Diventare veri millennials

Una serata con il presidente Russell M. Nelson

Riunione mondiale per i Giovani Adulti • 10 gennaio 2016 • Brigham Young University–Hawaii


 

Miei cari fratelli e mie care sorelle, questo sarà sicuramente un anno ricco di eventi. Già durante i suoi primi giorni, io e Wendy abbiamo salutato la mia amata sorella Marjory, che ha lasciato questa vita terrena. Abbiamo dato il benvenuto in famiglia a due nuovi bambini: Wade Richard Walker e Isaac Russell McDonough. E ora abbiamo il privilegio di parlare con voi, meravigliosi giovani adulti di tutto il mondo. Siamo molto grati per voi.

Apprezzo tantissimo il messaggio importante e l’esempio edificante di Wendy! Anch’io riconosco con gratitudine la presenza dell’anziano Kim B. Clark dei Settanta, Commissario per l’istruzione nella Chiesa; di sua moglie, Sue; e di Chad H. Webb, amministratore dei Seminari e degli Istituti di Religione, e di sua moglie, Kristi.

Vi porto i saluti e l’affetto della Prima Presidenza e del Quorum dei Dodici Apostoli. Siamo grati della vostra devozione al Signore e al Suo vangelo restaurato. Siamo grati per tutte le volte che vi ergete a difesa della verità, specialmente quando non è popolare.

Molte persone fanno riferimento a voi come ai millennials. Ammetto che quando i ricercatori parlano di voi usando tale termine e descrivono ciò che i loro studi rivelano a vostro riguardo — ciò che vi piace e ciò che non vi piace, i vostri sentimenti e le vostre inclinazioni, i vostri punti di forza e le vostre debolezze — mi sento a disagio. C’è qualcosa nel modo in cui costoro usano il termine millennials che mi urta. Francamente, sono meno interessato a ciò che gli esperti hanno da dire su di voi rispetto a quello che il Signore mi ha detto di voi.

Quando prego per voi e chiedo al Signore ciò che Egli pensa di voi, sento qualcosa di molto diverso da ciò che dicono i ricercatori. Le impressioni spirituali che ho ricevuto su di voi mi portano a credere che il termine millennials possa in realtà essere perfetto per voi! Per un motivo molto diverso, però, da quello che gli esperti potranno mai comprendere.

Il termine millennials è perfetto per voi se tale termine vi ricorda chi siete davvero e quale sia davvero il vostro scopo nella vita. Un vero millennial è uno a cui è stato insegnato e che ha insegnato a sua volta il vangelo di Gesù Cristo nell’esistenza preterrena, che lì ha stipulato alleanze con il Padre Celeste riguardo a cose coraggiose — persino cose moralmente coraggiose — che avrebbe fatto mentre si sarebbe trovato qui sulla terra.

Un vero millennial è un uomo o una donna di cui Dio si è fidato a tal punto da mandarlo sulla terra durante la dispensazione più avvincente della storia di questo mondo. Un vero millennial è un uomo o una donna che vive adesso per aiutare a preparare le persone di questo mondo per la seconda venuta di Gesù Cristo e per il Suo regno milleniale. Potete starne certi, siete nati per essere dei veri millennials.

La domanda è: “Come potete ergervi e vivere come veri millennials?”. Ho quattro raccomandazioni.

Scoprite chi siete davvero

La mia prima raccomandazione è: scoprite chi siete davvero.

Dedicate del tempo a meditare con l’aiuto della preghiera sui seguenti fatti:

  • Voi siete figlie e figli eletti di Dio.

  • Siete stati creati a Sua immagine.

  • Siete stati istruiti nel mondo degli spiriti per poter essere preparati per qualsiasi cosa e per tutto ciò che avreste affrontato durante quest’ultima parte degli ultimi giorni.1 Ciò che vi è stato insegnato sopravvive dentro di voi!

State vivendo nell’“undicesima ora”. Il Signore ha dichiarato che questa è l’ultima volta in cui chiamerà dei lavoratori nella Sua vigna per radunare gli eletti dai quattro canti della terra.2 E voi siete stati mandati per partecipare a tale raduno. Ho visto ripetutamente in prima persona la potente influenza dei veri millennials quando portano gli altri alla conoscenza della verità. Fa parte della vostra identità e del vostro scopo quale progenie di Abrahamo!3

Molti mesi fa Wendy e io abbiamo vissuto un’esperienza straordinaria nella lontana Siberia. Tra coloro che viaggiavano con noi durante il nostro giorno di preparazione a Irkutsk c’erano il presidente di missione, Gregory S. Brinton; sua moglie, Sally e il loro figlio Sam, appena ritornato dalla missione, che aveva svolto in Russia. Abbiamo visitato il bellissimo Lago Bajkal e un mercato sulle sue rive.

