Individui e famiglie
Idee per migliorare il tuo studio personale delle Scritture
precedente avanti

“Idee per migliorare il tuo studio personale delle Scritture”, Vieni e seguitami – Per gli individui e le famiglie: Dottrina e Alleanze 2021 (2020)

“Idee per migliorare il tuo studio personale delle Scritture”, Vieni e seguitami – Per gli individui e le famiglie: 2021

Idee per migliorare il tuo studio personale delle Scritture

Ecco alcuni semplici modi per migliorare il tuo studio della parola di Dio contenuta nelle Scritture.

Prega per essere ispirato

Le Scritture sono la parola di Dio, perciò chiedi a Lui di aiutarti a comprenderle.

Cerca le verità che riguardano Gesù Cristo

Le Scritture ci insegnano che tutte le cose testimoniano di Cristo (vedere 2 Nefi 11:4; Mosè 6:63), perciò potresti appuntarti o sottolineare i versetti che rendono testimonianza del Salvatore, che rendono più profondo il tuo amore per Lui e che ti insegnano come seguirLo.

Presta attenzione alle parole e alle espressioni che ti ispirano

Potresti accorgerti che alcune parole ed espressioni contenute nelle Scritture ti colpiscono come se fossero state scritte in modo specifico per te. Potresti percepirle come rilevanti a livello personale e potrebbero ispirarti e motivarti. Se vuoi, segnale nelle tue Scritture o scrivile in un diario di studio.

Cerca le verità del Vangelo

A volte le verità del Vangelo (spesso chiamate “dottrina” o “principi”) vengono enunciate in modo diretto, mentre altre volte sono espresse implicitamente attraverso un esempio o una storia. Chiediti: “Quali verità eterne sono insegnate in questi versetti?”.

Ascolta lo Spirito

Presta attenzione ai tuoi pensieri e ai tuoi sentimenti, anche se non sono collegati a ciò che stai leggendo. Queste impressioni potrebbero essere proprio le cose che il Padre Celeste vuole che impari.

Applica le Scritture alla tua vita

Pensa al modo in cui le storie e gli insegnamenti che leggi si applicano alla tua vita. Ad esempio, potresti chiederti: “Quali esperienze ho vissuto che sono simili a ciò che sto leggendo?” oppure “Come posso seguire l’esempio di questa figura delle Scritture?”.

Poniti delle domande mentre studi

Mentre studi le Scritture potrebbero venirti in mente delle domande. Queste domande potrebbero essere collegate a ciò che stai leggendo o alla tua vita in generale. Meditale e cerca le risposte mentre continui a studiare le Scritture.

Usa i sussidi per lo studio delle Scritture

Per ottenere ulteriori spunti di comprensione relativi ai versetti che leggi, usa le note a piè di pagina, la Guida alle Scritture (scriptures.ChurchofJesusChrist.org) e altri sussidi per lo studio.

Rifletti sul contesto delle Scritture

Se tieni presente il contesto, come le circostanze e l’ambientazione di quel passo, puoi trovarvi importanti spunti di riflessione. Per esempio, conoscere la storia e le convinzioni del popolo a cui stava parlando Dio ti aiuta a capire meglio l’intento delle Sue parole.

Annota i tuoi pensieri e i tuoi sentimenti

Ci sono molti modi per annotare le impressioni che ti giungono mentre studi. Ad esempio, potresti evidenziare nelle tue Scritture una parola o un’espressione significativa e annotarvi a margine le tue riflessioni. Potresti anche tenere un diario degli spunti, dei sentimenti e delle impressioni che ricevi.

Studia le parole dei profeti e degli apostoli degli ultimi giorni

Leggi quello che i profeti e gli apostoli degli ultimi giorni hanno insegnato riguardo ai principi che trovi nelle Scritture (vedere ad esempio conference.ChurchofJesusChrist.org e le riviste della Chiesa).

Condividi le tue riflessioni

Parlare delle riflessioni che scaturiscono dal tuo studio personale non è solo un buon modo per insegnare agli altri, ma contribuisce anche a rafforzare la tua comprensione di ciò che hai letto.

Metti in pratica ciò che impari

Lo studio delle Scritture non dovrebbe soltanto ispirarci, ma anche spingerci a cambiare il modo in cui viviamo. Mentre leggi, ascolta ciò che lo Spirito ti suggerisce di fare, poi impegnati ad agire sulla base di questi suggerimenti.

L’anziano David A. Bednar ha detto: “Non dobbiamo aspettarci che la Chiesa, come organizzazione, ci insegni o ci dica tutto ciò che dobbiamo sapere e fare per diventare discepoli devoti e perseverare coraggiosamente fino alla fine. Abbiamo piuttosto la responsabilità personale di apprendere ciò che dovremmo apprendere, di vivere come sappiamo di dover vivere, e di diventare la persona che il Maestro vuole che diventiamo, e la nostra casa è l’ambiente migliore in assoluto per apprendere, vivere e diventare” (“Preparàti per ottenere ogni cosa necessaria”, Liahona, maggio 2019, 102).