2010–2019
Il Libro di Mormon: come sarebbe la vostra vita senza?
File scaricati
Questa pagina (MP3)
Note a piè di pagina

Hide Footnotes

Tema

Il Libro di Mormon: come sarebbe la vostra vita senza?

Nel modo più miracoloso e peculiare, il Libro di Mormon ci istruisce su Gesù Cristo e sul Suo vangelo.

Nel 1986 sono stato invitato a fare un discorso speciale a una conferenza in un’università ad Accra, in Ghana. Lì ho incontrato un certo numero di rappresentanti di governo, tra cui un re tribale africano. Mentre parlavamo prima del mio intervento, il re si rivolgeva a me soltanto tramite il suo interprete, che poi traduceva per me. Io rispondevo all’interprete e l’interprete traduceva le mie risposte al re.

Dopo il mio intervento, il re è venuto direttamente da me, ma stavolta senza l’interprete. Con mia sorpresa, parlava un inglese perfetto: l’inglese britannico, dovrei forse aggiungere.

Il re sembrava confuso. “Ma lei chi è realmente?”, mi ha chiesto.

Ho risposto: “Sono un apostolo ordinato di Gesù Cristo”.

Il re ha chiesto: “Cos’altro può insegnarmi di Gesù Cristo?”.

Ho risposto con una domanda: “Posso chiederle cosa sa già di Lui?”.

La sua risposta ha rivelato che il re era uno studente serio della Bibbia e che amava il Signore.

Allora ho chiesto se sapesse del ministero di Gesù Cristo presso il popolo delle antiche Americhe.

Come mi aspettavo, ha detto di no.

Gli ho spiegato che dopo essere stato crocifisso ed essere risorto, il Salvatore venne presso il popolo delle antiche Americhe e insegnò il Suo vangelo. Organizzò la Sua chiesa e chiese ai Suoi discepoli di tenere un resoconto del Suo ministero tra loro.

“Quel resoconto — ho proseguito — è quello che conosciamo come il Libro di Mormon. È un altro testamento di Gesù Cristo. È un libro di Scritture compagno della Bibbia”.

A quel punto, il re si è mostrato molto interessato. Rivolgendomi al presidente di missione che mi aveva accompagnato, ho chiesto se avesse con sé una copia extra del Libro di Mormon. Ne ha preso uno dalla sua borsa.

L’ho aperto al capitolo 11 di 3 Nefi e insieme al re ho letto il sermone del Salvatore ai Nefiti. Poi ho regalato quel Libro di Mormon al re. La sua reazione è ancora nella mia mente e nel mio cuore: “Lei avrebbe potuto darmi diamanti o rubini, ma per me nulla è più prezioso di questa ulteriore conoscenza sul Signore Gesù Cristo”.

Dopo aver sentito il potere delle parole del Salvatore in 3 Nefi, il re ha proclamato: “Se dovessi convertirmi e unirmi alla Chiesa, porterò tutta la mia tribù con me”.

“Oh, Re — ho detto — non funziona così. La conversione è una questione personale. Il Salvatore ministrò ai Nefiti ad uno ad uno. Ciascuno deve ricevere individualmente una conferma e una testimonianza del vangelo di Gesù Cristo”.1

Fratelli e sorelle, quanto è prezioso il Libro di Mormon per voi? Se vi fossero offerti diamanti e rubini o il Libro di Mormon, cosa scegliereste? Onestamente, quale di queste cose è di maggior valore per voi?

Ricorderete che, nel corso della sessione della domenica mattina della conferenza generale di aprile 2017, il presidente Thomas S. Monson ha implorato “ciascuno di noi di studiare ogni giorno il Libro di Mormon con l’aiuto della preghiera e di meditarne gli insegnamenti”2. Molti hanno dato seguito alla supplica del nostro profeta.

Lasciate che dica che né io né Riley, che ha otto anni, sapevamo che qualcuno ci stesse facendo delle foto. Notate che Riley sta leggendo il Libro di Mormon con l’aiuto del segnalibro “Sono un figlio di Dio”.

Qualcosa di possente accade quando un figlio di Dio cerca di sapere qualcosa in più di Lui e del Suo Figlio diletto. Da nessuna parte queste verità sono insegnate con più chiarezza e potere di quanto lo sono nel Libro di Mormon.

Dal momento in cui il presidente Monson ci ha fatto questo invito sei mesi fa, ho provato a seguire il suo consiglio. Tra le altre cose, ho fatto un elenco di ciò che il Libro di Mormon è, di ciò che afferma, di ciò che confuta, di ciò che adempie, di ciò che chiarisce e di ciò che rivela. Guardare il Libro di Mormon attraverso queste lenti è stato un esercizio istruttivo e ispiratore. Lo raccomando a tutti.

Durante questi sei mesi, ho invitato vari gruppi — compresi i miei Fratelli del Quorum dei Dodici, missionari in Cile e presidenti di missione in Argentina nonché le loro mogli — a considerare tre domande collegate che vi invito caldamente a prendere in esame oggi:

Primo, come sarebbe la vostra vita senza il Libro di Mormon? Secondo, cosa non sapreste? E terzo, cosa non avreste?

