In Che Modo Uso Saggiamente il Tempo?
precedente avanti

8

In Che Modo Uso Saggiamente il Tempo?

Rifletti Sui Seguenti punti

Rifletti Sui Seguenti punti

  • In che modo le mete mi aiutano a essere un missionario più efficace?

  • Attorno a che cosa si dovrebbero concentrare le mete?

  • Che cosa sono gli strumenti e le risorse di programmazione e in che modo posso servirmene?

  • Perché il Libro di area è importante?

  • In che modo conduco le sessioni settimanali e giornaliere di programmazione?

  • In che modo so se le mete e i programmi stanno contribuendo a fare avanzare l’opera del Signore?

Sei stato assegnato a svolgere il lavoro del Signore in un’area specifica. Egli desidera che tu ti curi dell’area con amore e grande premura. Il tuo scopo è di aiutare le persone a venire a Lui mediante il battesimo e la confermazione.

Fai tutto il possibile per lasciare l’area più forte di quando l’hai trovata. Le mete significative e un’attenta programmazione ti aiuteranno a adempiere ciò che il Signore ti richiede. Sei responsabile dinanzi a Dio e ai dirigenti della missione di come ti curi delle persone nell’area che ti è stata assegnata.

La lettera della chiamata in missione dichiara: «Ci si aspetta, inoltre, che lei devolva tutto il tempo e le attenzioni al servizio del Signore, lasciandosi dietro tutti gli affari personali. Se farà ciò, il Signore la benedirà e diventerà un avvocato e messaggero efficace della verità. Riponiamo la nostra fiducia in lei e preghiamo che il Signore l’aiuti ad assolvere i suoi compiti nell’adempiere questo incarico sacro». Questo capitolo ti aiuterà a sapere in che modo—quando stabilisci le mete, programmi e sei responsabile—aiuti molte persone ad accettare il vangelo restaurato.

Attività: Studio Personale o Con il Collega

Leggi Giacobbe 5:11–13, 61–64, 74–75, e rispondi alle domande seguenti:

Attività: Studio Personale o Con il Collega

  • Che cosa prova il Signore per i Suoi figli?

  • Che tipo di sforzo richiede il Signore dai Suoi servitori?

Indicatori Principali della Conversione

Forse ti sei chiesto quale tra i tuoi molti compiti sia il più importante. Per rispondere a questa domanda, devi comprendere il tuo scopo e sapere in che modo l’uso efficace del tempo può aiutarti a adempierlo.

Il tuo scopo è di invitare le persone a venire a Cristo aiutandole ad accettare il vangelo restaurato mediante la fede in Gesù Cristo e la Sua espiazione, il pentimento, il battesimo, il conferimento dello Spirito Santo e perseverando sino alla fine. Gli indicatori principali sono stati identificati dai dirigenti della Chiesa per aiutarti a concentrarti su questo scopo. Quando ti concentrerai su questi indicatori, aiuterai le persone a progredire verso il battesimo, la confermazione, l’attività continua nella Chiesa e la conversione permanente.

Gli indicatori principali Per Tenere i Registri e Fare Rapporto

Gli indicatori principali Per Tenere i Registri e Fare Rapporto

  • Simpatizzanti battezzati e confermati

  • Simpatizzanti che hanno fissato una data per il battesimo

  • Simpatizzanti che hanno partecipato alla riunione sacramentale

  • Lezioni insegnate ai simpatizzanti in presenza di un membro della Chiesa

  • Altre lezioni insegnate

  • Simpatizzanti che fanno progressi

  • «Riferimenti» ricevuti e contattati

  • Nuovi simpatizzanti

  • Lezioni insegnate ai nuovi convertiti e ai membri meno attivi

Questi indicatori individuano gli eventi e le condizioni che mostrano il progresso di una persona verso la conversione permanente. Di seguito è data una breve descrizione di ogni indicatore principale:

Simpatizzanti battezzati e confermati: tutti i simpatizzanti che hanno ricevuto l’ordinanza del battesimo e della confermazione.

Simpatizzanti che hanno fissato una data per il battesimo: tutti i simpatizzanti che hanno accettato di farsi battezzare e confermare in date ben precise.

Simpatizzanti che hanno partecipato alla riunione sacramentale: tutti i simpatizzanti che hanno partecipato alla riunione sacramentale.

Lezioni insegnate ai simpatizzanti in presenza di un membro della Chiesa: totale delle lezioni insegnate a tutti i simpatizzanti alla presenza di un membro della Chiesa. Una lezione tipicamente comprende l’insegnamento di uno o più principi evangelici tratti dalle lezioni missionarie, la preghiera di apertura e di chiusura, e l’invito ad assumersi degli impegni. Non è necessario insegnare tutti i principi di una lezione per considerarla completata. L’efficacia dell’insegnamento può essere misurata nei simpatizzanti dalla crescita della fede nel Salvatore, dal pentimento per le trasgressioni, dalla preparazione sincera a ricevere le ordinanze del battesimo e della confermazione.

Altre lezioni insegnate: totale delle lezioni insegnate ai simpatizzanti senza la presenza di un membro della Chiesa.

Simpatizzanti che fanno progressi: totale dei simpatizzanti cui sono state insegnate due o più lezioni e che stanno mantenendo gli impegni, come pregare, leggere il Libro di Mormon, venire in chiesa, prepararsi per il battesimo e la confermazione. I simpatizzanti che sono disposti a continuare a imparare il Vangelo ma che stanno facendo fatica a mantenere gli impegni non sono, secondo questa definizione, dei simpatizzanti che fanno progressi. Sono classificati come nuovi simpatizzanti o altri simpatizzanti.

