2019
Due pagine piene di gratitudine
File scaricati
Libro intero (PDF)
Note a piè di pagina

Hide Footnotes

Tema

Voci dei Santi degli Ultimi Giorni

Due pagine piene di gratitudine

Elise Dahlen

Utah, USA

Latter-Day Saint Voices

Illustrazione di Allen Garns

Mio padre ha sofferto tutta la vita per la scarsa autostima e la sensazione di non valere nulla. Era stato cresciuto da un padre alcolizzato che gli diceva spesso quanto lo considerasse privo di valore. Grazie al cielo, mio padre non è mai diventato un alcolizzato, ma non ha mai detto a me, ai miei fratelli e alle mie sorelle di essere fiero di noi, né ci ha mai lodato per le cose che facevamo bene. Mentre crescevo, cercavo di compiacerlo, ma sentivo sempre di non poter essere mai proprio all’altezza. Questo ci ha portato ad avere un rapporto teso.

Un anno, ne parlai con il mio saggio vescovo. Mi consigliò di scrivere una lettera a mio padre dicendogli tutti i motivi per cui ero grata per lui. Questa non sarebbe stata un’impresa facile per me. Le mie ferite erano profonde e io non volevo che la mia lettera di gratitudine diventasse una lettera di risentimento. Così pregai. Con la guida dello Spirito, cominciarono a venirmi in mente moltissimi motivi per cui ero grata per mio padre. Ci volle del tempo, ma quando terminai avevo riempito due pagine intere.

Consegnai la mia lettera senza sapere quale sarebbe stata la reazione di mio padre. Sapevo però che non potevo scegliere come avrebbe reagito. Dovevo soltanto guardare nel mio cuore e ricordarmi perché avevo scritto la lettera.

La mattina seguente ricevetti una telefonata della mia matrigna. Stava piangendo. Mi disse che mio padre aveva letto la lettera tantissime volte. Disse che non poteva parlarmi perché stava piangendo troppo.

“Grazie!”, disse lei. “Tuo padre aveva bisogno di questo”.

In seguito, quel giorno, mio padre mi chiamò per ringraziarmi. Mi chiamò ogni giorno per diversi giorni per esprimere quanto la lettera significava per lui.

Vorrei poter dire che il nostro rapporto guarì miracolosamente, ma avevamo ancora tanto lavoro da fare. Col tempo, il mio cuore cominciò a guarire e il nostro rapporto migliorò. Alla fine riuscii a perdonarlo.

Alcuni anni più tardi, dopo una terribile battaglia contro il cancro, mio padre morì. Sono sicura che ora sta provando una grande gioia mentre il Salvatore lo aiuta a guarire da anni di abusi. So di aver provato la guarigione tramite il potere dell’Espiazione di Gesù Cristo. Il Salvatore comprende le nostre necessità e può aiutarci a rimuovere dalla nostra anima il veleno delle ferite e del risentimento. So che la gratitudine, il perdono e l’amore sono cure potenti.