Quando abbiamo fatto ritorno al nostro furgone, ci siamo accorti che mancava Sam. Alcuni attimi dopo è tornato, accompagnato da una donna di mezza età di nome Valentina. Nella sua lingua natia, il russo, Valentina ha esclamato con entusiasmo: “Voglio conoscere la madre di questo ragazzo. È talmente educato, intelligente e gentile! Voglio conoscere sua madre!”. Valentina era stata attratta dal volto radioso e luminoso di Sam.

Sam ha presentato Valentina al padre e alla madre, le ha dato un opuscolo sul Salvatore e ha fatto in modo che i missionari la visitassero. Quando, in seguito, i missionari sono tornati da lei con una copia del Libro di Mormon, lei ha promesso di leggerlo. Molte altre donne che lavorano nello stesso posto sono rimaste entusiaste del nuovo libro che Valentina aveva ricevuto. Non sappiamo ancora come è andata a finire la storia, ma grazie alla luce peculiare che Sam irradiava, Valentina e alcune delle sue amiche hanno conosciuto il Vangelo.

I veri millennials, come Sam, sanno chi sono davvero. Sono devoti discepoli di Gesù Cristo che cercano istintivamente ogni opportunità di aiutare se stessi e gli altri a prepararsi per il regno milleniale del nostro Salvatore.

Dunque, la mia prima raccomandazione è che impariate personalmente chi siete davvero. Chiedete al vostro Padre Celeste, nel nome di Gesù Cristo, che cosa pensa di voi e della vostra missione qui sulla terra. Se chiedete con intento reale, col tempo lo Spirito vi sussurrerà la verità che cambierà la vostra vita. Annotate tali impressioni, riguardatele spesso e seguitele con esattezza.

Vi prometto che quando inizierete a comprendere anche in minima parte il modo in cui il vostro Padre Celeste vi vede e ciò che si aspetta che voi facciate per Lui, la vostra vita non sarà più la stessa.

Aspettatevi l’impossibile e preparatevi a realizzarlo

La mia seconda raccomandazione: aspettatevi l’impossibile e preparatevi a realizzarlo.

Dio ha sempre chiesto ai Suoi figli dell’alleanza di fare cose difficili. Poiché siete figli e figlie di Dio che osservano le alleanze, che vivono nell’ultima parte di questi ultimi giorni, il Signore chiederà a voi di fare cose difficili. Potete starne certi, le prove affrontate da Abrahamo non hanno avuto fine con lui.4

So quanto possa intimidirvi che vi venga chiesto di fare qualcosa che sembra essere ben al di là delle vostre capacità. Ero membro del Quorum dei Dodici Apostoli soltanto da 19 mesi quando il presidente Spencer W. Kimball morì. Durante la prima riunione della Prima Presidenza e del Quorum dei Dodici Apostoli dopo la sua ordinazione, il presidente Ezra Taft Benson assegnò compiti specifici ai Dodici. Le sue istruzioni per me includevano: “Anziano Nelson, il tuo compito è quello di aprire le nazioni dell’Europa orientale alla predicazione del Vangelo”.

Questo è successo nel 1985. Durante quel periodo di tensioni politiche, a cui facciamo riferimento con il nome di Guerra Fredda, non soltanto un muro vero e proprio divideva la città di Berlino, ma tutta l’Europa orientale era sotto il giogo oppressivo del comunismo. Le chiese erano chiuse e il culto religioso era severamente limitato.

Avevo passato gran parte della mia vita professionale ad aprire cuori per eseguire interventi che salvavano la vita, ma non avevo affatto l’esperienza che mi portasse a credere che sarei stato in grado di aprire delle nazioni alla predicazione del Vangelo. Tuttavia, un profeta mi aveva affidato un compito, perciò feci ciò che sembrava letteralmente impossibile.

Fin dal principio incontrai molti ostacoli. Arrivai nella maggior parte delle nazioni senza nemmeno sapere dove andare. Persino quando riuscivo a trovare il nome di un funzionario preposto del governo, succedeva spesso che un incontro venisse cancellato all’ultimo minuto o posticipato. In una nazione, quando un appuntamento fu rimandato di due giorni, non mancarono le occasioni in cui fui intenzionalmente messo alla prova, tra cui stratagemmi per guadagnare denaro in nero e per compiere altre attività illecite. In un’altra occasione, una riunione iniziò con la richiesta che me ne andassi via immediatamente!