«Riferimenti» ricevuti e contattati: totale delle persone il cui nominativo ti è stato riferito che hai contattato e a cui hai insegnato o con le quali hai fissato un altro appuntamento. Una volta che prendi contatto con uno di questi nominativi, la persona si sposta dal gruppo dei «riferimenti» e diventa un nuovo simpatizzante, è messa da parte per successivi contatti o viene cancellata. Un «riferimento» è considerato contattato se dopo molti tentativi non riesci a incontrarlo o scopri che l’indirizzo è sbagliato. Questi «riferimenti» sono rimandati all’ufficio della missione con un appunto su cui è spiegato il motivo per cui non sono stati contattati.

Il totale dei «riferimenti» ricevuti si riferisce a tutti i nominativi che ti sono stati dati e che non sono stati ancora contattati (i «riferimenti» forniti dai fedeli, dai simpatizzanti, dalla sede della Chiesa e così via).

Nuovi simpatizzanti: totale delle persone cui è stata insegnata una lezione e con le quali hai fissato un altro appuntamento.

Lezioni insegnate ai nuovi convertiti e ai membri meno attivi: totale delle lezioni insegnate a coloro che sono membri della Chiesa da meno di un anno e ai membri meno attivi.

Quando stabilisci le mete e programmi il tuo tempo, valuta che cosa fare basandoti sugli sforzi che influiranno sul numero di persone rappresentate in ciascuno degli indicatori principali. La meta dovrebbe essere di accrescere i totali relativi a ogni indicatore principale.

Farai molte cose che non sono riportate negli indicatori principali, come gli incontri per strada o lo studio personale e con il collega. Queste attività importanti, però, faranno sentire i propri effetti su uno o più indicatori principali. Ad esempio, quando insegni a coloro che trovi grazie ai tuoi sforzi, aggiungi nuovi simpatizzanti al gruppo di persone cui insegni. La qualità dello studio personale e con il collega, inoltre, migliorerà la tua capacità di insegnare mediante lo Spirito, che aiuterà i «nuovi simpatizzanti» e i «simpatizzanti che fanno progressi». Il potere nel trovare e nell’insegnare influirà su tutti gli indicatori principali. Valuta tutto ciò che fai chiedendoti se favorisce l’aumento delle persone in queste categorie. Se tu e il collega non riuscite a vedere in che modo un’attività di proselitismo possa contribuire ad aumentare il numero di persone in uno o più indicatori principali, dovete porvi la domanda se valga la pena di continuare con l’attività.

Attività: Studio Con il Collega

Nel diario di studio, elenca tutte le attività di proselitismo che hai svolte negli ultimi tre giorni. Stabilisci per ogni attività se essa ha influito su uno degli indicatori principali. Se ha influito, scrivi accanto sì. Se non ha influito, scrivi no. Per ogni attività con un , descrivi in che modo ha influito. Per ogni attività con un no, stabilisci il motivo per cui l’avete fatta e se ripeterete l’attività in futuro. Esamina l’elenco insieme al tuo collega e spiegatevi il motivo per cui avete contrassegnato alcune attività con un e altre con un no. Valutate quali attività potreste dover smettere di fare.

Il Libro di Area e Gli Strumenti Per Programmare e Fare Rapporto

Riguardo a coloro che erano ricevuti ai suoi giorni nella Chiesa tramite il battesimo e la confermazione, Moroni ha insegnato: «I loro nomi erano scritti, affinché potessero essere ricordati e nutriti mediante la buona parola di Dio, per mantenerli sulla retta via» (Moroni 6:4).

Ti sono stati dati gli strumenti per aiutarti a riportare informazioni importanti sulle persone cui insegni. Questi strumenti, inoltre, ti consentono di condividere la giusta quantità d’informazioni con coloro che le richiedono, come mostrato nell’illustrazione seguente.

information pyramid

Piramide dell’informazione

Strumenti:

Presidente della missione

Dirigenti della missione

Consiglio di rione

Missionari

Quantità di informazioni

Rapporto settimanale del missionario

Rapporto telefonico riassuntivo

Registro del progresso

Agenda del missionario; Libro di are

Questi strumenti e tutte le informazioni di cui hai bisogno per svolgere il tuo lavoro sono riportati nel Libro di area e nell’Agenda del missionario. Il Libro di area è organizzato come segue:

  • Cartina della zona

    • Cartina dell’area assegnata a una coppia di missionari indicante il contorno dei confini

  • Registro del progresso

    • Moduli per registrare il progresso

  • Simpatizzanti che hanno fissato una data per il battesimo

    • Moduli per registrare l’insegnamento impartito

  • Simpatizzanti che fanno progressi

    • Moduli per registrare l’insegnamento impartito

  • Nuovi simpatizzanti e altri

    • Moduli per registrare l’insegnamento impartito

  • Simpatizzanti potenziali

    • Moduli per i simpatizzanti potenziali

    • Registro dei «riferimenti» ricevuti attraverso i media e degli altri «riferimenti»

  • Ex simpatizzanti

    • Moduli per registrare l’insegnamento impartito

  • Nuovi convertiti e membri meno attivi

    • Moduli per registrare l’insegnamento impartito

    • Elenchi delle azioni per i convertiti

  • Informazioni sul rione e sulla missione

    • Elenco dei membri del rione

    • Elenco degli incarichi del rione

    • Programma delle riunioni del rione e dei missionari

    • Elenco delle famiglie i cui componenti non appartengono tutti alla Chiesa

    • Elenco dei missionari del distretto o della zona missionaria

  • Dirigenti

    • Rapporto telefonico riassuntivo

  • Informazioni sulla zona

    • Informazioni sull’appartamento

    • Trasporti pubblici

    • Barbiere

    • Lavanderia

    • Luoghi per fare compere

    • Luoghi da evitare

    • Contatti

Il Libro di Area

Ogni area di proselitismo ha un Libro di area, che riporta nel tempo gli sforzi da te compiuti. Ogni giorno aggiorna le informazioni importanti e tieni presente il Libro di area durante la sessione di programmazione settimanale. Tienilo in ordine, aggiornato e accurato in modo che i futuri missionari possano basarsi sul servizio ispirato che hai reso. Quando ti viene chiesto, porta il Libro di area alle interviste o alle conferenze di zona, dove i dirigenti della missione possono consultarlo e aiutarti a sapere come usarlo in maniera più efficace.

