2019
Corteggiamento e pornografia
File scaricati
Libro intero (PDF)
Note a piè di pagina

Hide Footnotes

Tema

Giovani Adulti

Corteggiamento e pornografia

Aiuto e speranza per affrontare la pornografia durante il corteggiamento.

Couples- dating

Fotografie e icone di Getty Images, utilizzate a scopo illustrativo, realizzate con modelli professionisti

Come giovani adulti, sappiamo tutti che il corteggiamento può essere entusiasmante, spaventoso, appagante e snervante allo stesso tempo. Quando cominciamo a prendere confidenza con l’altra persona, ci viene naturale desiderare di conoscerla meglio; una maggiore vulnerabilità è importante per poter edificare e approfondire il rapporto. Quali sono i nostri sogni, le nostre paure e le nostre convinzioni? Che cosa pensiamo del matrimonio e della famiglia? Quali problemi abbiamo affrontato in passato o stiamo affrontando nel presente che dovremmo portare a conoscenza dell’altra persona?

Per quanto possa intimorire parlare (o chiedere) di problemi legati alla pornografia, non parlarne può portare successivamente a situazioni devastanti. Ogni problema personale di pornografia è peculiare e rappresenta una sfida. Voi potreste non sapere se davvero la persona con cui state uscendo ha un problema o come parlarne con lei, perciò è importante che cerchiate la guida dello Spirito. Non c’è un’unica soluzione per ogni situazione, ma in questo articolo offriamo alcuni suggerimenti per coloro che forse si stanno ponendo queste domande:

  • Come posso affrontare l’argomento della pornografia con la persona che sto frequentando? Quando è appropriato fare domande/parlarne?

  • Come faccio a sapere se devo continuare una relazione con una persona che ha alle spalle una storia di utilizzo della pornografia?

  • In che modo possiamo lavorare insieme per superare i problemi con la pornografia?

Per coloro che hanno avuto o che hanno questo problema

Se avete avuto un problema con la pornografia in passato o se lo state vivendo ora, il pensiero di corteggiare qualcuno può procurarvi un senso di sconforto o di inquietudine. Se però desiderate sinceramente liberare la vostra vita dalla pornografia (o se lo avete già fatto), sappiate che con il vostro impegno personale e con l’aiuto del Padre Celeste e di Gesù Cristo vi sarà possibile avere una relazione sana e duratura. Quando cercate di dare inizio a un rapporto, tenete presenti queste domande:

1. È davvero necessario parlarne?

Una domanda che ci si pone spesso è: “È proprio necessario che io parli del mio passato di dipendenza dalla pornografia con la persona con cui esco, anche se mi sono pentito?”, oppure: “È necessario che io parli dei miei attuali problemi di pornografia con la persona che sto frequentando?”. In genere è necessario parlarne, nel momento giusto e in maniera delicata. Nel farlo, tenete a mente questi principi importanti:

  • Tempistiche – la conversazione dovrebbe avere luogo quando la relazione ha raggiunto un livello di serietà che rende naturalmente necessario affrontare l’argomento.

  • Onestà – Le relazioni dovrebbero basarsi sulla fiducia e sull’onestà. Sebbene la persona che state frequentando possa decidere di porre fine al vostro rapporto, è necessario che capisca la natura del problema, il vostro progresso attuale nel fronteggiarlo e i vostri piani per affrontarlo nel caso in cui si ripresenti in futuro.

  • Perdono – Essere onesti riguardo alla vostra dipendenza dalla pornografia con la persona con cui state uscendo non significa che dobbiate descrivere il problema troppo nel dettaglio. Se vi siete pentiti e sentite di essere stati perdonati non dovreste più sentirvi in colpa al riguardo. Il Signore non ricorda i nostri peccati una volta che ce ne siamo pentiti (vedere Dottrina e Alleanze 58:42), quindi la vostra conversazione con la persona che state frequentando non dovrebbe essere tanto una “confessione” quanto un modo per rafforzare la fiducia, condividere i vostri piani per mantenere lo stato di guarigione e ottenere sostegno.

  • Guarigione – Anche se vi siete pentiti, l’uso prolungato o intensivo della pornografia può avere degli effetti biologici, psicologici, sociali e spirituali a lungo termine. Il processo di guarigione può essere difficile e richiedere molto tempo, ma guarire veramente e completamente è possibile. Per affrontare questo processo avrete bisogno dell’aiuto e del sostegno appropriati, il che dovrebbe coinvolgere anche il vostro potenziale coniuge.