Tuttavia, il Signore è in grado di svolgere la propria opera5, e ho avuto il privilegio di vedere accadere una serie di miracoli, sempre e soltanto dopo aver offerto all’impresa le mie idee migliori, il mio impegno più coraggioso e le mie preghiere più sincere.

Alcune di quelle nazioni concessero il riconoscimento alla Chiesa prima della caduta del Muro di Berlino. Altre lo fecero dopo e, nel 1992, potei riferire al presidente Benson che la Chiesa era stata stabilita in ogni nazione dell’Europa orientale.

Quali veri millennials su cui il Signore può contare, anche voi farete la storia! Vi sarà chiesto di accettare compiti difficili e di diventare uno strumento nelle mani del Signore. Ed Egli vi renderà capaci di compiere l’impossibile.

In che modo riuscirete a compiere l’impossibile? Facendo qualsiasi cosa necessaria per rafforzare la vostra fede in Gesù Cristo approfondendo la vostra comprensione della dottrina insegnata nella Sua chiesa restaurata, e cercando senza posa la verità. Quali veri millennials, ancorati alla dottrina pura, quando vi verrà chiesto di fare cose impossibili, sarete in grado di accettare la sfida con fede e con tenace persistenza e farete allegramente tutto ciò che è in vostro potere per adempiere i propositi del Signore.6

Avrete giorni in cui sarete completamente scoraggiati. Pregate, dunque, di ricevere il coraggio di non arrendervi! Avrete bisogno di tale forza perché sarà sempre meno popolare essere un santo degli ultimi giorni. Purtroppo, persone che considerate amici vi tradiranno e alcune cose semplicemente sembreranno ingiuste.

Tuttavia, vi prometto che se seguirete Gesù Cristo troverete pace continua e gioia vera. Se osserverete le vostre alleanze con maggiore esattezza e se difenderete la Chiesa e il regno di Dio sulla terra oggi, il Signore vi benedirà con forza e saggezza per poter compiere l’impossibile.

Imparate come accedere ai poteri del cielo

La mia terza raccomandazione: imparate come accedere ai poteri del cielo.

Tutti noi abbiamo domande. Cercare di imparare, di comprendere e di riconoscere la verità è una parte vitale della nostra esperienza terrena. Ho trascorso gran parte della mia vita a fare ricerche. Anche voi imparerete meglio ponendo domande ispirate.

In questo preciso istante alcuni di voi stanno lottando per sapere che cosa fare della propria vita. Altri di voi si chiedono se hanno ricevuto il perdono dei loro peccati. La maggior parte di voi si sta chiedendo chi sia e dove si trovi il proprio compagno eterno — e chi non se lo sta chiedendo dovrebbe farlo.

Alcuni si stanno chiedendo perché la Chiesa fa alcune delle cose che fa. Forse molti di voi non sono sicuri di come ricevere risposte alle proprie preghiere.

Il nostro Padre Celeste e Suo Figlio sono pronti a rispondere alle vostre domande attraverso il ministero dello Spirito Santo. Tuttavia, sta a voi scoprire come qualificarvi per ricevere quelle risposte.

Da dove potete cominciare? Iniziate col trascorrere più tempo in luoghi santi. Il tempio è un luogo santo. Come lo è la cappella, dove ogni domenica rinnovate le vostre alleanze tramite il sacramento. Vi invito anche a rendere il vostro appartamento, il vostro dormitorio, la vostra casa o la vostra stanza un luogo santo in cui potete rifugiarvi dalle tetre distrazioni del mondo.

La preghiera è una chiave. Pregate per sapere ciò che dovete smettere di fare e ciò che dovete iniziare a fare. Pregate per sapere cosa aggiungere al vostro ambiente e cosa togliere, affinché lo Spirito possa essere con voi abbondantemente.

Supplicate il Signore di darvi il dono del discernimento. Poi vivete e impegnatevi in modo tale da essere degni di ricevere tale dono, affinché quando nel mondo sorgeranno eventi che confondono saprete esattamente cosa è vero e cosa non lo è. 7

Servite con amore. Servire amorevolmente coloro che hanno smarrito la via o che sono feriti nello spirito apre il vostro cuore alla rivelazione personale.

Passate più tempo — molto più tempo — in luoghi in cui lo Spirito è presente. Ciò significa più tempo con amici che cercano la compagnia dello Spirito. Passate più tempo inginocchiati in preghiera, più tempo a leggere le Scritture, più tempo ricercando la storia della vostra famiglia, più tempo nel tempio. Vi prometto che se darete costantemente al Signore una porzione generosa del vostro tempo, Egli moltiplicherà il rimanente.