Ogni giorno, quando aggiorni e adatti i tuoi piani, dovresti fare riferimento a diverse parti del Libro di area. Porta il Libro di area alle conferenze di zona e alle interviste in modo che i dirigenti della missione possano esaminarlo. Il libro deve rimanere nell’alloggio quando sei trasferito, in modo che i missionari che vengono dopo di te possano servirsi delle informazioni riportate.

Nel Libro di area tieni una documentazione accurata, completa e aggiornata di tutte le persone con le quali stai lavorando. Segue una spiegazione degli strumenti previsti.

Registro dell’insegnamento: questo modulo ti aiuta a riportare informazioni particolareggiate sul progresso di simpatizzanti, nuovi convertiti e membri meno attivi cui stai insegnando.

  • Informazioni personali.

  • Date del battesimo e della confermazione.

  • Registrazione di quando hai insegnato i principi di ognuna delle cinque lezioni e se era presente un membro. Questa sezione ti dà la possibilità di individuare ciò che insegni, a prescindere dall’ordine in cui spieghi i principi.

  • Puoi sapere quali lezioni sono state insegnate prima e dopo il battesimo.

  • È necessario tenere una documentazione della situazione degli impegni dei simpatizzanti. In questa sezione riporti la data in cui hai fatto l’invito e scrivi se i simpatizzanti sono costanti nel tenere fede all’impegno.

  • Sezione in cui descrivi alcune informazioni generali della persona o della famiglia. Non scrivere commenti negativi o di natura strettamente personale.

  • Sezione su cui scrivi informazioni importanti sugli incontri d’insegnamento. Potresti registrare i problemi che le persone hanno fatto presenti, gli impegni che hanno fatto fatica a mantenere e i successi riportati nella lettura o nella preghiera. Puoi anche indicare se sono venuti in chiesa e ciò che hanno letto nel Libro di Mormon.

  • Sezione dove puoi seguire le visite successive se la persona o la famiglia ha smesso di investigare la Chiesa.

Quando viene compilato un Registro dell’insegnamento, tale documento dovrebbe rimanere nel Libro di area sino a quando la persona o la famiglia è pienamente attiva nella Chiesa, si trasferisce o muore.

Registro del Progresso: questo modulo ti permette di riassumere il progresso dei simpatizzanti, dei nuovi convertiti e dei membri meno attivi cui stai insegnando. Ti consente, inoltre, di valutare gli indicatori principali. Servitene per coordinare i tuoi sforzi con i dirigenti di rione e palo nella riunione di coordinamento del lavoro missionario e nei consigli di rione. Aggiornerai questo registro durante la sessione di programmazione settimanale o prima della riunione del consiglio di rione. Se possibile ogni settimana, o secondo necessità, dai una copia di questo registro al vescovo, al dirigente del lavoro missionario di rione e agli altri partecipanti al consiglio di rione. Assicurati che le informazioni che riporti sul Registro del progresso siano complete, esatte e scritte ordinatamente. Ciò incrementerà la fiducia in te da parte del consiglio di rione.

Simpatizzanti Potenziali: questo modulo ti consente di tenere una documentazione delle persone che hanno il potenziale di diventare simpatizzanti.

  • Situazione del simpatizzante potenziale. (È stato abbandonato, sta ascoltando le lezioni, c’è bisogno di visite successive?)

  • Indicare se la persona è un «riferimento» o se è stata trovata dai missionari.

  • Data in cui la persona è stata contattata.

  • Commenti rilevanti.

Copia sul modulo Simpatizzanti potenziali le informazioni importanti contenute nella sezione «Simpatizzanti potenziali» dell’Agenda del missionario. Usa queste informazioni per programmare visite di controllo, esaminare il lavoro membromissionario con il dirigente del lavoro missionario di rione e organizzare attività che possano aiutare queste persone a interessarsi al vangelo restaurato. Questo modulo serve anche come documentazione storica per i missionari assegnati in futuro all’area. Quando sei trasferito in un’altra area, assicurati di copiare tutte le informazioni contenute nella tua Agenda del missionario.

Rapporto Telefonico Riassuntivo: usa questo rapporto settimanale per raccogliere le informazioni riguardanti ogni indicatore principale. Ogni coppia di missionari usa il Rapporto telefonico riassuntivo che si trova sul retro dell’Agenda del missionario per passare queste informazioni al capo distretto. Il capo distretto scrive il nome di ogni coppia di missionari del suo distretto nel suo rapporto telefonico, insieme ai suoi totali settimanali relativi agli indicatori principali. Alla fine riporta in basso i totali relativi ai risultati del distretto. Le informazioni vengono passate ai dirigenti superiori. I capi distretto forniscono i totali riguardo al distretto ai capi zona. I capi zona comunicano i totali di zona agli assistenti del presidente. Gli assistenti passano i totali relativi alla missione al presidente di missione.

Agenda del Missionario: questo strumento si presenta come segue:

  • Sei settimane di programmazione giornaliera, con una settima settimana nella pagina «a colpo d’occhio».

  • Pagine per le mete settimanali.

  • Riassunto delle linee di condotta relative alla programmazione; elenco degli eventi che portano al battesimo, alla confermazione e all’attività nella Chiesa; schemi per le lezioni missionarie; idee per trovare persone cui insegnare; domande per l’intervista battesimale.

  • Sezione per le informazioni sui contatti, per gli indirizzi e i numeri telefonici dei simpatizzanti e dei fedeli.

  • Rapporto telefonico riassuntivo per seguire settimanalmente i tuoi risultati.

Durante le sessioni di programmazione settimanale scriverai le mete settimanali sull’apposita pagina contenuta nell’Agenda del missionario, come mostrato di seguito.

  • Meta settimanale per ogni indicatore principale.

