Ronald A. Rasband

Quorum dei Dodici Apostoli

Dopo aver ricevuto la sua chiamata nel Quorum dei Dodici Apostoli, il 3 ottobre 2015, l’anziano Ronald A. Rasband ha letto Giovanni 15:16: “Non siete voi che avete scelto me, ma son io che ho scelto voi, e v’ho costituiti”.

L’anziano Rasband ha detto: “Ho avuto l’impressione spirituale che non c’è nulla in questa [chiamata] che fosse […] un mio desiderio. È stata una decisione del Signore”.

A diciannove anni, l’anziano Rasband aveva già imparato una lezione simile riguardo al sottomettersi alle decisioni del Signore. Aveva sperato di svolgere la missione in Germania, come avevano fatto suo padre e il suo fratello maggiore, tuttavia è stato chiamato a servire nella Missione degli Stati Uniti orientali (USA). Si è rivolto alle Scritture e, nella sezione 100 di Dottrina e Alleanze, ha letto:

“Seguitemi dunque e ascoltate il consiglio che vi darò.

[…] Una porta utile deve essere aperta nelle regioni qui attorno, in queste terre dell’Est. […]

Perciò in verità vi dico: alzate la voce verso questa gente” (versetti 2, 3, 5).

Egli ha ricevuto una testimonianza che il Signore voleva che servisse nella Missione degli Stati Uniti orientali.

L’anziano Rasband, nato il 6 febbraio 1951, è di estrazione umile. “Sono nato da un camionista [che trasportava pane] e da una cara madre [casalinga]”, ha detto. Proviene da una famiglia di membri multigenerazionale, un retaggio di cui fa tesoro.

Nel 1973 l’anziano Rasband ha sposato Melanie Twitchell. Hanno cinque figli e ventiquattro nipoti. L’anziano Rasband riconosce alla moglie, sua compagna da quarantadue anni, il merito di averlo aiutato a diventare l’uomo che è oggi. “Mia moglie mi ha preso come creta tra le mani del vasaio e mi ha modellato facendomi diventare qualcosa di davvero importante. […] È la sua influenza spirituale che mi ha portato non soltanto a ricevere questa meravigliosa e speciale chiamata, ma anche a tutto ciò che ho fatto spiritualmente”.

Nel 1987, l’anziano Rasband è diventato presidente e capo funzionario operativo di un’azienda chimica internazionale. Ha imparato dai suoi dirigenti come essere più efficace nel servizio nella Chiesa. “Nella mia professione ho imparato […] che le persone sono più importanti di qualsiasi altra cosa che possiamo fare”. Ha anche imparato moltissime capacità dirigenziali che gli sono tornate molto utili come Autorità generale.

L’anziano Rasband ha avuto moltissime opportunità di usare tali capacità. Ha servito come vescovo, presidente di missione, Settanta Autorità generale dall’aprile 2000, supervisore delle aree Nord America Ovest, Nord America Nord-ovest e tre aree dello Utah, consigliere della presidenza dell’Area Europa Centrale, direttore esecutivo del Dipartimento del tempio, membro della Presidenza dei Settanta dal 2005 e presidente anziano dei Settanta dall’aprile 2009.

I suoi incarichi nella Chiesa gli hanno fatto sviluppare amore per i membri della Chiesa ovunque. Egli dice ai membri: “La vostra fede ha accresciuto la nostra; la vostra testimonianza ha ampliato la nostra” (pagina 90).

L’anziano Rasband si sente umile nel servire come apostolo del Signore Gesù Cristo. “Ho sempre desiderato servirLo”, ha detto. “Dedicherò il mio tempo, i miei talenti e tutto ciò che ho adesso per il resto della mia vita. Mi sono impegnato a farlo. Sono onorato di farlo”.