Sosteniamo quindici uomini che sono ordinati profeti, veggenti e rivelatori. Quando sorgono problemi spinosi — e sembra che diventino ogni giorno più spinosi — questi quindici uomini tribolano nel risolvere tali questioni, poiché tentano di vedere tutte le ramificazioni dei vari corsi di azione, e cercano diligentemente di udire la voce del Signore. Dopo aver digiunato, pregato, studiato, riflettuto ed essermi consigliato con i miei Fratelli su faccende importanti, non è insolito che mi svegli durante la notte con ulteriori impressioni su problemi che ci preoccupano. Lo stesso accade anche ai miei Fratelli.

La Prima Presidenza e il Quorum dei Dodici Apostoli si consultano e condividono tutto ciò che il Signore ci ha portati a comprendere e a sentire, individualmente e collettivamente. Poi, rimaniamo a guardare il Signore che ispira il presidente della Chiesa a proclamare la Sua volontà.

Tale processo profetico è stato seguito nel 2012 per il cambiamento dell’età minima per i missionari e nuovamente con le recenti aggiunte al manuale della Chiesa in seguito alla legalizzazione in alcuni paesi del matrimonio tra persone dello stesso sesso. Pieni di compassione per tutte le parti coinvolte, ma specialmente per i figli, abbiamo lottato a lungo per comprendere la volontà del Signore su questo argomento. Con in mente sempre il piano di salvezza di Dio e la Sua speranza che ognuno dei Suoi figli ottenga la vita eterna, abbiamo analizzato innumerevoli modifiche e combinazioni di possibili scenari che si sarebbero potuti creare. Ci siamo riuniti ripetutamente nel tempio in digiuno e in preghiera, e abbiamo cercato ulteriore guida e ispirazione. Poi, quando il Signore ha ispirato il Suo profeta, il presidente Thomas S. Monson, a dichiarare la Sua mente e la Sua volontà, ognuno di noi ha sentito, in quel momento sacro, una conferma spirituale. È stato nostro privilegio quali apostoli sostenere ciò che il Signore aveva rivelato al presidente Monson. La rivelazione che il Signore concede ai Suoi servitori è un processo sacro così come lo è il vostro privilegio di ricevere rivelazione personale.

Miei cari fratelli e mie care sorelle, avete tanto diritto di conoscere la visione e la volontà del Signore per la vostra vita quanto l’abbiamo noi apostoli per la Sua Chiesa. Proprio come richiede a noi di cercare e di meditare, di digiunare e di pregare, di studiare e di lottare con le questioni difficili, il Signore richiede a voi di fare lo stesso quando cercate risposte alle vostre domande.

Potete imparare a udire la voce del Signore tramite i sussurri dello Spirito Santo.8 Per quanto Google, Twitter e Facebook possano sembrare utili, semplicemente non forniscono le risposte alle vostre domande più importanti!

Miei cari giovani amici, potete conoscere il pensiero e la volontà del Signore per la vostra vita. Non dovete essere nel dubbio se siete dove il Signore vuole che siate o se state facendo quello che Egli vuole che facciate. Potete saperlo! Lo Spirito Santo vi dirà “tutte le cose che dovrete fare”9.

Seguite i profeti

La mia quarta raccomandazione: seguite i profeti.

Nel 1979, mentre servivo come presidente generale della Scuola Domenicale, fui invitato a partecipare a un seminario per i rappresentanti regionali durante il quale il presidente Spencer W. Kimball fece un discorso ispirato sull’aprire le porte di nazioni, come la Cina, che allora erano chiuse alla Chiesa. Egli sfidò tutti i presenti a studiare il cinese mandarino affinché potessimo offrire le nostre competenze professionali per aiutare le persone della Cina.

A me, la sfida del presidente Kimball sembrò un mandato profetico. Perciò, quella stessa sera, chiesi a mia moglie, Dantzel, se fosse disposta a studiare il cinese mandarino con me. Accettò e trovammo un insegnante che ci avrebbe aiutato. Naturalmente non imparammo a parlare il cinese mandarino molto bene, ma imparammo abbastanza così che fui molto più pronto ad accettare l’invito che mi fu esteso l’anno seguente (tramite una serie di eventi molto inaspettati) di andare in Cina in veste di professore in visita per insegnare come eseguire interventi chirurgici a cuore aperto.

Andiamo avanti di sei anni, fino al 1985, l’anno dopo essere stato chiamato a servire nel Quorum dei Dodici. Un giorno ricevetti una richiesta urgente di andare in Cina per eseguire un intervento chirurgico a cuore aperto su un loro famoso cantante lirico, considerato in tutta la Cina come un eroe nazionale. Spiegai che le mie responsabilità ecclesiastiche a tempo pieno mi impedivano di andare, ma i dottori in Cina mi implorarono di andare a eseguire l’intervento vitale.

