Gerrit W. Gong

Membro del Quorum dei Dodici Apostoli

Anziano Gerrit W. Gong

Colori vivaci e immagini vivide hanno riempito il muro, una volta bianco, della mensa per i poveri a Phnom Pehn, in Cambogia.

I membri della famiglia dell’anziano Gerrit W. Gong e lo stuolo di bambini di strada che li hanno aiutati a dipingere la scena stavano dietro ed esaminavano il lavoro.

Anche se la famiglia aveva fornito i bozzetti, la vernice e i pennelli, qualcosa era cambiato. Il murale che avevano creato, che aggiungeva luce allo spazio una volta spento, non era loro.

Apparteneva ai bambini.

Ciò ha reso talmente felice l’anziano Gong, sua moglie, Susan, e i loro quattro figli, che hanno ripetuto il progetto di servizio in altri quattro paesi nei successivi quattro anni, periodo in cui l’anziano e la sorella Gong sono stati assegnati a quell’area della Chiesa.

“Non so come ci sia venuta l’idea; ma è successo”, ha detto la sorella Susan Gong. “Siamo grati che altri si siano entusiasmati all’idea che i bambini avessero opportunità creative”.

Essendo interessato all’impatto fotografico di luce, colore, composizione e al momento, l’anziano Gong immagina i bambini — e altri come loro in Nepal, Vietnam, Malesia e Utah — che si divertono sfruttando lo spazio.

I membri della famiglia dell’anziano Gerrit W. Gong davanti a un progetto murale con i bambini che li hanno aiutati a realizzarlo in Vietnam. Fotografia riprodotta per gentile concessione della famiglia Gong.

I membri della famiglia dell’anziano Gerrit W. Gong davanti a un progetto murale con i bambini che li hanno aiutati a realizzarlo in Vietnam. Fotografia riprodotta per gentile concessione della famiglia Gong.

Ora, quale membro del Quorum dei Dodici Apostoli appena sostenuto, egli condividerà un diverso tipo di luce con i figli di Dio in tutto il mondo.

Il 31 marzo, i Santi degli Ultimi Giorni in tutto il mondo hanno sostenuto l’anziano Gong come apostolo, il primo apostolo asiatico-americano.

Riflettendo sulla crescente diversità nella Chiesa, l’anziano Gong ha detto: “La nostra è una Chiesa mondiale. Il vangelo restaurato è per ogni nazione, tribù e lingua”.

Nato a Redwood City, in California, da Walter A. e Jean C. Gong, l’anziano Gong giunge all’apostolato con un trascorso ricco di istruzione ed esperienza. I genitori dell’anziano Gong, entrambi insegnanti di professione, collettivamente hanno trascorso più di settant’anni in classe. L’anziano Gong, il primo di tre figli, ha ereditato l’amore dei genitori per l’apprendimento.

Quale studioso di Rhodes che ha lavorato per il Dipartimento di stato degli Stati Uniti e per il Centro di studi strategici e internazionali a Washington, D.C., i viaggi dell’anziano Gong lo hanno portato in tutti e sette i continenti, inclusa l’Asia, dove ha vissuto per più di dieci anni.

L’anziano e la sorella Gong hanno servito come missionari a tempo pieno a Taiwan; la coppia si è sposata nel gennaio del 1980 nel Tempio di Salt Lake. Hanno quattro figli e tre nipoti.

L’anziano Gong, i cui antenati lasciarono la Cina del sud alla fine del diciannovesimo secolo per lavorare negli Stati Uniti, è nato nella Chiesa. Sua madre incontrò i missionari da adolescente a Honolulu, nelle Hawaii. Suo padre si unì alla Chiesa dopo aver frequentato la Stanford University, dove i suoi genitori si sono conosciuti e frequentati.

L’anziano Gerrit W. Gong, recentemente sostenuto come membro del Quorum dei Dodici Apostoli e sua moglie, la sorella Susan Gong, a Salt Lake City. Fotografia di Jeffrey D. Allred, Deseret News.

“Ho avuto una testimonianza della Chiesa e del Vangelo da quando ero molto giovane”, ha detto l’anziano Gong.

La sorella Gong ha affermato che sono tre le caratteristiche tipiche di Gerrit Gong. “Primo, è immancabilmente gentile”, ha detto. “Secondo, è interessato a ogni cosa, il che lo rende una persona affascinante con cui vivere. Terzo, ama il Signore. Desidera davvero con tutto il cuore edificare il regno e benedire i figli del Padre Celeste”.