  • Risultato effettivo della settimana. I risultati giornalieri si trovano sulla programmazione quotidiana. Il totale per ogni settimana è riportato qui.

  • Nomi delle persone che con maggior probabilità ti aiuteranno a conseguire le mete (simpatizzanti che fanno progressi, nuovi simpatizzanti). Stabilisci delle mete per ciò che speri accada con queste persone (che vengano in chiesa, leggano il Libro di Mormon, stabiliscano la data per il battesimo, e così via).

  • Spazio per scrivere altre mete personali o che riguardano la vostra coppia.

Ogni giorno quando programmi e fai opera di proselitismo, serviti del programma giornaliero come indicato di sotto:

  • Programma giornaliero dove puoi scrivere gli appuntamenti per insegnare, le riunioni e le attività per trovare le persone. Fai un programma tale da avere delle buone attività ad ogni ora del giorno. È previsto dello spazio per riportare dei programmi alternativi.

  • Spazio per elencare le cose che devi fare (telefonate, persone da contattare, preparazione di lezioni, controllo degli impegni assunti, e così via).

  • Spazio per riportare ciò che studierai in preparazione degli incontri in cui insegnerai.

  • Mete giornaliere e risultati effettivi relativi agli indicatori principali.

Rapporto Settimanale del Missionario: questo rapporto ti dà la possibilità di render conto direttamente al presidente di missione dei tuoi sforzi di proselitismo e delle questioni personali di cui vuoi metterlo al corrente. Quando scrivi questa lettera, sii specifico e vieni al sodo, ma non sentirti obbligato a riempire tutto lo spazio. Il presidente è l’unica persona che leggerà questa lettera, sentiti così libero di aprire il tuo cuore.

In Che Modo Stabilire delle Mete

Le mete riflettono i desideri del cuore e la visione che abbiamo di ciò che possiamo compiere. Attraverso le mete e i programmi, le speranze si trasformano in azioni. Stabilire degli obiettivi e fare dei programmi sono atti di fede. Stabilisci delle mete che siano in armonia con il comandamento del Salvatore di «ammaestra[re] tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo» (Matteo 28:19).

Stabilisci degli obiettivi per ogni indicatore principale. Puoi anche stabilire delle mete per il tuo sviluppo personale. Fai tutto ciò che puoi per conseguire le mete nel rispetto del libero arbitrio altrui. La vera misura del successo non sta soltanto nel raggiungere delle mete, ma nel servizio che rendi e nel progresso delle persone. Gli obiettivi sono un mezzo che ti aiuta a far del bene tra i figli del Padre celeste. Non devono essere usati per ricevere degli elogi.

Le mete prese attentamente in esame ti guideranno e contribuiranno a riempire le giornate di attività che aiuteranno le persone a rafforzarsi nella fede nel Salvatore e a progredire verso il battesimo, la confermazione e la piena attività nella Chiesa. Le mete stimolanti ti aiuteranno a lavorare efficacemente e ti porteranno a crescere. Quando fissi degli obiettivi, segui le linee di condotta riportate di seguito:

  • Segui lo Spirito.

  • Concentrati sugli indicatori principali.

  • Concentrati sulle persone. Sebbene ti servirai di numeri statistici, cerca, quando possibile, di affiancare ai numeri i nomi delle persone.

  • Sii specifico e realistico, ma poniti delle mete per le quali dovrai impegnarti.

  • Stabilisci obiettivi settimanali e giornalieri.

  • Fissa delle mete per lo studio personale e con il collega, ricordandoti anche dell’eventuale lingua che stai imparando.

  • Misura i tuoi progressi ogni giorno, dopo una settimana e dopo sei settimane. Quando non riesci a conseguire una meta, valuta lo sforzo compiuto e cerca dei modi per raggiungerla. Se necessario, modifica le tue aspettative.

Nel tempo, i tuoi dirigenti potrebbero stabilire delle regole di eccellenza intese a elevare la tua visione e ad aumentare la tua fede. Gli standard di distretto, zona e missione ti aiuteranno a migliorare, lavorare con efficacia e ad avere un maggior rendimento. Non devono essere considerati un modello che imponga delle mete specifiche a te e al collega.

Attività: Studio Con il Collega

Stabilite degli obiettivi settimanali per ogni indicatore. Per ogni obiettivo, chiedetevi:

Attività: Studio Con il Collega

  • Ci sono nomi associati al numero riportato?

  • È una meta specifica?

  • È una meta realistica?

  • La meta ci farà migliorare?

  • Ci impegneremo a raggiungere questa meta?

Esaminate tutte le mete. Se necessario, stabilite in che modo potreste rivederle e perché.

Sessione di Programmazione Settimanale

Una volta che hai stabilito delle mete, decidi in che modo le raggiungerai. Tu e il collega dovreste tenere una sessione di programmazione settimanale in un giorno e orario che sia meno produttivo per l’opera di proselitismo, come il giovedì e il venerdì mattina. Il presidente di missione stabilirà il giorno e l’orario per la sessione di programmazione settimanale. Per completare la sessione di programmazione settimanale potrebbero occorrere due o tre ore.

Il vostro esame dovrebbe concentrarsi sulle esigenze delle persone e su come aiutarle a progredire. Durante la sessione di programmazione settimanale, esaminate le vecchie mete e stabilitene di nuove per la settimana a venire. Prendete in considerazione ogni aspetto dell’opera di proselitismo.

La domenica sera è il momento consigliato per il rapporto telefonico riassuntivo. Un rapporto fatto la domenica sera offre l’aggiornamento più completo della situazione della missione, poiché la maggior parte dei battesimi e delle confermazioni ha luogo di sabato o domenica.