Parlai della situazione con il mio presidente di quorum e con la Prima Presidenza. Essi si sentirono ispirati a dirmi che, come favore alla popolazione della Cina, dovevo andare ed eseguire l’intervento.

Così lo feci. Fortunatamente, l’intervento fu un successo! Tra l’altro, quello fu l’ultimo intervento a cuore aperto che eseguii. Fu a Jinan, in Cina, il 4 marzo 1985.

Ora, andiamo nuovamente avanti nel tempo, questa volta a ottobre 2015, soltanto tre mesi fa. Wendy e io siamo stati invitati a tornare alla Shandong University School of Medicine di Jinan. Siamo rimasti esterrefatti quando mi hanno accolto calorosamente come “un vecchio amico” della Cina e ho rincontrato i chirurghi a cui avevo insegnato trentacinque anni prima. Un momento importante della nostra visita è stato l’incontro con il figlio e il nipote di quel famoso cantante lirico. Tutte queste esperienze incredibili sono state possibili per un motivo: ho seguito il consiglio di un profeta di studiare il cinese mandarino!

I profeti vedono gli eventi futuri. Essi vedono i pericoli tormentosi che l’avversario ha posto o che porrà sul nostro sentiero. I profeti prevedono anche le grandi possibilità e i grandi privilegi che attendono coloro che ascoltano con l’intento di obbedire. So che questo è vero! L’ho provato in prima persona più volte.

Il Signore ci ha promesso che Egli non permetterà mai che il profeta ci svii. Il presidente Harold B. Lee dichiarò: “Quello che vi diranno le autorità della Chiesa potrà non piacervi; forse sarà contrario alle vostre opinioni politiche [o alla vostra visione della società]; forse interferirà con il vostro modo di vivere. Ma se ascolterete quelle cose come se venissero dalla bocca del Signore con pazienza e fede, la promessa è che ‘le porte dell’inferno non prevarranno contro di voi; sì, e il Signore Iddio disperderà i poteri delle tenebre dinanzi a voi e farà sì che i cieli siano scossi per il vostro bene e per la gloria del suo nome’ (DeA 21:6)”10.

Potreste non capire sempre ogni dichiarazione di un profeta vivente. Tuttavia, quando sapete che un profeta è un profeta, potete rivolgervi al Signore in umiltà e fede e chiedere di ricevere una testimonianza riguardo a qualsiasi cosa il Suo profeta abbia proclamato.

Circa nel 41 a.C., molti Nefiti si unirono alla Chiesa e la Chiesa prosperò. Anche le associazioni segrete, però, iniziarono a crescere e molti dei loro capi astuti si nascosero tra il popolo ed erano difficili da individuare. Man mano che il popolo cresceva nell’orgoglio, molti Nefiti iniziarono a beffarsi di ciò ch’era sacro, negando lo spirito di profezia e di rivelazione”11.

Quelle stesse minacce sono in mezzo a noi oggi. La triste realtà è che ci sono dei “servitori di Satana”12 inseriti nella società. State dunque attenti da chi provengono i consigli che seguite13.

Miei amati fratelli e sorelle, siete nati per essere veri millennials! Siete una generazione eletta,14 prescelta da Dio per svolgere un’opera straordinaria — per contribuire a preparare le persone di questo mondo alla seconda venuta del Signore.

Ora, in veste di apostolo del Signore Gesù Cristo, benedico ciascuno di voi, come se le mie mani fossero sul vostro capo, con la capacità di diventare i veri millennials che avete il potenziale di essere. Vi benedico con il desiderio e la capacità di scoprire la vostra vera identità e il vostro vero scopo, affinché vi aspettiate e vi prepariate a fare cose “impossibili”, affinché siate impavidi nei vostri sforzi di imparare come avere accesso ai poteri del cielo perché vi aiutino a risolvere i vostri problemi e a trovare risposte alle vostre domande. Inoltre, vi benedico affinché seguiate i profeti con esattezza e affinché sentiate pace nel vostro cuore mentre lo fate. Vi benedico affinché possiate sapere e sentire quanto il Signore vi ama e quanta fiducia ripone in voi.

Amo e sostengo il presidente Thomas S. Monson in questa sacra opera dell’Iddio Onnipotente. Gesù Cristo è il nostro Salvatore. Questa è la Sua chiesa. Noi siamo il Suo popolo! Di questo rendo testimonianza nel sacro nome di Gesù Cristo. Amen.