Scritture
Dottrina e Alleanze 136


Sezione 136

La parola e la volontà del Signore data tramite il presidente Brigham Young nei Quartieri d’Inverno, il Campo di Israele, terra di Omaha, sulla sponda occidentale del fiume Missouri, vicino a Council Bluffs, Iowa.

1–16: viene spiegato come deve essere organizzato il Campo di Israele per il viaggio verso ovest; 17–27: ai santi è comandato di vivere secondo numerosi principi del Vangelo; 28–33: i santi dovrebbero cantare, danzare, pregare e imparare la saggezza; 34–42: i profeti vengono uccisi cosicché possano essere onorati e i malvagi condannati.

1 La parola e la volontà del Signore riguardo al Campo d’Israele nei loro viaggi verso l’Ovest:

2 Che tutto il popolo de La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, e coloro che viaggiano con loro, si organizzino in compagnie, con l’alleanza e la promessa di rispettare tutti i comandamenti e gli statuti del Signore nostro Dio.

3 Che le compagnie si organizzino con capitani di cento, capitani di cinquanta e capitani di dieci, con a capo un presidente e i suoi due consiglieri, sotto la direzione dei Dodici Apostoli.

4 E sia questa la nostra alleanza: che cammineremo in tutte le ordinanze del Signore.

5 Che ogni compagnia si procuri tutto quanto può, come animali da tiro, carri, provviste, indumenti e altre necessità per il viaggio.

6 Quando le compagnie saranno organizzate, che vadano con forza a fare preparativi per coloro che devono rimanere.

7 Che ogni compagnia, con i suoi capitani e i presidenti decida quanti potranno partire la primavera prossima; poi scegliete un numero sufficiente di uomini vigorosi ed esperti, per prendere animali da tiro, sementi e utensili agricoli, per andare come pionieri, per preparare la posa del raccolto di primavera.

8 Che ogni compagnia si faccia carico di un’uguale proporzione, secondo la quota dei loro beni, nel prendere i poveri, le vedove, gli orfani e le famiglie di coloro che sono andati nell’esercito, affinché le grida delle vedove e degli orfani non salgano agli orecchi del Signore contro questo popolo.

9 Che ogni compagnia prepari delle case e dei campi per coltivare il grano, per coloro che devono restare indietro per questa stagione. E questa è la volontà del Signore riguardo al suo popolo.

10 Che ognuno usi tutta la sua influenza e tutti i suoi beni per trasferire questo popolo nel luogo dove il Signore collocherà un palo di Sion.

11 E se farete questo con cuore puro, e in tutta fedeltà, sarete benedetti; sarete benedetti nelle greggi e negli armenti, nei campi e nelle case, e nelle vostre famiglie.

12 Che i miei servitori Ezra T. Benson ed Erastus Snow organizzino una compagnia.

13 E che i miei servitori Orson Pratt e Wilford Woodruff organizzino una compagnia.

14 Che anche i miei servitori Amasa Lyman e George A. Smith organizzino una compagnia.

15 E nominino dei presidenti, e dei capitani di cento, di cinquanta e di dieci.

16 E i miei servitori che sono stati designati vadano a insegnare questo ai santi, la mia volontà, affinché essi siano pronti per andare in una terra di pace.

17 Andate e fate come vi ho detto, e non temete i vostri nemici, poiché non avranno il potere di fermare la mia opera.

18 Sion sarà redenta a mio tempo debito.

19 E se qualcuno cerca di elevare se stesso e non cerca il mio consiglio, non avrà alcun potere, e la sua follia sarà resa manifesta.

20 Cercate; e rispettate tutti i vostri impegni l’uno con l’altro; e non bramate quello che è del vostro fratello.

21 Astenetevi dal male di prendere il nome del Signore invano, poiché io sono il Signore vostro Dio, sì, il Dio dei vostri padri, il Dio di Abrahamo, di Isacco e di Giacobbe.

22 Io sono colui che condusse i figlioli d’Israele fuori dal paese d’Egitto, e il mio braccio è steso negli ultimi giorni per salvare il mio popolo, Israele.

23 Cessate di contendere l’uno con l’altro; cessate di parlar male gli uni degli altri.

24 Cessate ogni ubriachezza; e che le vostre parole tendano ad edificarvi l’un l’altro.

25 Se prendi in prestito dal tuo prossimo, restituisci ciò che hai preso in prestito; e se non puoi rimborsarlo, allora vai subito a dirlo al tuo prossimo, per timore che ti condanni.

26 Se trovi ciò che il tuo prossimo ha perso, fai una ricerca diligente finché non glielo avrai riconsegnato.

27 Sii diligente nel conservare ciò che hai, affinché tu sia un intendente saggio; poiché è il dono gratuito del Signore tuo Dio, e tu sei il suo intendente.

28 Se sei allegro, loda il Signore col canto, con la musica, con la danza e con una preghiera di lode e di ringraziamento.

29 Se sei addolorato, invoca il Signore tuo Dio con suppliche, affinché la tua anima possa essere gioiosa.

30 Non temere i tuoi nemici, poiché sono nelle mie mani e agirò a piacer mio verso di loro.

31 Il mio popolo deve essere messo alla prova in ogni cosa, affinché sia preparato a ricevere la gloria che ho da dargli, sì, la gloria di Sion; e colui che non vuole sopportare il castigo, non è degno del mio regno.

32 Che colui che è ignorante impari la saggezza umiliandosi e invocando il Signore suo Dio, affinché i suoi occhi si aprano per vedere e le sue orecchie si aprano per udire;

33 Poiché il mio Spirito è mandato nel mondo per illuminare gli umili e i contriti, e a condanna degli empi.

34 I vostri fratelli hanno rigettato voi e la vostra testimonianza, sì, la nazione che vi ha scacciati;

35 E ora viene il giorno della loro calamità, sì, i giorni del dolore, come una donna che è colta dal travaglio; e il loro dolore sarà grande, a meno che non si pentano rapidamente, sì, molto rapidamente.

36 Poiché hanno ucciso i profeti e coloro che furono mandati loro; e hanno versato sangue innocente, che grida dalla terra contro di loro.

37 Perciò non meravigliatevi di queste cose, poiché non siete ancora puri; non potete ancora sostenere la mia gloria; ma la vedrete se sarete fedeli nel rispettare tutte le mie parole che vi ho dato, dai giorni di Adamo fino ad Abrahamo, da Abrahamo a Mosè, da Mosè a Gesù e ai suoi apostoli, e da Gesù e dai suoi apostoli a Joseph Smith, che ho chiamato mediante i miei angeli, i miei servitori ministranti, e mediante la mia voce dai cieli per portare alla luce la mia opera;

38 Le cui fondamenta egli pose, e fu fedele; e l’ho preso a me.

39 Molti si sono meravigliati a motivo della sua morte; ma era necessario che suggellasse la sua testimonianza con il suo sangue, affinché egli potesse essere onorato e i malvagi potessero essere condannati.

40 Non vi ho io liberato dai vostri nemici, per il solo fatto di aver lasciato un testimone del mio nome?

41 Or dunque, date ascolto o voi, popolo della mia chiesa, e voi anziani ascoltate assieme; voi avete ricevuto il mio regno.

42 Siate diligenti nel rispettare tutti i miei comandamenti, per timore che i giudizi vi colpiscano e la vostra fede vi abbandoni e i vostri nemici trionfino su di voi. Null’altro per il momento. Amen e Amen.

Stampa