Poiché il giorno in cui tenete la sessione di programmazione settimanale probabilmente è diverso dal giorno in cui scrivete la lettera al presidente di missione, pensate alla programmazione settimanale tenendo presente un periodo di dieci giorni. Ad esempio, se la sessione di programmazione settimanale è il giovedì, esaminerete il progresso compiuto relativamente alle vostre mete sino a quel giorno e programmerete ciò che avete bisogno di fare per raggiungere questi obiettivi entro la domenica. Stabilite poi delle mete e programmatevi la settimana seguente dal lunedì alla domenica. Domenica sera farete i totali, riporterete i risultati della settimana precedente e avrete la vostra agenda pronta per la settimana a venire. Segue una descrizione di come le linee di condotta sulla pianificazione si applicano alla sessione settimanale di programmazione.

Missionaries
  1. Pregate e cercate ispirazione. Prima di iniziare, tenete a portata di mano l’Agenda del missionario e il Libro di area. Iniziate sempre la sessione di programmazione con una preghiera. Quando parlate delle esigenze delle persone, cercate ispirazione e programmate il modo per servirle e aiutarle a progredire nel Vangelo. Pregate in maniera specifica per i vostri simpatizzanti. Abbiate la fede per chiedere al Padre celeste di benedirli con le risposte alle loro preghiere, con il desiderio di venire in chiesa, e così via.

  2. Fissate degli obiettivi e predisponete per il battesimo e la confermazione di simpatizzanti nella settimana a venire. Esaminate il Registro dell’insegnamento per ogni persona che si è impegnata a farsi battezzare o confermare durante la prossima settimana. Esaminate i preparativi che dovete fare per le interviste e le cerimonie battesimali, come pure per le confermazioni. Usando il Registro dell’insegnamento, esaminate gli impegni che le persone possano fare fatica a mantenere e il modo per aiutarle. Programmate di contattarle tutti i giorni. Esaminate in che modo potete aiutare il dirigente del lavoro missionario di rione a coordinare con il vescovo la loro confermazione durante una riunione sacramentale.

  3. Stabilite delle mete e fate dei programmi per i simpatizzanti che hanno fissato la data del battesimo. Esaminate il Registro dell’insegnamento per ogni persona che sarà battezzata nelle prossime settimane. Parlate delle lezioni che dovete insegnar loro. Prendete in considerazione come potete aiutare le persone a prepararsi per il battesimo e la confermazione. Esaminate la situazione dei simpatizzanti che non sono stati battezzati il giorno previsto. Valutate attentamente e parlate delle loro necessità. Stabilite nuovi obiettivi e programmi che li aiutino a progredire fino al giorno in cui potranno entrare nell’alleanza battesimale e ricevere l’ordinanza della confermazione. Sul Registro dell’insegnamento, segnate a matita i principi che pensate di insegnare e gli impegni che li aiuterete a mantenere. Stabilite ciò che farete per aiutarli a ricevere queste lezioni e osservare questi impegni.

  4. Stabilite delle mete e fate dei programmi per aiutare i simpatizzanti a venire alla riunione sacramentale. Controllate il Registro dell’insegnamento per ogni simpatizzante ed esaminate la sua partecipazione alla riunione sacramentale. Per i simpatizzanti che partecipano regolarmente alla riunione sacramentale, pensate a ciò che dovete fare per aiutarli a continuare a fare delle esperienze spirituali edificanti. Per coloro che non sono mai venuti a una riunione sacramentale, che hanno partecipato una sola volta o che vengono occasionalmente, esaminate che cosa li sta trattenendo dal venire. Ad esempio, potrebbero aver bisogno di un passaggio per raggiungere la chiesa, potrebbero essere intimoriti dai servizi di culto dei Santi degli Ultimi Giorni o ignorarli, o potrebbero aver avuto un’esperienza negativa in passato. Esaminate ciò che potete fare per aiutarli a superare questi ostacoli. Stabilite degli obiettivi relativi al numero di simpatizzanti che prevedete di avere alla prossima riunione sacramentale. Pensate a chi porterà queste persone in chiesa, chi le accoglierà e chi si siederà accanto a loro durante le riunioni. Programmate di contattare i dirigenti di quorum e delle organizzazioni ausiliarie e tutti gli insegnanti responsabili delle classi cui i simpatizzanti parteciperanno. Programmate di informare il vescovo. Sul Registro del progresso, elencate i modi in cui il consiglio di rione può aiutare. Programmate tutte le cose che dovrete fare ogni giorno della settimana per preparare queste persone a venire in chiesa.

  5. 5. Stabilite delle mete e programmate le lezioni da insegnare ai simpatizzanti che fanno progressi. Controllate il Registro dell’insegnamento per ogni simpatizzante che fa progressi, cui era stata insegnata una lezione alla presenza di un membro della Chiesa. Condividete i vostrisentimenti su come percepiscono il messaggio. Tramite il Registro dell’insegnamento, controllate gli impegni e gli eventi che fanno fatica a rispettare o a completare. Esaminate in che modo aiutare i fedeli e il consiglio del rione a restare coinvolti nel loro progresso. Stabilite delle mete per le lezioni che insegnerete; gli impegni che li aiuterete a osservare, soprattutto a venire in chiesa; le esperienze importanti che li aiuterete a fare nelle prossime settimane.

    Controllate il Registro dell’insegnamento per ogni simpatizzante che compie progressi cui non era stata insegnata una lezione alla presenza di un fedele. Potrebbe trattarsi di persone che avete trovato grazie ai vostri sforzi. Considerate quale dirigente del sacerdozio o di un’organizzazione ausiliaria si potrebbe invitare a conoscerle. Ripassate le lezioni che insegnerete e gli impegni che li aiuterete a mantenere. Stabilite delle mete per le lezioni che insegnerete, per il modo in cui coinvolgerete i membri e per come aiuterete i simpatizzanti a venire alla riunione sacramentale. Scrivete queste mete sul Registro dell’insegnamento e fate i piani necessari.

