Genesi 4
precedente avanti

Capitolo 4

Eva partorisce Caino e Abele — Essi offrono sacrifici — Caino uccide Abele ed è maledetto dal Signore, il quale mette anche un segno su di lui — I figli degli uomini si moltiplicano — Adamo genera Seth, e Seth genera Enosh.

1 Ora, Adamo conobbe Eva sua moglie, la quale concepì e partorì Caino, e disse: “Ho ottenuto un uomo, con l’aiuto dell’Eterno”.

2 Poi partorì ancora Abele, suo fratello. E Abele fu pastore di pecore; e Caino, lavoratore della terra.

3 E avvenne, di lì a qualche tempo, che Caino fece un’offerta di frutti della terra all’Eterno;

4 e Abele offrì anch’egli dei primogeniti del suo gregge e del loro grasso. E l’Eterno guardò con favore Abele e la sua offerta,

5 ma non guardò con favore Caino e la sua offerta. E Caino ne fu molto irritato, e il suo viso ne fu abbattuto.

6 E l’Eterno disse a Caino: “Perché sei irritato? e perché hai il volto abbattuto?

7 Se agisci bene non rialzerai tu il volto? ma, se agisci male, il peccato ti sta spiando alla porta, e i suoi desideri sono rivolti verso di te; ma tu lo devi dominare!”.

8 E Caino disse ad Abele suo fratello: “Usciamo fuori nei campi!”. E avvenne che, quando furono nei campi, Caino si levò contro Abele suo fratello, e lo uccise.

9 E l’Eterno disse a Caino: “Dov’è Abele tuo fratello?”. Ed egli rispose: “Non lo so; sono io forse il guardiano di mio fratello?”.

10 E l’Eterno disse: “Che hai fatto? la voce del sangue di tuo fratello grida a me dalla terra.

11 E ora tu sarai maledetto, rigettato dal suolo, che ha aperto la sua bocca per ricevere il sangue di tuo fratello dalla tua mano.

12 Quando coltiverai il suolo, esso non ti darà più i suoi prodotti, e tu sarai vagabondo e fuggiasco sulla terra”.

13 E Caino disse all’Eterno: “Il mio castigo è troppo grande perché io lo possa sopportare.

14 Ecco, tu mi scacci oggi dalla faccia di questo suolo, ed io sarò nascosto dal tuo cospetto, e sarò vagabondo e fuggiasco sulla terra; e avverrà che chiunque mi troverà mi ucciderà”.

15 E l’Eterno gli disse: “Perciò, chiunque ucciderà Caino, sarà punito sette volte più di lui”. E l’Eterno mise un segno su Caino, affinché nessuno, trovandolo, l’uccidesse.

16 E Caino si allontanò dal cospetto dell’Eterno e dimorò nel paese di Nod, a oriente di Eden.

17 E Caino conobbe sua moglie, la quale concepì e partorì Enoc. Poi si mise a edificare una città, a cui diede il nome di Enoc, dal nome di suo figlio.

18 E ad Enoc nacque Irad; Irad generò Meujael; Meujael generò Metushael, e Metushael generò Lamec.

19 E Lamec prese due mogli: il nome dell’una era Ada, e il nome dell’altra, Zilla.

20 E Ada partorì Iabal, che fu il padre di quelli che abitano sotto le tende e allevano il bestiame.

21 E il nome di suo fratello era Iubal, che fu il padre di tutti quelli che suonano la cetra e il flauto.

22 E Zilla partorì anch’essa Tubal-cain, l’artefice di ogni sorta di strumenti di rame e di ferro; e la sorella di Tubal-cain fu Naama.

23 E Lamec disse alle sue mogli: “Ada e Zilla, ascoltate la mia voce; mogli di Lamec, porgete orecchio al mio dire! Sì, io ho ucciso un uomo perché mi ha ferito, e un giovane perché mi ha colpito.

24 Se Caino sarà vendicato sette volte, Lamec lo sarà settantasette volte”.

25 E Adamo conobbe ancora sua moglie, ed essa partorì un figlio, a cui pose nome Seth, “perché”, ella disse, “Iddio mi ha dato un altro figlio al posto di Abele, che Caino ha ucciso”.

26 E anche a Seth nacque un figlio, a cui pose nome Enosh. Allora si cominciò a invocare il nome dell’Eterno.