Ex vescovo e presidente di palo, l’anziano Gong ha servito come Autorità generale sin dal 2010 e, in tale veste, ha visto la Chiesa crescere e svilupparsi in tutto il mondo.

Incaricato di organizzare il secondo Palo di Bangkok, in Thailandia, l’anziano Gong ha partecipato alla chiamata dei dirigenti del sacerdozio. “Dopo la riunione siamo entrati in una grande sala dove sulle sedie poste su tre lati, i dirigenti del sacerdozio sono stati ordinati a uno a uno”, ha ricordato la sorella Gong. “A mano a mano che venivano ordinati, si univano al crescente cerchio del potere del sacerdozio”.

L’anziano Gerrit W. Gong e sua moglie, Susan, partecipano a un progetto natalizio per la realizzazione di un murale in Vietnam. Fotografia riprodotta per gentile concessione della famiglia Gong.

L’anziano Gong era con l’anziano Quentin L. Cook e con l’anziano Gary E. Stevenson in Vietnam quando la Chiesa ha ricevuto il riconoscimento ufficiale. È stato testimone di come “il Signore ha toccato molte persone diverse in Vietnam” (vedere la storia correlata).

L’anziano Gong ha detto che, ovunque si trovino, le persone si trovano subito a loro agio con la sorella Gong. “Susan si concentra sugli altri ed è genuina e sincera in ogni circostanza”, ha detto l’anziano Gong.

La sorella Gong adora il giardinaggio, ama cucinare e “riunire le persone”. Ha scritto libri per bambini in lingua cinese ed è stata la prima coordinatrice del programma intensivo bilingue in cinese per lo Utah.

Ogni estate la coppia ospita un “campeggio per i nipotini” che comprende avventure e lavoretti, e ama viaggiare con i figli.

L’anziano e la sorella Gong hanno detto che è stato meraviglioso partecipare alla Conferenza generale con i membri provenienti da tutto il mondo e sostenere il presidente Russell M. Nelson e la Prima Presidenza, e “testimoniare che la rivelazione continua benedice i membri della Chiesa nelle loro diverse circostanze”.

L’anziano Gerrit W. Gong saluta i missionari in India.

Del suo nuovo incarico, l’anziano Gong ha detto che è stato toccante vedere il presidente Nelson che prendeva teneramente “le mie mani nelle sue” per estendermi la chiamata all’apostolato.

In quel momento “ti senti molto umile, ma sei sicuro della tua fiducia e del tuo affetto per il presidente Nelson quale profeta del Signore e presidente della Chiesa”.

L’anziano e la sorella Gong hanno detto anche di aver sentito la vasta manifestazione di sostegno da parte dei membri di tutto il mondo. Ha detto che hanno avuto un’opportunità per “piangere insieme e pregare insieme”.

“Ho trascorso parte del fine settimana a cercare dei sinonimi per ‘travolgente’ perché ‘travolgente’ non sembrava esprimere completamente la sensazione che ho provato”, ha detto la sorella Gong. “Sono solo grata di sapere che questo avviene un giorno alla volta e che, quando si è al servizio del Signore, si riceve l’aiuto del Signore”.

L’anziano Gong ha spiegato che a lui e a sua moglie piace stare con i membri in ogni luogo in cui hanno il privilegio di andare. “Le loro circostanze sono diverse, ma la loro fede e la loro testimonianza sono per molti versi le stesse”, ha detto.

Questo è qualcosa che i Gong hanno anche appreso dai bambini coinvolti nei loro progetti per la realizzazione dei murali, intrapresi nel periodo natalizio.

Ogni membro della famiglia Gong ha avuto un ruolo speciale nel progetto, dalla creazione dello schizzo al mescolare la vernice e all’organizzazione dei bambini.

In certi posti volevano far partecipare solo i bambini migliori e più dotati artisticamente. I Gong però hanno spiegato che il loro progetto era un’opportunità per tutti i bambini. “Siamo sempre stati colpiti dall’entusiasmo e dalla capacità dei bambini che si riuniscono per abbellire il loro ambiente”, ha aggiunto l’anziano Gong.

  • Leggi la biografia dell’anziano Gong nel numero di aprile 2018 della Liahona.
  • Leggi altre biografie relative alla Prima Presidenza e al Quorum dei Dodici Apostoli.
  • Leggi la biografia ufficiale dell’anziano Gong.
  • Visita la pagina Facebook dell’anziano Gong.
  • Segui l’anziano Gong su Twitter.