  6. Stabilite delle mete e programmate le lezioni da insegnare a tutti gli altri simpatizzanti. Controllate il Registro dell’insegnamento per ogni simpatizzante che non compie progressi. Esaminate il motivo per cui questi simpatizzanti non stanno mantenendo gli impegni. Considerate come poter avvicinare questi simpatizzanti ai dirigenti del sacerdozio e delle organizzazioni ausiliarie. Esaminate molti degli stessi suggerimenti forniti al punto 5. Stabilite delle mete e fate dei programmi per aiutare queste persone a progredire. Riportate le mete sul Registro dell’insegnamento.

  7. Stabilite delle mete e programmate di contattare e insegnare alle persone il cui nome vi è stato riferito dai fedeli, dai simpatizzanti, dalle persone non appartenenti alla Chiesa e dalla sede della Chiesa. Ricontrollate i moduli per i simpatizzanti potenziali. Esaminate tutti i «riferimenti» ricevuti. Prestate attenzione ai «riferimenti» che non avete ancora contattato. Stabilite delle mete e fate dei programmi per contattare quanti più nominativi possibili durante la settimana, preferibilmente tutti. I «riferimenti» che provengono dalla sede della Chiesa dovrebbero essere contattati entro ventiquattro ore, se fattibile. Parlate di come potreste avvicinare ogni persona o famiglia e del messaggio che potreste insegnare. Se il «riferimento» è stato fornito dalla sede della Chiesa, esaminate come potrete insegnare il messaggio evangelico servendovi della videocassetta, del libro o del materiale che hanno richiesto. Assicuratevi di avere l’articolo richiesto. Se è il caso, telefonate alla persona e fissate un appuntamento. Analizzate che cosa dovreste fare in seguito.

  8. Stabilite delle mete e fate dei programmi per ottenere altri «riferimenti» dai fedeli, dai simpatizzanti e da coloro che non appartengono alla Chiesa. Individuate tramite la preghiera altri fedeli e simpatizzanti che potete visitare. Pensate a come potrete aiutarli a invitare i loro amici e parenti non appartenenti alla Chiesa ad approfondire la conoscenza del vangelo restaurato. Esaminate in che modo li inviterete a prendere parte al lavoro missionario. Fissate gli appuntamenti e fate i preparativi necessari.

  9. Stabilite delle mete e programmate le lezioni che insegnerete ai nuovi convertiti e ai membrimeno attivi. Esaminate il Registro dell’insegnamento per ogni nuovo convertito e i membri meno attivi cui state insegnando. Fissate delle mete e fate dei programmi per le lezioni che insegnerete. Stabilite in che modo aiuterete queste persone a venire alla riunione sacramentale e a mantenere gli impegni.

  10. Stabilite delle mete e fate dei programmi per trovare nuovi simpatizzanti cui insegnare. Esaminate gli sforzi compiuti la settimana precedente per trovare dei nuovi simpatizzanti attraverso i «riferimenti», le occasioni di servizio e le attività personali. Controllate le informazioni contenute nella sezione «Simpatizzanti potenziali» del Libro di area. Esaminate i motivi per cui alcune persone sono diventate simpatizzanti e altre no. Stabilite come meta quanti nuovi simpatizzanti troverete questa settimana. Individuate le persone che più probabilmente diventeranno simpatizzanti. Scegliete, inoltre, i fedeli e le famiglie i cui membri non fanno tutti parte della Chiesa, i «riferimenti» da andare a trovare e le occasioni di servizio cui cercherete di dedicarvi. Pensate a quali strumenti utilizzerete per trovare le persone cui insegnare, come i bigliettini da distribuire, le videocassette, i DVD, le Scritture o gli opuscoli. Parlate anche di dove andrete per conoscere altre persone, quanta gente contatterete ogni giorno, a quali simpatizzanti chiederete dei «riferimenti», quali ex simpatizzanti andrete a trovare, a dei modi in cui il consiglio di rione può aiutare, e così via. Preparate un programma specifico per il giorno dopo. Riempite il tempo rimanente con attività per trovare persone cui insegnare che vi aiutino a raggiungere le mete. Stabilite delle mete e programmate di parlare con tutte le persone che il Signore metterà sul vostro cammino. Cercate sempre di trovare persone cui insegnare.

  11. Programmate il modo in cui collaborare con il consiglio di rione. Il vescovo è l’autorità presiedente: rispettate e onorate la sua autorità. Sotto la sua guida, riesaminate il Registro del progresso usato nella riunione di coordinamento del lavoro missionario o il consiglio di rione. Esaminate gli incarichi che avete ricevuto dal vescovo o dal dirigente del lavoro missionario, e fate rapporto sul loro adempimento. Pensate a come coinvolgere altre persone che potrebbero favorire il lavoro missionario, come il dirigente del lavoro missionario, i dirigenti del sacerdozio e delle organizzazioni ausiliarie, e altri fedeli. Preparate con cura un Registro del progresso per la prossima riunione del consiglio di rione, dell’esecutivo del sacerdozio o di coordinamento del lavoro missionario. Assicuratevi che sia scritto in maniera chiara e ordinata. Stabilite delle mete e preparate un programma per collaborare in armonia con i dirigenti del rione. Se possibile, fate una copia del Registro del progresso per i dirigenti del rione che parteciperanno alla riunione.

  12. Programmate le riunioni che saranno tenute con regolarità. Nell’Agenda del missionario, programmate le riunioni che saranno tenute con regolarità, come le riunioni di distretto, le conferenze di zona, le interviste e le riunioni della Chiesa. Esaminate gli incarichi che dovrete portare a termine prima di queste riunioni e aggiungeteli agli appunti e al vostro elenco delle cose da fare.

  13. Fate il punto della situazione come coppia missionaria. Alla fine della sessione di programmazione settimanale, condividete con il collega le mete adatte e chiedetegli il suo aiuto per conseguirle. Esaminate i punti di forza del rapporto tra colleghi. Esaminate qualsiasi problema che possa impedire alla vostra coppia di lavorare in unità o di essere obbedienti. Risolvete i contrasti. Dite al collega quelli che pensate essere i suoi punti di forza. Chiedete suggerimenti su come potete migliorare. Se necessario, stabilite delle mete che migliorino il rapporto tra colleghi. Concludete con una preghiera.