Questi gruppi hanno fornito risposte entusiastiche provenienti direttamente dal cuore. Ecco alcuni dei loro commenti:

“Senza il Libro di Mormon, sarei confuso in merito agli insegnamenti e alle opinioni contrastanti su così tante cose. Sarei di nuovo nella stessa condizione in cui mi trovavo prima di conoscere la Chiesa, quando ero alla ricerca di conoscenza, fede e speranza”.

Un altro ha detto: “Non saprei niente del ruolo che lo Spirito Santo può avere nella mia vita”.

Un altro ancora: “Non capirei chiaramente il mio scopo qui sulla terra!”

Un altro ha detto: “Non saprei che dopo questa vita c’è il progresso eterno. Grazie al Libro di Mormon so che c’è davvero vita dopo la morte. Questo è lo scopo principale per cui stiamo lavorando”.

Quest’ultimo commento mi ha riportato a decenni fa, mentre facevo il mio tirocinio come chirurgo. Una delle responsabilità più tristi di un chirurgo, a volte, è informare i familiari quando un loro caro muore. In uno degli ospedali dove ho lavorato, c’era una stanza speciale provvista di muri imbottiti che veniva usata per dare questo tipo di notizie ai familiari. Lì, alcuni manifestavano il loro dolore battendo la testa contro quei muri imbottiti. Quanto avrei voluto insegnare a quelle persone che la morte, sebbene difficile per i cari che restano, è una parte necessaria della nostra esistenza immortale! La morte ci permette di progredire andando nel mondo successivo.3

Un altro ha risposto così alla mia domanda: “La mia vita non ha avuto realmente un senso fino al giorno in cui ho letto il Libro di Mormon. Sebbene avessi pregato e fossi andato nella mia chiesa tutta la vita, il Libro di Mormon mi ha aiutato a comunicare davvero con il Padre Celeste per la prima volta”.

Un altro ha detto: “Senza il Libro di Mormon, non avrei capito che il Salvatore non solo ha sofferto per i miei peccati, ma può anche guarire i miei dolori e le mie sofferenze”4.

E un altro ancora: “Non saprei che ci sono profeti a guidarci”.

Immergerci regolarmente nelle verità del Libro di Mormon può essere un’esperienza che cambia la vita. Una delle nostre nipoti missionarie, la sorella Olivia Nelson, ha promesso a un simpatizzante che se avesse letto il Libro di Mormon ogni giorno, i voti dei suoi esami all’università sarebbero migliorati. Lui lo ha fatto, e i voti sono migliorati.

Cari fratelli e care sorelle, attesto che il Libro di Mormon è davvero la parola di Dio. Contiene le risposte alle domande più importanti della vita. Insegna la dottrina di Cristo.5 Amplia e chiarisce molte delle verità “chiare e preziose”6 che erano andate perdute nei secoli e a causa delle numerose traduzioni della Bibbia.

Il Libro di Mormon fornisce la comprensione più piena e autorevole dell’Espiazione di Gesù Cristo che si possa trovare. Insegna cosa significa veramente nascere di nuovo. Dal Libro di Mormon apprendiamo del raduno della dispersa Israele. Comprendiamo perché siamo qui sulla terra. Queste e altre verità sono insegnate nel Libro di Mormon con più potere e capacità di persuasione di quanto accada in qualsiasi altro libro. Il Libro di Mormon contiene la piena potenza del vangelo di Gesù Cristo. Punto.

Il Libro di Mormon illumina gli insegnamenti del Maestro ed espone anche le tattiche dell’avversario.7 Il Libro di Mormon insegna dottrina vera che spazza via tradizioni religiose errate, come la pratica sbagliata della celebrazione del battesimo dei neonati.8 Il Libro di Mormon dà scopo alla vita invitandoci caldamente a considerare il potenziale della vita eterna e della “felicità senza fine”9. Il Libro di Mormon frantuma le false credenze secondo cui la felicità si può trovare nel peccato10 e che essere buono è tutto ciò che viene richiesto a un individuo per tornare alla presenza di Dio.11 Abolisce per sempre l’idea sbagliata che la rivelazione è terminata con la Bibbia e che oggi i cieli sono chiusi.

Quando penso al Libro di Mormon, penso alla parola potere. Le verità del Libro di Mormon hanno il potere di guarire, di confortare, di ristabilire, di soccorrere, di rafforzare, di consolare e di incoraggiare la nostra anima.

Miei cari fratelli e mie care sorelle, vi prometto che se studierete il Libro di Mormon con spirito di preghiera ogni giorno, farete scelte migliori ogni giorno. Prometto che se mediterete su ciò che studiate, le cateratte del cielo si apriranno e riceverete le risposte alle vostre domande e guida per la vostra vita. Vi prometto che se vi immergerete quotidianamente nel Libro di Mormon, potrete essere vaccinati contro i mali di oggi, persino contro la piaga tenace della pornografia e altre dipendenze che intorpidiscono la mente.