2. Sono pronto per una relazione seria?

Una delle differenze principali tra chi è pronto per una relazione seria e chi non lo è consiste nella disponibilità a essere trasparente con la persona con cui si sta uscendo. Se avete problemi con la pornografia, potete scegliere di lasciare che la paura distrugga la fiducia all’interno della vostra relazione oppure potete avere fede per affrontare le sfide insieme.

Sebbene parlare della vostra storia di dipendenza dalla pornografia possa mettervi a disagio, evitare di farlo porterà solamente a rafforzare i vostri sentimenti di paura e di vergogna. La paura di perdere la persona con cui state uscendo potrebbe portarvi anche a rifiutare di condividere la vostra storia o a evitare di parlarne, cosa che causerebbe una perdita di fiducia e danneggerebbe la vostra relazione più avanti nel tempo.

D’altra parte, se rispetterete l’arbitrio della persona che state frequentando, onorerete la loro scelta di continuare il rapporto alla luce dei lati buoni e di quelli cattivi. Potreste avere ancora paura di quello che potrebbe succedere, ma è importante capire che, una volta informata di tutto, l’altra persona potrà sostenervi nei vostri sforzi e nel vostro desiderio di eliminare la pornografia dalla vostra vita. Tuttavia, a prescindere dall’esito della relazione, con l’aiuto di Dio potete proseguire sul cammino verso la guarigione.

Per coloro che stanno frequentando qualcuno con questo problema

Poiché l’età media del primo contatto con materiale pornografico si aggira intorno agli undici anni e data la facilità con cui si può accedere a questo materiale, la maggior parte dei giovani a diciotto anni ha già avuto a che fare in qualche modo con la pornografia. Questo può essere motivo di preoccupazione quando si arriva al corteggiamento. L’esposizione, però, differisce dalla dipendenza, e ci sono diversi livelli di coinvolgimento nella pornografia (vedere Dallin H. Oaks, “Liberarsi dalla trappola della pornografia”, Liahona, ottobre 2015, 50–55). La buona notizia è che l’Espiazione di Gesù Cristo può dare forza e portare guarigione a tutti coloro che la cercano. Ecco alcune domande da tenere presenti man mano che la vostra relazione progredisce.

1. Quando e come è opportuno che io ponga domande sulla pornografia?

Per decidere quando e come affrontare la questione con la persona che state frequentando potreste parlare con i vostri genitori, i vostri fratelli maggiori, i vostri dirigenti ecclesiastici o chiunque altro pensiate possa darvi buoni consigli. Trovate il modo che ritenete più giusto per voi e poi affrontate l’argomento al momento opportuno, quando la vostra frequentazione diventa esclusiva o più seria.

Ciò non significa che al primo appuntamento dovete cominciare con un interrogatorio sul passato dell’altra persona; piuttosto, man mano che il vostro rapporto va avanti, potete cercare l’ispirazione dello Spirito per sapere come e quando porle domande sulla sua esperienza con la pornografia.

Sadness

2. Come dovrei reagire?

Quando voi e la persona con cui state uscendo cominciate ad aprirvi sinceramente, questo può avere un effetto guaritore. È importante che siate consapevoli dei vostri pensieri e dei vostri sentimenti quando l’altro vi rivela i suoi problemi con la pornografia, in quanto questo potrebbe rendervi critici, arrabbiati o insensibili, oppure farvi sentire ingannati. Allo stesso tempo, però, il fatto che ve lo abbia confidato può anche accrescere la fiducia, la compassione, l’amore e l’empatia tra di voi. Nel reagire, considerate i suoi sentimenti e i vostri.

3. In che modo dovrei muovermi?

Scoprire che la persona che frequentate sta lottando con la pornografia dovrebbe essere motivo di preoccupazione, ma non tradite la sua fiducia confidando ad altre persone i suoi problemi. Confidarsi con il vescovo o con un terapeuta può essere d’aiuto, così come il parlare con un amico o con un dirigente fidato, con il permesso della persona interessata.

La decisione di proseguire o meno la relazione deve essere presa cercando continuamente la guida dello Spirito. Tuttavia, possono essere utili anche i seguenti suggerimenti:

  • Chiedete alla persona quale impatto ha avuto la pornografia sulla sua vita e a che punto si trova nel processo di guarigione. Lui o lei deve avere dimostrato il desiderio di eliminare la pornografia dalla propria vita intraprendendo ogni azione necessaria a tal fine.

  • Riconoscete che alcune forme di dipendenza dalla pornografia (come il fare uso di materiale pedopornografico, che ha per oggetto i bambini) sono un indicatore importante che la persona ha bisogno dell’aiuto di uno specialista e che può rappresentare un pericolo.

  • Riconoscete che il potere dell’Espiazione del Salvatore è reale. Voi potete perdonare e l’altra persona può essere guarita.