Sessione di Programmazione Giornaliera

Alla fine di ogni giorno fate una sessione di programmazione. Se state insegnando una lezione, potete rimanere fuori casa sino alle 21:30. Altrimenti, ritornate a casa entro le 21 e fate una sessione di programmazione dalle 21 alle 21:30. (Il presidente di missione ha la facoltà di adattare gli orari alle circostanze locali). Nelle sessioni di programmazione giornaliera applicate gli stessi principi e linee di condotta seguiti per la programmazione settimanale, ma in maniera più semplice. Pregate quando esaminate le lezioni o gli argomenti che potete studiare durante lo studio personale e con il collega, che vi aiuteranno a svolgere il vostro programma. Scrivete gli argomenti nello spazio previsto nel programma giornaliero. Riesaminate il programma giornaliero. Programmate delle buone attività per ogni ora del giorno. Durante la sessione di programmazione della domenica sera, calcolate i totali e fate il Rapporto telefonico riassuntivo, scrivete la lettera settimanale al presidente di missione e ultimate le mete per la settimana che inizia.

Il giorno dopo, prima di uscire da casa, riesaminate le mete, i programmi e gli orari. Se necessario, apportate cambiamenti. Pregate sempre prima di uscire di casa. Potete capire se i vostri programmi giornalieri sono efficaci se non avete bisogno di chiedere: «Ora, che cosa devo fare?»

Essere Responsabili e Fare Rapporto

Il principio della responsabilità è fondamentale nel piano eterno di Dio. Nel giorno del giudizio tutti noi staremo davanti al Signore e saremo ritenuti responsabili di come abbiamo sfruttato le occasioni che Dio ci ha dato (vedere Alma 5:15–19; DeA 137:9). Durante la missione puoi imparare molte cose riguardo alla responsabilità che ti saranno di beneficio per tutta la vita. Il principio della responsabilità ti porterà benefici se:

  • Ti accosti mediante la preghiera alle mete e alla programmazione con l’idea che risponderai del tuo impegno davanti ai dirigenti della missione e al Signore.

  • Senti la responsabilità personale per la sacra fiducia che il Signore ha riposto in te.

  • Stabilisci delle buone mete.

  • Prendi l’iniziativa nel fare rapporto al Signore e ai dirigenti della missione sul tuo operato. Non aspettare che ti venga chiesto. Fai in modo che le persone non debbano venire frequentemente da te. Abbi il desiderio di fare rapporto sul tuo lavoro.

  • Accetta una piena responsabilità per ciò che fai. Non incolpare mai altre persone per le circostanze difficili o per la mancanza di progressi.

  • Cerca di imparare dai dirigenti e invitali a suggerirti dei modi in cui migliorare.

  • Sii motivato a fare del tuo meglio.

Rendere conto del proprio operato non è un principio che vale solo per la fine della missione, ma influisce su come inizi, su ciò che provi in merito ai compiti che il Signore ti ha dato, sul tuo atteggiamento nei confronti del lavoro e sul tuo modo di perseverare. L’atteggiamento che hai verso la missione riflette il tuo amore per il Padre celeste e Suo Figlio, come pure il rispetto per il sacerdozio.

Quando preghi individualmente o con il collega, cerca ispirazione su ciò che dovresti fare ogni giorno. Quando segui i tuoi programmi, prega e chiedi una guida al Signore. Durante il giorno abbi una preghiera nel cuore affinché lo Spirito ti aiuti a sapere dove andare, che cosa fare e che cosa dire. Chiediti: «Che cos’altro posso fare?» Al termine della giornata, quando preghi fai rapporto sul tuo operato.

Ogni settimana, fai rapporto ai dirigenti della missione usando il Rapporto telefonico riassuntivo. Se sei un dirigente della missione, ricevi queste informazioni da altri missionari. Oltre a mostrare interesse per i numeri statistici, interessati alla loro vita e a quella di coloro cui insegnano. Non servirti di questi strumenti o informazioni che ricevi per controllare o manipolare le persone. Queste informazioni ti offrono la possibilità di elogiare i missionari per la dedizione e di individuare occasioni future di addestramento.

Studio delle Scritture

Che cosa significa essere responsabile?

Perché il libero arbitrio è importante nella responsabilità?

In che modo un missionario e un dirigente missionario dovrebbero collaborare?

Ricordati Questo

Ricordati Questo

  • Concentra gli sforzi sul tuo scopo.

  • Stabilisci delle mete secondo gli indicatori principali.

  • Prega ferventemente sulle mete e i programmi.

  • Usa il Libro di area e l’Agenda del missionario per aiutare le persone a sviluppare la fede, pentirsi, battezzarsi, ricevere il dono dello Spirito Santo e perseverare sino alla fine.

  • Per ogni indicatore principale, stabilisci delle mete che ti aiutino a migliorare, esercitare la fede e lavorare con efficacia.

  • Tieni delle sessioni settimanali e giornaliere di programmazione che si concentrino sull’aiutare le persone a progredire nel Vangelo.

  • Fai rapporto al Signore e ai dirigenti della missione sui tuoi sforzi.

Idee per lo Studio e L’applicazione

Studio Personale

  • Sul diario di studio scrivi una risposta lunga una frase per ognuna delle domande in «Rifletti sui seguenti punti».

  • Fermati per qualche momento a pensare all’ultimo giorno di missione. Quando giungerà:

    • Che cosa vorrai dire di aver compiuto come missionario?

    • Chi vorrai essere diventato?

    • Quali differenze vorresti che le persone notassero in te?

    Scrivi nel diario di studio le risposte a queste domande. Stabilisci ora ciò che hai bisogno di fare per realizzare queste mete. Scrivi i piani che ti vengono in mente.

