo Spirito Santo che te ne conferma la verità nel cuore, approfondisci tale conoscenza. Inoltre, sentirai lo Spirito che ti suggerirà di agire — di pentirti, servire, pregare, imparare e fare qualunque cosa in tuo potere per connetterti con il vero e miglior io che il Padre Celeste e Gesù Cristo sanno che puoi diventare.

    6. Connettersi al Padre Celeste

    Quando volgi a Lui le tue preghiere, impari da Lui e dal Salvatore e vivi come Essi vogliono che tu viva, rafforzi la tua connessione con il Padre Celeste. Al Seminario impari in che modo il Padre Celeste ti parla attraverso le Scritture e lo Spirito Santo, che si avvicina a te quando studi sinceramente le Scritture. Il Seminario ti fornisce anche frequenti opportunità di pregare, di meditare, di rendere testimonianza e di creare molte altre connessioni con il Padre Celeste (per saperne di più su come connettersi con il Padre Celeste, leggi l’articolo “Ricevuto!”).

    Condividi la tua esperienza

    Quali collegamenti hai fatto al Seminario? Condividi la tua esperienza qui sotto.

    Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

     
    1000 caratteri rimanenti

    Condividi la tua esperienza