Insegna la dottrina
precedente avanti

Insegna la dottrina

(Manuale 2 – L’amministrazione della Chiesa [2010], 5.5.4)

Il Salvatore disse: “La mia dottrina non è mia, ma di Colui che mi ha mandato” (Giovanni 7:16). La dottrina del Padre consiste in verità eterne che, quando vengono applicate con costanza, conducono all’Esaltazione. Tra queste verità, l’Espiazione del Salvatore e il suo ruolo essenziale nel piano di salvezza sono di importanza vitale. Il Salvatore ci ha comandato di “[insegnarci] l’un l’altro le dottrine del regno” (DeA 88:77). Quando lo facciamo, lo Spirito Santo rende testimonianza della veridicità della dottrina e ispira le persone a metterla in pratica. La dottrina non cambia; piuttosto, essa cambia noi e coloro a cui insegniamo.

Bible Video

Incentra il tuo insegnamento sulla dottrina di Cristo

Il presidente Boyd K. Packer insegnò: “La vera dottrina, se compresa, cambia gli atteggiamenti e il comportamento”.1 Quale insegnante del Vangelo, puoi confidare nel fatto che “la virtù della parola di Dio” ha “un effetto più potente [sulla mente del popolo di] qualsiasi altra cosa” (Alma 31:5). Se ti concentri soltanto sull’intrattenere gli studenti o sul tenerli impegnati, potresti omettere di insegnare verità eterne che aiuteranno gli studenti ad apportare cambiamenti significativi nella loro vita.

Un modo per assicurarti che stai insegnando la vera dottrina è riflettere su come ciò che stai insegnando sia attinente alla dottrina di Cristo, che è riassunta in 2 Nefi 31 e in 3 Nefi 27:16–21 e che si trova in tutte le Scritture. Chiediti continuamente: “In che modo ciò che sto insegnando aiuterà i membri della mia classe a sviluppare la fede in Cristo, a pentirsi, a stringere alleanze con Dio e a osservarle e a ricevere lo Spirito Santo?”.

Domande su cui riflettere. In che modo coloro a cui insegno saranno benedetti osservando la dottrina di Cristo? (Vedere 3 Nefi 27:16–21). Quali saranno le conseguenze eterne se non osservano la dottrina di Cristo?

Esempio scritturale. Secondo Mosia 5:2–5, che cosa spinse il popolo di re Beniamino a cambiare? Che cosa insegnò loro re Beniamino? (Vedere Mosia 2–5). Quale collegamento c’è tra le cose insegnate da re Beniamino e la dottrina di Cristo?

Insegna nel contesto del piano di salvezza

A volte gli studenti — in modo particolare i giovani — si chiedono in che modo i principi del Vangelo si applichino a loro o perché dovrebbero obbedire a certi comandamenti. Tuttavia, se essi comprendono il piano eterno del Padre Celeste per la felicità dei Suoi figli, le ragioni alla base dei principi e dei comandamenti del Vangelo diventano più chiare e la motivazione a obbedire aumenta. Ad esempio, una persona che comprende la dottrina del matrimonio eterno e il nostro potenziale di diventare come il Padre Celeste ha delle motivazioni per obbedire alla legge di castità che sono più forti del desiderio di evitare gravidanze indesiderate o malattie.

Domande su cui riflettere. Quali principi insegnerò nelle prossime lezioni? Come posso aiutare i membri della classe a comprendere tali principi nel contesto del piano di salvezza?

Esempio scritturale. Alma insegnò che Dio diede al Suo popolo dei comandamenti dopo aver insegnato loro il “piano di redenzione” (vedere Alma 12:32). Come posso applicare questo modello nel mio insegnamento?