  • Decidete di non accontentarvi di niente di meno dell’essere totalmente onesti nel vostro rapporto e dell’essere degni di sposarvi al tempio.

  • Comprendete che la guarigione e il recupero possono richiedere tempo. Le ricadute possono avvenire e coloro che stanno cercando di guarire avranno bisogno di sostegno. Ciò include comprendere quali siano i fattori scatenanti (le situazioni che possono indurli a fare uso di materiale pornografico) e sostenerli o aiutarli a prendere adeguate precauzioni.

  • Se la vostra relazione sta progredendo verso il matrimonio, assicuratevi di concordare entrambi sul fatto che la pornografia è inaccettabile e che non rappresenta un modello di rapporto coniugale sessualmente sano.

L’aspetto più importante su cui focalizzarsi per sapere che cosa fare è affidarsi a ciò che lo Spirito Santo vi suggerisce di compiere, ossia qualsiasi passo che vada dal continuare il rapporto con la consapevolezza che l’utilizzo di materiale pornografico deve cessare, fino al porre termine alla relazione continuando però a sostenere lo sforzo dell’altro di cambiare. Qualunque cosa decidiate di fare, la persona che state frequentando deve capire che le cose possono cambiare a seconda che stia facendo dei progressi o meno per vincere la sua dipendenza dalla pornografia.

Lavorare insieme per vincere la pornografia

Superare un problema di dipendenza dalla pornografia può essere difficile, ma è possibile. Infine, lavorare insieme per poterlo superare può rafforzare il vostro rapporto mentre entrambi giungete a una più profonda comprensione dell’Espiazione di Gesù Cristo e imparate a sostenervi a vicenda nelle difficoltà. Nel lavorare insieme per superare un problema legato alla pornografia tenete presente quanto segue:

  • La pagina web della Chiesa overcomingpornography.ChurchofJesusChrist.org offre molte risorse (tra cui le informazioni sul programma di recupero dalle dipendenze della Chiesa) che possono aiutare sia voi che l’altra persona a intraprendere questo processo di guarigione.

  • Scegliete un luogo e un momento specifici per parlare di pornografia, così che non diventi il punto focale della vostra relazione. Quando ne parlate, non sminuite l’altra persone e non siate condiscendenti. Il vostro rapporto dovrebbe costituire una zona sicura in cui entrambi potete sentirvi amati e sostenuti, non interrogati o sviliti.

  • Le pratiche spirituali possono contribuire a fornire una difesa contro la tentazione. Incoraggiatevi a vicenda a mantenere e a rafforzare le abitudini spirituali come lo studio significativo delle Scritture e il culto offerto al tempio (quando possibile), l’osservanza del giorno del Signore, il servizio reso al prossimo, il digiuno efficace e la preghiera sincera, con un maggiore desiderio di fortificare il vostro rapporto con il Salvatore e con il Padre Celeste. Questo tipo di relazione può contribuire a diminuire la presa della pornografia sulla vostra vita. Quella per diventare discepoli è una ricerca lunga una vita, e la forza che riceviamo come seguaci di Cristo ci aiuterà a superare tutte le sfide della vita, non solo la pornografia.

  • Se i vostri sforzi si dimostrano inefficaci, non abbiate paura e non vergognatevi di rivolgervi a un professionista nel campo della salute mentale specializzato nelle dipendenze di natura sessuale, che potrebbe aiutarvi a capire meglio come si cura la dipendenza dalla pornografia e come si neutralizzano le cause che ne sono alla base.

  • Ricordate che siamo circondati da mezzi di comunicazione sconvenienti che ci inducono a peccare. Se la persona che state frequentando ha una ricaduta, la velocità con cui si rimetterà in carreggiata è un buon indicatore del suo impegno a liberarsi dalla pornografia. Se, però, inizia a sembrarvi di essere più motivati di lei nel voler vedere un miglioramento dovreste riconsiderare se continuare il vostro rapporto.

  • La vostra influenza sulla persona che state frequentando può essere molto forte, ma non dovrebbe essere il motivo principale che la spinge a cambiare il suo comportamento. Il desiderio di cambiare deve provenirle da dentro, non da voi.

Più di ogni altra cosa, cercate la guida del Padre Celeste e ricordate che c’è sempre speranza tramite il Salvatore. La Sua grazia è sufficiente per guarirci e per cambiarci. La Sua Espiazione è a disposizione sia dell’uno che dell’altra per darvi forza e aiutarvi a perdonare. Tuttavia, la persona che ha problemi con la pornografia deve cercare attivamente l’aiuto del Salvatore per superarli. Nessun altro può farlo per lei. Abbiate fede e confidate nel Padre Celeste. Egli vi guiderà attraverso le specifiche circostanze della vostra vita.