Ogni volta che sento qualcuno, compreso me stesso, dire: “So che il Libro di Mormon è vero”, mi viene voglia di esclamare: “È una bella cosa, ma non è abbastanza!”. Dobbiamo sentire, nel ‘più profondo’ del nostro cuore12, che il Libro di Mormon è inequivocabilmente la parola di Dio. Dobbiamo sentirlo così profondamente da non voler più vivere neanche un solo giorno senza di esso. Voglio parafrasare il presidente Brigham Young e dire: “Vorrei avere una potente voce di tuono per risvegliare le persone”13 alla verità e al potere del Libro di Mormon.

Dobbiamo essere come questo giovane missionario in Europa il quale sentiva così profondamente la veridicità del Libro di Mormon che si è letteralmente messo a correre con una copia di questo sacro resoconto in mano verso l’uomo che lui e il collega avevano appena trovato in un parco.

Attesto che Joseph Smith era ed è il profeta di questa ultima dispensazione. Fu lui che, grazie al dono e al potere di Dio, tradusse questo sacro libro. Questo è il libro che aiuterà a preparare il mondo per la seconda venuta del Signore.

Attesto che Gesù Cristo è il Figlio letterale e vivente del nostro Dio vivente. Egli è il nostro Salvatore, il nostro Redentore, il nostro Esempio e il nostro Avvocato presso il Padre. Egli era il promesso Messia, il Messia terreno, e sarà il Messia nel Millennio. Attesto con tutta la mia anima che, nel modo più miracoloso e peculiare, il Libro di Mormon ci istruisce su Gesù Cristo e sul Suo vangelo.

So che il presidente Thomas S. Monson è il profeta di Dio sulla terra oggi. Gli voglio bene e lo sostengo con tutto il mio cuore. Di questo rendo testimonianza nel sacro nome di Gesù Cristo. Amen.

L’elenco del presidente Nelson sul Libro di Mormon

Il Libro di Mormon è:

  • Un altro testamento di Gesù Cristo. I suoi autori principali — Nefi, Giacobbe, Mormon, Moroni — e il suo traduttore — Joseph Smith — furono tutti testimoni oculari del Signore.

  • Un resoconto del Suo ministero tra il popolo che visse nelle antiche Americhe.

  • Veritiero, come dichiarato dal Signore stesso.

Il Libro di Mormon afferma:

  • L’identità individuale del Padre Celeste e del Suo Figlio diletto, Gesù Cristo.

  • La necessità della caduta di Adamo e la saggezza di Eva, affinché il genere umano potesse provare gioia.

Il Libro di Mormon confuta la nozione che:

  • La rivelazione è terminata con la Bibbia.

  • I neonati hanno bisogno di essere battezzati.

  • La felicità si può trovare nel peccato.

  • La bontà di una persona la qualifica per l’Esaltazione (sono necessarie le ordinanze e le alleanze).

  • La caduta di Adamo ha macchiato il genere umano con il “peccato originale”.

Il Libro di Mormon adempie le profezie della Bibbia in merito ai punti seguenti:

  • “Altre pecore” ascolteranno la Sua voce.

  • Dio compirà “un’opera meravigliosa e un prodigio” parlando “dalla polvere”.

  • Il “legno di Giuda” e il “legno di Giuseppe” diventeranno uno.

  • La dispersa Israele sarà radunata “negli ultimi giorni” e come sarà fatto.

  • La terra dell’eredità del lignaggio di Giuseppe è l’emisfero occidentale.

Il Libro di Mormon chiarisce la comprensione dei seguenti punti:

  • La nostra esistenza preterrena.

  • La morte. È una componente necessaria del grande piano di felicità di Dio.

  • L’esistenza dopo questa vita, che inizia in paradiso.

  • Il modo in cui il corpo risorto, riunito con lo spirito, diventa un’anima immortale.

  • Il modo in cui il Signore ci giudicherà sulla base delle nostre azioni e dei desideri del nostro cuore.

  • Il modo in cui si celebrano correttamente le ordinanze: per esempio, il battesimo, il sacramento, il conferimento dello Spirito Santo.

  • L’Espiazione di Gesù Cristo.

  • La risurrezione.

  • Il ruolo importante degli angeli.

  • La natura eterna del sacerdozio.

  • Il modo in cui il comportamento umano viene influenzato dal potere della parola più che dal potere della spada.

Il Libro di Mormon rivela informazioni precedentemente sconosciute:

  • Battesimi furono celebrati prima della nascita di Gesù Cristo.

  • Templi furono costruiti e usati dagli abitanti delle antiche Americhe.

  • Giuseppe, l’undicesimo figlio di Israele, vide in visione il ruolo profetico di Joseph Smith.

  • Nefi (tra il 600 e il 592 a.C.) vide in visione la scoperta e la colonizzazione dell’America.

  • Parti chiare e preziose della Bibbia sono andate perdute.

  • La Luce di Cristo è data a ciascuno.

  • L’importanza dell’arbitrio individuale e la necessità dell’opposizione in tutte le cose.

  • Avvertimenti riguardo alle “associazioni segrete”.