Usa le Scritture e le parole dei profeti degli ultimi giorni

Jesus in the synagogue at Nazareth

Il Signore ci ha comandato di “[insegnarci] l’un l’altro le dottrine del regno” (DeA 88:77) e di usare le Scritture per “[insegnare] i principi del [Suo] Vangelo” (DeA 42:12). Le Scritture e le parole dei profeti e degli apostoli degli ultimi giorni sono la fonte delle verità che insegniamo. Ogni volta che ne hai la possibilità, ispira coloro a cui insegni a rivolgersi alla parola di Dio per ottenere guida, risposta alle loro domande e sostegno. Se gli studenti “[si nutrono] abbondantemente delle parole di Cristo”, la dottrina che vi troveranno “[dirà loro] ogni cosa, tutte le cose che [dovranno] fare” (2 Nefi 32:3).

Domande su cui riflettere. In che modo posso ispirare coloro a cui insegno a nutrirsi abbondantemente della parola di Dio? Come posso aiutarli a usare le note a pie’ di pagina, la Guida alle Scritture e gli altri sussidi didattici per comprendere meglio le Scritture?

Esempio scritturale. Quali esempi posso trovare del Salvatore che usa le Scritture per insegnare verità evangeliche e portarne testimonianza? (Vedere, ad esempio, Matteo 12:1–8 e Luca 4:16–21).

Aiuta gli studenti ad applicare a se stessi le Scritture

Nefi disse: “Applicai infatti a noi tutte le Scritture, affinché questo ci potesse essere di profitto e di istruzione” (1 Nefi 19:23). Le stesse verità evangeliche che ispirarono e sostennero Abrahamo, Ester, Lehi e Joseph Smith possono aiutare coloro a cui insegni ad affrontare le sfide moderne. Per aiutare gli studenti ad applicare a se stessi le Scritture, invitali a inserire il loro nome all’interno di un versetto o a meditare sul modo in cui un resoconto scritturale si applica alla loro vita.

Domanda su cui riflettere. Quali passi scritturali mi hanno fatto comprendere una difficoltà che ho affrontato?

Esempio scritturale. In che modo il Salvatore applicava le Scritture alle persone a cui insegnava? (Vedere ad esempio Luca 4:24–32).

Aiuta gli studenti a trovare le verità scritturali

Prima che gli studenti leggano un passo scritturale in classe, potresti chiedere loro di individuare delle verità specifiche insegnate in quel passo. A volte tali verità vengono enunciate chiaramente, altre volte sono sottintese. Ad esempio, potresti dire: “Mentre leggete Dottrina e Alleanze 11:12–14, cercate le verità che imparate riguardo allo Spirito Santo”.

Domanda su cui riflettere. Che cosa posso fare per aiutare i membri della classe a imparare come trovare le verità evangeliche nelle Scritture?

Esempio scritturale. Perché il Salvatore voleva che i Nefiti scrutassero le Scritture e leggessero le parole dei profeti? (Vedere 3 Nefi 23:1–5).

Media Icon
Vedere anche il video “Investigare le Scritture” (LDS.org).

Rendi testimonianza della vera dottrina

Il Salvatore insegnava “come avendo autorità, e non come [gli] scribi” (Matteo 7:28). La testimonianza personale del Salvatore conferiva autorità alle Sue parole e aiutava coloro a cui insegnava a riconoscere che Egli stava insegnando verità eterne. Quando rendi testimonianza della vera dottrina, lo Spirito ne confermerà la verità nel cuore di coloro a cui insegni.

Domanda su cui riflettere. In che modo la mia testimonianza è stata rafforzata dalla testimonianza possente di un’altra persona?

Esempio scritturale. Che cosa imparo dall’esempio di Alma che rese testimonianza della verità? (Vedere Alma 5:43–48).

Per chi dirige la discussione

Condividete e consigliatevi. Comincia invitando gli insegnanti a raccontare esperienze recenti di insegnamento e a porre domande relative a questo argomento.

Imparate insieme. Invita gli insegnanti a discutere una o più idee esposte in questa sezione. Non cercare di trattare ogni argomento in un’unica riunione.

Esercizio. Invita gli insegnanti a condividere alcuni dei loro versetti preferiti. Parlate dei diversi modi in cui ogni versetto potrebbe essere applicato alla vita degli studenti.

Preparatevi. Decidete insieme un argomento da trattare in occasione della prossima riunione e invita gli insegnanti a prepararsi.