Studio Con il Collega

  • Usando il Libro di area, rispondete alle seguenti domande:

    • Tutti i rapporti e i registri sono aggiornati, accurati e facili da leggere?

    • Un missionario nuovo della zona, leggendo il Libro di area, sarebbe in grado di sapere a che punto sono le persone nel loro progresso spirituale e ciò che occorrerebbe fare di più per aiutarle?

    • Un missionario nuovo della zona trarrebbe benefici dagli sforzi compiuti da voi per trovare nuovi simpatizzanti?

    • Immaginatevi a fare una presentazione del Libro di area al Signore mentre gli fate rapporto di come vi siete presi cura delle persone che vivono nella vostra area. Il Signore si compiacerebbe dei vostri sforzi?

  • Esaminate la situazione di uno dei vostri nuovi simpatizzanti. Nell’Agenda del missionario, localizzate la pagina intitolata «eventi che portano al battesimo, alla confermazione e all’attività nella Chiesa». Scegliete un evento e fate un elenco di tutto ciò che dovete fare per far sì che si avveri. Esaminate come potreste programmare questi compiti in modo che tale evento avvenga quanto prima.

  • Esaminate tra colleghi l’analogia seguente. Valutate quanto ogni giorno la vostra «lenza» si trova in acqua.

    «Nessuno di noi dovrebbe essere come quel pescatore che pensa di aver pescato per tutto il giorno quando, in realtà, ha trascorso la maggior parte del tempo ad andare vicino all’acqua e ad allontanarsene, a mangiare il suo panino e a trafficare con la sua attrezzatura. Il successo nella pesca dipende dal tempo in cui la lenza rimane in acqua, non da quanto tempo il pescatore manca da casa. Alcuni pescatori stanno fuori casa per dodici ore e la loro lenza rimane in acqua per dieci ore. Altri pescatori stanno fuori casa per dodici ore e la loro lenza rimane in acqua per solo due ore. Quest’ultimo tipo di pescatori potrebbe chiedersi il motivo per cui non ha lo stesso successo degli altri.

    Lo stesso principio vale per i missionari, che il Maestro ha chiamato ‹pescatori d’uomini›. La lenza di un missionario dovrebbe cadere in acqua nel momento stesso in cui esce da casa» (Dallin H. Oaks, seminario per i nuovi presidenti, 20 giugno 2000).

Riunioni di Distretto e Conferenze di Zona

  • Leggi ai missionari una delle situazioni seguenti. Chiedi ai missionari riuniti in piccoli gruppi di esaminare le mete e i programmi che aiuteranno le persone menzionate negli esempi a progredire verso il battesimo e la confermazione. Chiedete ad ogni gruppo di riferire le idee raccolte.

    Situazione uno: avete incontrato Larry e Beth mentre stavano rendendo servizio in un luogo di ristoro per senzatetto. Avete insegnato loro una lezione e ora vogliono saperne di più. Non conoscono alcun membro della Chiesa. Beth è cristiana e Larry non professa alcuna religione. Non sono sposati ma convivono. Larry lavora dalle 16:00 sino a mezzanotte. Beth lavora durante il giorno.

    Situazione due: Steve ha ascoltato tutte le lezioni e viene in chiesa almeno un paio di volte al mese. Crede che Joseph Smith è un profeta e che il Libro di Mormon è vero. I suoi familiari sono cattolici osservanti e non approvano che lui s’incontri con i missionari.

    Situazione tre: Jill è una studentessa universitaria. Ha un’amica che è membro della Chiesa. L’amica l’ha invitata a incontrarsi con i missionari. Voi le avete insegnato due lezioni, durante le quali l’amica era presente. Non è ancora venuta in chiesa ed è tanto occupata con i compiti scolastici che per lei è difficile leggere il Libro di Mormon.

  • Invita i missionari a condividere esperienze in cui, grazie alle mete e ai programmi, sono stati in grado di aiutare le persone a:

    • Sviluppare maggiore fede nel Salvatore.

    • Pentirsi e apportare quei cambiamenti che li hanno avvicinati a Dio.

    • Ricevere le alleanze del battesimo e della confermazione.

    • Ritornare in chiesa e rinnovare le alleanze battesimali.

  • Dividi i missionari in tre gruppi. Spiega che ogni gruppo riceverà un incarico importante. Assegna poi a ogni gruppo uno dei seguenti compiti:

    • Aprire una nuova area di proselitismo.

    • Preparare una sessione di addestramento per una conferenza di zona su come presentare il Libro di Mormon ai simpatizzanti.

    • Integrare nel rione una famiglia di simpatizzanti che ha tre figli: una bambina di otto anni, una ragazzina di dodici e un ragazzo di sedici.

    Spiega ai missionari che hanno otto minuti per preparare un piano. Uno dei missionari dovrebbe scrivere il piano, incluse le attività giornaliere.

    Incarica ciascun gruppo di presentare il suo piano. Dopo le presentazioni, chiedi:

    • Che cosa hanno avuto bisogno di sapere i missionari in ogni situazione?

    • Quali potrebbero essere i risultati se le attività che programmi sono inadatte o non ne programmi affatto?

    Dopo tutte le presentazioni, chiedi:

    • In che modo programmare e stabilire mete sono atti di amore e di fede?

Presidente di Missione

  • Chiedi ai missionari di portare il Libro di area alla conferenza di zona o in occasione delle interviste. Oltre a esaminare tu stesso i libri di area, prendi in considerazione di farli leggere ai dirigenti della missione o a tua moglie.

  • Occasionalmente assisti alle sessioni di programmazione settimanale o giornaliera.

  • Occasionalmente fai le interviste negli alloggi dei missionari. Mentre lo fai, incarica tua moglie o gli assistenti di esaminare il Libro di area o le agende dei missionari.

  • Esamina frequentemente le agende dei missionari.

  • Partecipa occasionalmente a un consiglio di rione.